Il Bue inciampa sulla proboscide dell’elefantino, Catania – Matera 2-0. Le Pagelle di Tommaso Taccardi

0
47

Un Matera apparso a disagio su un terreno di gioco con rimbalzi irregolari soccombe sotto i colpi di Pozzebon e compagni che riescono ad imbrigliare la compagine del tecnico Auteri con un pressing asfissiante sui portatori di palla materani i quali, nell’occasione, sono apparsi spesso in affanno. Le uniche note positive in questa sfortunata trasferta in terra di sicilia, gli esordi di Tozzo in porta e Bertoncini nel cuore della difesa.
Le pagelle di Tommaso Taccardi:
22) Tozzo VOTO 6,5. Schierato a sorpresa dal primo minuto, ha modo di farsi notare con qualche intervento apprezzabile, due volte su Pozzebon ed una volta su Tavares. Sul primo gol è stato tagliato fuori dall’ottimo cross di Di Grazia e, sinceramente, non mi sento di dargli una grossa responsabilità.
28) Ingrosso VOTO 6. Soffre abbastanza gli avanti Catanesi. Dalle sue parti, spesse volte, capitano a turno sia Pozzebon che Tavares. Nell’occasione del primo gol del Catania, forse, lascia troppo isolato Casoli che si trova a doversela vedere sia con Pozzebon (che insacca di testa) che Mazzarani il quale era pronto e solo in seconda battuta.
6) Bertoncini VOTO 6. Non era certo un esordio soft per lui. Buttato nella mischia dal primo minuto, non ci mette tanto a calarsi nel cuore della difesa. Bene sulle palle alte.
3) Mattera VOTO 6,5. Non è una novità che risulti essere il migliore del reparto, personalità, forza fisica ed esperienza però, questa volta, son serviti a poco.
27) Casoli VOTO 5,5. Non il solito Casoli, costretto parecchie volte sulla difensiva, viene aiutato poco dai suo compagni di fascia quando deve ripiegare, nell’occasione del primo gol, viene lasciato solo contro Pozzebon e Mazzarani.
21) Armellino VOTO 5,5. Non il solito giocatore che abbiamo imparato ad apprezzare. Nella fetta di campo di sua competenza, trova tanta intensità e densità avversaria, il terreno di gioco imperfetto, non aiuta di certo le sue giocate.
8) Iannini VOTO 5,5. Stesso discorso fatto per Armellino, suo compagno di reparto, a differenza sua però, sbaglia parecchi appoggi. Costretto a rinculare spesso davanti alla difesa per prendere palla per avviare l’azione, soffre il pressing avversario, non è certo la miglior partita del nostro capitano, così come della squadra.
13) Meola 5,5. Cerca di fare il suo, si rende pericoloso con un tiro che termina di poco fuori al 17′, ma ha la colpa di permettere a Di Grazia di far partire quello splendido traversone che risulterà essere letale. Sostituito da SALANDRIA (voto 6) il quale cerca di dar man forte nella zona nevralgica del campo con la sua mobilità e la sua corsa. Sicuramente, sotto questo punto di vista, meglio di Meola.
20) Carretta VOTO 5,5. Non incide come solito. Nel secondo tempo gioca più defilato ma il risultato non cambia. Spesse volte gravita dalle parte di Bergamelli che risulta essere il migliore dei suoi.
10) Strambelli VOTO 5,5. Francobollato con maniere forti dalla difesa catanese, non riesce a dare il suo prezioso contributo, poco utile nell’aiutare Casoli quando si deve coprire. Al 28′ trova un corridoio centrale e fa partire un tiro insidioso che terminerà fuori alla destra di Pisseri.
Al 63′ lascerà il posto a LANINI (voto 5) che non incide nelle maniera più assoluta. Infantino poteva esserci più utile in questa gara ma la sfortuna, in settimana, ha fatto la sua parte privandoci delle prestazioni del bomber di casa nostra.
29) Negro VOTO 5,5. Coinvolto “nell’andazzo” generale, non riesce ad incidere più di tanto. Costretto a girare a largo dell’area siciliana non riesce ad innescare i suoi compagni di reparto ed i suoi soliti movimenti non vengono sfruttati a dovere dai centrocampisti biancazzurri.
All. Auteri VOTO 5.
La responsabilità non può che essere la sua. Al di là del terreno di gioco e della squadra avversaria che ha fatto un ottima partita, deve trovare la “quadra” a questo Matera che, dopo l’arrivo dei nuovi e dopo la pausa invernale, non riesce a ripartire con la consueta decisione. Siamo convinti che da special one qual’è, troverà presto il rimedio in vista dello scontro diretto che si terrà a Foggia dopo il prossimo match casalingo che ci vedrà impegnati contro la rivelazione Virtus Francavilla. Il difficile comincia adesso.
Tifosi 10 !
Encomiabili. Macinano chilometri in una giornata anomala, sono loro i vincitori in assoluto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here