Convegno sui calanchi e sulla loro valorizzazione a Montalbano Jonico

0
84

Il primo convegno internazionale sui calanchi e sulla loro importanza artistica e scientifica si terrà a Montalbano Jonico presso l’auditorium dell’ISIS “Pitagora”. L’evento, presentato alla cittadinanza dal Sindaco Devincenzis e da Neri Ciaranfi, docente dell’Università “Aldo Moro” di Bari, avrà come scopo fondamentale quello di valutare la portata artistica dei meravigliosi calanchi e le prospettive future. L’area calanchiva di Montabano Jonico, soggetta da anni a studi internazionali, dal 2011 rientra nella “Riserva Regionale dei Calanchi” istituita dalla Regione Basilicata per proteggere e tutelare un vero e proprio museo a cielo aperto che circonda Montalbano e che si estende fino a valle. A sottolineare l’importanza scientifica dei calanchi sarà il Comitato Scientifico, composto dallo stesso Ciaranfi, da Salvatore Gallicchio, anche lui dell’Università di Bari che tratterà i caratteri geologici e le forme dell’area, e Adele Bertini dell’Università di Firenze, che esporrà come le variazioni climatiche hanno inciso sulle associazioni polliniche dell’argilla dei calanchi montalbanesi. Anche il Gruppo di Ricerca CNRS francese di Gif Sur Yvette (Paris) parteciperà all’incontro, così come il sindaco della cittadina jonica Vincenzo Devincenzis in qualità di moderatore. Introdurrà il convengo il preside dell’ISIS “Pitagora” Maria Amorigi e vi prenderanno parte importanti relatori come Enrico De Capua, rappresentante della Provincia di Matera, Vito Orlando per la Regione Basilicata, Mario Bentivenga, rappresentante dell’Università di Basilicata, il presidente della locale sezioni di Legambiente Arturo Caponero, Giancarmine Miraglia, membro dell’Associazione “Terra dei Calanchi”, e Franco Fiore, Sindaco di San Severino Lucano, Comune situato nel Parco Nazionale del Pollino, mentre concluderà il dibattito l’Assessore Regionale all’Ambiente Aldo Berlinguer.
Il convegno, fissato per mercoledì 15 ottobre, permetterà alla cittadinanza e alle varie associazioni di comprendere la reale importanza geologica e scientifica dei calanchi, bellezza lucana da sfruttare positivamente per turismo e cultura e da tutelare in quanto patrimonio della collettività.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here