Matera – Akragas 1-0, buona la prima. Le pagelle di Tommaso Taccardi

0
67

Matera – Akragas 1-0, buona la prima.

Un Matera voglioso di far bene ha la meglio su un Akragas volitivo ma sterile in attacco.
Vittoria meritata per il team di Auteri che ha dominato la gara per tutti i novanta minuti denotando una buona condizione ed un ottima intelaiatura nell’attesa che arrivino gli uomini che le possano far fare quel salto di qualità che una tifoseria intera si auspica. Autore del gol che permette alla squadra della città dei sassi di vincere la partita è Mariano Stendardo che permette ai suoi di cancellare il meno uno di penalità e portare la sua squadra a due punti in classifica.
Le pagelle di Tommaso Taccardi:
1) GOLUBOVIC voto 6. Portiere sempre vivo e attivo che se la gioca alla pari con il più quotato Tonti che era in panchina. Poco impegnato, il più delle volte con tiri da fuori, si disimpegna senza grossi affanni.
28) DE FRANCO voto 6,5. Impiegato in una posizione a lui “nuova”, non sfigura affatto tenendo a bada coloro i quali gravavano dalle sue parti. Bene anche nel secondo tempo quando spesso ha affiancato Stendardo dando vita ad una difesa a quattro.
6) STENDARDO voto 7. Dirige la difesa con maestria ed esperienza. In alcune circostanze appare lento, bene nelle palle alte, condisce la sua prestazione con il gol che vale tre punti. Non nuovo al gol all’esordio.
5) SCOGNAMILLO voto 6,5. Benissimo dal suo lato di competenza. Sostituire Mattera non eè cosa facile, lui lo fa con attenzione e concentrazione. Bene nei colpi di testa.
23) DI LORENZO voto 6,5. Sembra giocare con il freno a mano tirato. Non ci stancheremo mai dire che è un giocatore di categorie superiori, dal suo lato di competenza non si passa, pronto ad attaccare la fascia e prontissimo a ripiegare sulla linea difensiva, il tutto, con naturalezza ed eleganza.
8) SALANDRIA voto 6,5. Primo tempo in affanno contro la sua ex squadra. Stenta a trovare misure e ritmo, il secondo tempo, invece, è fatto di tanta sostanza e corsa. Arriva anche, in alcune circostanze, alla conclusione da fuori area.
20) MAIMONEvoto 7,5. La sorpresa, in positivo, della serata. Tanta quantità con quel po’ di qualità che basta per un uomo di centrocampo. Buon fisico e buona personalità nella zona nevralgica del campo. Mai immobile, arriva anche alla conclusione impegnando Vono in un intervento plastico all’incrocio. Migliore in campo.
25) MACCIUCCA voto 6,5. Di incoraggiamento. Nasce quarto basso di difesa e, si sa, i quarti bassi di difesa, con Auteri, giocano esterni di centrocampo (vedi Di Lorenzo). Si impegna molto e, alla lunga, non sfigura affatto.
11) GIOVINCO voto 6,5. Si muove molto tra le linee creando spazio anche per i compagni di reparto con cui si incrocia. Arriva più volte alla conclusione ma appare appannato in fase di finalizzazione. Dal ’73 gli subentra STRAMBELLI (SV) che non ha tempo e modo di dimostrare quel che sa fare. In alcune circostanze fa imbufalire Auteri in panchina.
19) CORADO 6,5. La sua prova, figlia della coralità di squadra. Attaccante con le caratteristiche giuste per Auteri, di movimento. Va in gol, ma il suo cucchiaio gli viene annullato per un fallo di mano sul controllo a seguire che, ai più, è sfuggito. Sostituito da DUGANDZIC al ’67 (voto 6) che conquista la sufficienza mettendosi in mostra, in un occasione, dribblando l’avversario diretto e concludendo a rete (parata a terra di Vono).
21) BATTISTA voto 6,5. Spina nel fianco della difesa ospite. Buona l’intesa, sulla catena di destra, con Di Lorenzo. Arriva anche a concludere a rete risultando tra i più insidiosi del tridente offensivo. Dall’ 85 lo sostituisce SERNICOLA (SV) che, appena entrato, si divora una clamorosa palla gol a tu per tu con Vono.
ALL. AUTERI voto 6,5.
Ottima intelaiatura in attesa che si possa completare l’organico. Mancavano tre elementi fondamentali di questo Matera e cioè Casoli, Mattera e Sartore. Con una coperta così corta non si poteva fare di più. E’ riuscito già a dare un’identità di squadra ai suoi uomini ed ha già cancellato il meno uno in classifica, a fine partita elogia i suoi uomini risultando soddisfatto della prestazione offerta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here