MATERA 2019: ARTISTI SI ARRAMPICANO SU MONUMENTI. POSSIBILI DANNI ALLA CHIESA DEL PURGATORIO

0
101

Fa discutere l’esibizione della compagnia di artisti francesi Pipototal che ieri sera hanno “profanato” la chiesa del Purgatorio arrampicandosi sulla sua facciata. L’esibizione rientrante nel programma culturale di Matera 2019 ha sollevato un vespaio di polemiche per il gesto dissacrante dei saltimbanchi che hanno ignorato (o fatto finta di ignorare) di trovarsi davanti ad una chiesa oltre che ad un monumento barocco tutelato, costruito tra il 1725 ed il 1747. La performance “artistica” in pieno spregio alle più elementari regole di buon senso potrebbe aver danneggiato le lesene in tufo che inquadrano il portale della chiesa. Uno degli artisti era letteralmente avvinghiato ad uno di questi pilastri mentre l’altro pestava con gli anfibi i teschi in tufo posti su un piccolo basamento al lato dell’ingresso. La stessa scena di arrampicata su monumenti tutelati si è ripetuta più tardi sulla facciata di palazzo Lanfranchi costruito tra il 1668 e il 1672. Un atto di una inciviltà inaudita con l’aggravante che si è consumato anche su un palazzo che, ironia della sorte, ospita alcuni uffici della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata che i monumenti dovrebbe tutelarli. Il passaggio degli scalatori ha, ovviamente, lasciato qualche ferita nel bene di interesse archeologico: alcuni frammenti di tufo sfaldatosi durante l’esibizione sono ancora presenti sul basolato davanti la chiesa del Purgatorio. Dalla Fondazione Matera 2019 minimizzano sull’accaduto dicendo che “l’arrampicata non era programmata” e quindi “non era prevedibile”. Adesso sarebbe necessaria una perizia per verificare l’entità di eventuali danni alle due facciate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here