Sconfitta la Coserplast a Sora. Continua la marcia trionfale di Lagonegro in B2

0
10

Week-end di pausa per le squadre cestiste lucane che, per la concomitante disputa della Coppa Italia, preparano l’assalto ai rispettivi obiettivi: la Bawer vuole a tutti i costi riprendersi il secondo posto, la Cestistica Bernalda cerca di conquistare un posto nei play-off, la Timberwolves Potenza è a caccia del primo successo stagionale. Settimane fitte di allenamenti per gli atleti lucani che tenteranno di far gioire i loro supporters.
Non si ferma, invece, il campionato di volley di A2, con la Coserplast che cede al tie-break contro Sora e dice addio alla lotta per il terzo posto: ora, il compito dei ragazzi di Mastrangelo è quello di preservare la quarta piazza, in attesa dei play-off. La sfida in terra laziale doveva essere vinta dai materani che avrebbero così avvicinato proprio la Globo Banca Sora al terzo posto, ma qualcosa non è andato per il verso giusto e Pedron e compagni sono tornati con un solo punto nella città dei Sassi.
Partenza spedita per la Coserplast Openet che passa a condurre il match grazie ad una svista del sestetto di casa che fa giocare Bonami, libero non presente a referto. Tutti i punti conquistati dai laziali vengono annullati e la Coserplast, avanti così 0-13, amministra il vantaggio conquistando il set 14-25. La squadra di Fenoglio, nel secondo parziale, si riscatta dopo la beffa di inizio partita e ristabilisce la parità vincendo con un risicato, ma importante, 25-23. La Coserplast è un osso duro e Mastrangelo sa che questa è l’ultima possibilità per agganciare il terzo posto: perciò chiede maggior coraggio ai suoi che lo ripagano con un terzo set non adatto per deboli di cuore, con Khrolis e soci che si impongono 27-29. Ma lo sforzo compiuto si fa sentire e la Coserplast paga la stanchezza perdendo il quarto parziale con un pesante 25-17. Si va al tie-break, con le due squadre che si danno battaglia, ma sono i laziali a spuntarla, trascinati da uno scatenato Fiore: il punteggio finale premia la truppa di Fenoglio 18-16, ma per la Coserplast resta la soddisfazione di un buon match e la consapevolezza di essere una squadra attrezzata per giocarsi le chance promozione nella lotteria dei play-off.
Solita sconfitta per l’Avis Potenza che non conquista punti nemmeno nella sfida contro la penultima in graduatoria di B1, il San Vito dei Normanni. Pesante 0-3 per le leccesi che ridimensiona ulteriormente il sestetto di De Rosa, capace di disputare una delle peggiori partite della stagione contro un avversario non certo forte come gli altri affrontati finora. Le ragazze potentine cedono in tutti e tre i set senza lottare particolarmente, mentre per le brindisine questa vittoria permette di sperare ancora nel miracolo salvezza.
Sconfitta in B1 uomini anche per la Virtus Potenza di Nacci: i ragazzi del tecnico di Ostuni incappano in una sconfitta sul campo di Cosenza per 3-0. Il sestetto calabrese, che si trova al secondo posto, non ha lasciato scampo ai lucani, troppo remissivi e autori di una prova incolore. Restano i punti di vantaggio sulla zona retrocessione, ma occorre un colpo di reni finale per assicurarsi matematicamente la salvezza. Problemi di formazione per il coach potentino che non ha nulla da rimproverare ai suoi: troppo forte Cosenza che vince il primo set 25-17. Non va meglio il secondo parziale, con Cosenza sempre avanti e Potenza che si arrende sul 25-16. Terzo set con qualche timido segnale potentino, ma Cosenza non lascia neanche le briciole al più debole avversario e si impone 25-19. Nella prossima sfida, contro Ugento, la Virtus deve tornare alla vittoria per ipotecare la salvezza e programmare una stagione più esaltante, magari da protagonista nella futura B1.
