PisticciMarconia nel segno di Anelli: contro la Vultur finisce in parità

0
32

Una scialba domenica di calcio si trasforma in una festa per il PisticciMarconia grazie alla magia di Giovanni Anelli, punta barese della squadra giallorossoblé che, nell’ultimo minuto disponibile, regala il punto del pareggio con una punizione magistrale dai quaranta metri che beffa l’estremo difensore ospite e manda in estasi il pubblico di casa. Partita non eccellente, con la Vultur Rionero che non ha saputo concretizzare il maggior possesso palla e non messo al sicuro il punteggio, mentre il PisticciMarconia, seppur non disputando una prestazione brillante, ha provato a raddrizzare il risultato con grande coraggio e, alla fine, la punizione di Anelli ha premiato gli sforzi compiuti. Passando alla cronaca, nei primi 20’ accade poco e niente, con la Vultur che palleggia e costruisce un forcing asfissiante che non produce azioni pericolose dalle parti di Tesone, portiere all’esordio con la casacca pisticcese. Il più ispirato degli ospiti è Larotonda che, al 5’, prova lo slalom nella retroguardia pisticcese, ma la sua conclusione è strozzata e termina a lato. Al 12’ ci prova il terzino ospite Lorusso, ma il suo tiro dalla distanza si perde sul fondo. Finalmente al 22’ si affaccia in avanti il PisticciMarconia: grande stop di petto di Fusco in area, il centrocampista si libera dalla marcatura ed effettua un cross teso e forte, Della Luna esce plasticamente deviando la sfera che finisce sui piedi di Anelli il quale manca il tap-in. L’undici di patron Gioia si ripete qualche minuto dopo: stavolta è la conclusione di Anelli a colpire i due pali con il difensore Carrieri che sventa il pericolo scaraventando la sfera in calcio d’angolo. La Vultur, dopo la paura per il gol sfiorato dai padroni di casa, passa in vantaggio alla prima vera occasione: siamo al 32’ e Larotonda, sfruttando il grande assist di petto di Brindisi, si presenta tutto solo davanti al portiere, diagonale perfetto che sbatte sul palo interno e finisce in rete. Il PisticciMarconia fatica a reagire, mentre i bianconeri, sospinti dalla gloriosa tifoseria presente in massa al “Michetti”, sfiorano il raddoppio grazie ad un tiro-cross fortunoso di Lorusso che sfiora la traversa. Si va al riposo sullo 0-1, con Anelli disperato per il doppio palo colpito. Secondo tempo con i padroni di casa che partono all’arrembaggio: al 2’la punizione di Anelli termina alta, mentre al 6’ una mischia in area vulturina genera il panico, ma la difesa sbroglia. La partita si incattivisce e fioccano i cartellini gialli, con il direttore di gara che fatica a tenere a bada gli animi in campo: gli ospiti cercano di perdere tempo e far scorrere i minuti, incattivendo gli avversari e il pubblico di casa. Di occasioni se ne vedono ben poche, con le due squadre che si affrontano prevalentemente a centrocampo: al 14’ è Larotonda a rendersi pericoloso, ma la sua conclusione è debole e imprecisa, mentre un minuto più tardi è Di Tolve a spedire il pallone alto in sforbiciata su cross di Pietragallo. Al 22’ si rivedono i padroni di casa con il solito Anelli, ma la sua punizione è disinnescata da un attento Della Luna che respinge. Mister D’Ascanio tenta il tutto per tutto e inserisce il giovane talento di Marconia Stefano Fumarola per dare maggiore spinta e fantasia ad un attacco apparso troppo statico: la mossa si rivelerà vincente, vista la bravura dell’esterno di sgusciare tra le maglie bianconere e mettere in apprensione la retroguardia ospite. Alla mezzora occasionissima per la Vultur, ma il tentativo di pallonetto di Brindisi con Tesone in uscita viene deviata in corner, mentre sul capovolgimento di fronte è l’onnipresente Anelli a sfiorare il pari, ma la sua conclusione in piena area è ribattuta da un difensore. Gli animi si scaldano e a farne le spese è il secondo allenatore degli ospiti Di Tolve, espulso dal direttore di gara. I padroni di casa, nonostante la stanchezza e le provocazioni degli avversari, sfiorano il pari con tiro debole di Fumarola e con una girata in area di Anelli, ma in entrambi i casi un attento Della Luna sventa la minaccia. Proprio quando tutto lasciava presagire ad una sconfitta per i pisticcesi, ecco la grandiosa giocata di Anelli che, dopo la doppietta contro il Lavello, regala un’altra perla ai tifosi di casa e agguanta così un pareggio insperato.
Applausi a fine gara per l’undici locale che ha dimostrato grande voglia di riacciuffare il match, confermando l’ottimo approccio avuto con il campionato di Eccellenza.

Pisticci, stadio “Gaetano Michetti, ore 15:30
PISTICCIMARCONIA: Tesone, Musillo, Spani(dal 10’st Sisto), Fusco(dal 25’st Ranieri), Grassani D, Grassani F, Chimenti, Lorusso, Di Biase, Agneta(dal 30’st Fumarola), Anelli. A disposizione: Cocchiarale, Iannuzziello, Passarelli, Albano. Allenatore: Pinuccio D’Ascanio.
VULTUR RIONERO: Della Luna, Lorusso P, Vaccaro G, Camelia, Toglia, Carriero, Vaccaro G, Pietragalla, Brindisi, Larotonda, Di Tolve. A disposizione: D’Alessandro, Pitoia, Grillo, Di Lucchio, Di Tolve M, Brescia. Allenatore: Pasquale D’Urso
MARCATORI: 32’pt Larotonda, 49’st Anelli
ARBITRO: Signor Mastrodomenico di Bernalda (Paolillo-Fantini)
Spettatori: 150 con folta rappresentanza ospite
Ammoniti: Musillo, Spani, Grassani F e D, Lorusso, Chimenti (PM), Lorusso, Di Tolve (VR)
Espulso al 34’st il secondo allenatore della Vultur Rionero Di Tolve per proteste.

Foto: Marco Muliero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here