TARANTO RACCONTATA A MATERA. UN PONTE TRA PUGLIA E BASILICATA

0
9

La Puglia guarda a Matera 2019 e lo fa con una serie di appuntamenti di promozione nella Città dei Sassi. Come il fine settimana all’insegna del gusto spartano e dei piatti di famiglia tra degustazioni, racconti, musica e ricette della nonna che si terrà a Taranto sabato 1 e domenica 2 dicembre al Parco archeologico di Collepasso a Taranto (via Rondinelli n°20 nei pressi della Scuola Aeronautica SVAM) dalle ore 10:30 alle 13:30. Per far conoscere l’evento, trasferta degli organizzatori proprio a Matera, al centro di un importante fermento culturale.

L’evento “Viaggio nei sapori del tempo. L’enogastronomia a Taranto tra sport e cultura“, è ideato dal regista Massimo Cimaglia, prodotto dalla società Teseo del tarantino Antonio Mancini, e finanziato dal bando InPuglia365. Preziosa la collaborazione Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto. Lo stesso Cimaglia in questi giorni è stato a Matera per promuovere il territorio, in un’ottica di continuità territoriale tra Puglia e Basilicata, ma anche di una divulgazione delle iniziative- tutte gratuite- previste dal programma “InPuglia365 – Cultura, Natura, Gusto”.

IL PROGRAMMA. Sabato 1 dicembre alle 10:30 si parte con la visita guidata nel Parco. Intorno alle 11:30, sarà il momento di dedicarsi alla cucina antica. Il giornalista Giuseppe Mazzarino, esperto di cultura gastronomica, parlerà dei sissizi: i famosi pasti in comune di Sparta. La narrazione, animata da incursioni canore e interventi di Massimo Cimaglia, sarà seguita dalla degustazione dei piatti a cura dell’Istituto Alberghiero Mediterraneo di Pulsano. 

Domenica 2 dicembre consueta visita guidata nel Parco alle 10:30 e alle 11:30 circa, protagonisti saranno la biodiversità, il turismo esperienziale e la tradizione gastronomica. Marcello Carrozzo della Masseria Urbana di Crispiano, impresa sociale impegnata sul rispetto della natura, parlerà del valore del cibo e di salute. Si potranno gustare eccellenti prodotti, accompagnati da canzoni della tradizione popolare eseguiti da Simona Cucci, Bruno Galeone e Simone Carrino. Un particolare invito è rivolto alle mamme e alle nonne per raccontare le proprie ricette di famiglia, segreti e tradizioni che si custodiscono e si tramandano.

Il progetto vede il sostegno di Regione Puglia, la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, dell’Istituto Superiore Alberghiero “Mediterraneo”, del Coni Puglia, della Pro Loco di Taranto, della Masseria Urbana di Crispiano, e il patrocinio di Comune e Provincia di Taranto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here