Bruciante stop interno della Ingest Montescaglioso che si arrende al PalaWojtyla al Brindisi che raggiunge la piazza d’onore in B2. Nonostante la buona prova, il sestetto montese non riesce a fermare la corazzata pugliese che espugna Montescaglioso 1-3. Divario netto in avvio di partita, con la squadra di Emidio Sapio che si arrende addirittura 13-25. Il dominio ospite continua anche nella seconda frazione, che, tuttavia, si conclude in maniera più onorevole per la Ingest che, però, cede 18-25. Scatto d’orgoglio delle montesi che mettono pressione alle ospiti e, con grande forza, vincono con un emozionante 25-17. Dimezzato lo svantaggio, il pubblico crede ad una rimonta delle proprie beniamine, ma il Brindisi vuole i tre punti e vince nettamente 12-25. Nonostante lo stop, il sestetto lucano è ancora in corsa per la salvezza, anche se i tre punti di vantaggio sulla zona rossa non sono un margine troppo tranquillizzante.
Continua a mietere vittime la Cesare Ragazzi che sbanca Mesagne al tie-break e conquista altri due punti fondamentali per la salvezza diretta. Il sestetto di Claps ha definitivamente messo alle spalle la pesante crisi di risultati di gennaio e si sta riportando verso la zona più tranquilla della classifica. Una buona prova contro le brindisine che si sono arrese al miglior gioco potentino. Le ragazze, guidate in campo da un’ottima Francesca Nolè, vincono il primo set 18-25, ma subiscono la rimonta delle padroni di casa che prima pareggiano il conto dei set grazie al 25-22 del secondo parziale, poi passano in vantaggio vincendo la terza frazione 25-23. La Cesare Ragazzi non ci sta, anche perché ha giocato due ottimi periodi nonostante le sconfitte subite; Claps incita le ragazze ad essere più incisive in attacco e le atlete lo ripagano con un bel 21-25 che prolunga la gara fino al tie-break. Nel quinto set le potentine sembrano insuperabili e, grazie alla migliore condizione fisica, si impongono 7-15 portando in Lucania due punti d’oro contro una diretta concorrente alla salvezza.
La Natura Lagonegro si sbarazza in tre set di Altamura e vola al secondo posto in classifica, staccata di undici lunghezze dalle inseguitrici. Una buona prova dei ragazzi di Bosco che stanno conducendo un campionato straordinario in B2. L’avversario di turno, i pugliesi di Cappiello, si è arreso senza contrastare con convinzione lo strapotere lagonegrese che ha iniziato la partita alla grande, conquistando il primo set 25-14. Anche nella seconda frazione non c’è storia: Saccone e compagni sono una macchina perfetta che demolisce 25-16 gli avversari. Il PalaDeSimone incita i suoi beniamini che vincono anche il terzo set, stavolta con qualche preoccupazione in più, 25-20. Con questa vittoria i lucani si avvicinano al primo posto, distante ora solo sei punti.
Perde nettamente l’Amatori Potenza che cede 3-0 al Torricella Taranto: in terra pugliese il sestetto, quello potentino, si fa sorprendere dalla maggiore vivacità dei ragazzi di Cosimo Parisi che conquistano tre punti fondamentali in un match importante nella corsa alla salvezza. Il sestetto di Pamela Petrone rimane in zona rossa, ma continua a sperare nel mantenimento della categoria.
La Pattinomania Matera incassa l’ennesimo k.o. di stagione: la squadra di Marzella perde 7-1 contro il Valdagno, ma, complice l’incapacità di Viareggio di approfittare delle sconfitte dei lucani, mantiene un vantaggio di quattro punti dall’ultimo posto che vale la retrocessione in A2. Per i materani l’unico gol è stato messo a segno da Cellura, mentre nella squadra di casa si è ben distinto il materano Tataranni che ha infilato per ben due volte la sua ex squadra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here