Anna Mazzamauro al teatro Duni di Matera con Nuda e cruda

0
45

Martedì 19 novembre 2013 alle ore 21 al teatro Duni di Matera è in programma “Nuda e cruda”, lo spettacolo teatrale di genere comico con Anna Mazzamauro, regia di Livio Galassi, produzione E20inscena di Stefano Mascagni. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il teatro Duni al numero 0835.331812.
I prezzi dei biglietti per assistere allo spettacolo sono i seguenti: poltronissima 18 euro, poltrona 15 euro, galleria 12 euro. Ridotto per studenti under 25 e pensionati over 65: poltrona 10 euro, galleria 8 euro.
Nello spettacolo “Nuda e cruda” sono impegnati l’attrice Anna Mazzamauro, il ballerino e cantante Nicola Mancini e Lidia Norma, che interpreta il ruolo di Lilly.
Musiche originali di Amedeo Minghi eseguite dai Màs en Tango (Fisarmonica Salvatore Cauteruccio, Contrabbasso Sasà Calabrese, Violino Andrea De Martino).
Scene: Lucia Giorgio.
Costumi: Graziella Pera.
Disegno luci: Francesco dell’Elba.
Fonico: Ezra Capogna.
Tecnico luci: Cristian Perria.
Sarta di scena: Lilly Norma.
Costruzioni Scenografie di Renato Ostorero.
Coreografie di Giovanna Gallorini

Informazioni sullo spettacolo.
Una piccola grande orchestra parlante e danzante affiancherà Anna Mazzamauro con parole e musica. “Nuda e Cruda”, il suo nuovo spettacolo, non deve apparire come una minaccia per il pubblico, semmai un’esortazione a spogliarsi dei ricordi cattivi, degli amori sbagliati, dei tabù del sesso, a liberarsi dalla paura della vecchiaia, ad esibire la propria diversità attraverso risate purificatrici.
Uno spettacolo sagace e liberatorio, insolente e mite, audace e timido, ridanciano e impegnato che trova nei vari dislivelli emotivi l’energia teatrale e coinvolgente per magnetizzare il pubblico e condurlo all’interno dello spettacolo e all’interno di se stesso senza filtri inibitori, senza ombre protettrici, con trasparenze dichiarate che la scenografia
diafana e iridescente asseconda ed esalta.
La regia spia tutti gli stimoli, anche i più reconditi, le più ardite associazioni stimolate dalla bravura dell’attrice-autrice, dalle preziose musiche originali di Amedeo Minghi affinché questo fluire di parole e canzoni diventi teatro, disegni una drammaturgia equilibrata, scorrevole e limpida, volutamente mimetizzandosi per consegnare al pubblico la nitida “semplicità” delle complessità risolte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here