FONDI EUROPEI PER AGRICOLTURA E PESCA: LA BASILICATA NON LI SFRUTTA

0
67

Può sembrare un paradosso che si cada nel rischio di “disimpiego” dei finanziamenti Ue, specialmente in un periodo in cui aumenta il tasso di indebitamento, che spinge in modo quasi naturale verso l’accensione di prestiti di consolidamento debiti (leggi su http://www.zonaprestiti.com/consolidamentodebiti.htm tutte le info), tanto per i privati quanto per le piccole e medie aziende.

Una buona fetta di fondi stanziati per il periodo che va dal 2007 al 2013 (con assegnazione programmata in molti casi fino al 2015) non sono stati infatti ancora assegnati (e probabilmente
nemmeno lo saranno), e da Bruxelles fanno sapere che la media italiana è la più bassa di Europa, con numerose Regioni che sono indietro, come la Basilicata (insieme a Abruzzo, Lazio, e Campania).

Un atteggiamento da modificare immediatamente, considerato che i fondi stanziati, soprattutto per il settore agricolo e quello marittimo per il prossimo quinquennio (2014-2020) saranno in crescita, con oltre 10 miliardi per il primo e quasi 600 milioni per il secondo. Intanto la regione Basilicata è chiamata già ora ad assegnare 10 milioni di euro, relativi al precedente periodo programmatico, da destinarsi al processo di ammodernamento delle aziende di piccole e medie dimensioni.

Si tratta del provvedimento 121, che prevede di finanziare fino a 96 nuovi progetti, destinati a vari settori che rientrano nel comparto agricolo: dall’olivicoltura alla viticoltura, ma anche l’ortofrutta, la produzione di animale da carne e da latte, fino alle aziende occupate nella trasformazione della carne e dei prodotti caseari. Tra i requisiti minimi richiesti ci sono: regolare iscrizione all’Inps e possesso della partita iva, e iscrizione alla camera di commercio.

Anche in questo caso, nella compilazione della graduatoria, verrà assegnata priorità ai “giovani imprenditori agricoli”, privilegiando coloro che usufruiscono del “primo insediamento”. La domanda di partecipazione al bando, la cui pubblicazione nel Bur è stata fatta in data 14 ottobre scorso, va rivolta alla regione Basilicata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here