Tre giorni di festeggiamenti per il decimo compleanno del Metaponto Beach Festival

0
61

Il groove del Metaponto Beach Festival segnerà per il decimo anno consecutivo il ritmo dell’estate sulla costa ionica lucana. L’appuntamento con la buona musica e il divertimento si rinnoverà dal 16 al 18 agosto nella storica location di Torremare a Metaponto, con una programmazione che ha saputo imporsi a livello nazionale.
Ska, reggae, rock, elettronica e hip hop coloreranno il suono del MBF 2014, che vedrà sul palco il “famous local singer” livornese Bobo Rondelli e i travolgenti The Bluebeaters, orfani di Giuliano Palma ma non della loro capacità di custodire un suono vintage assolutamente originale, pur contaminato ora da elementi più legati alla modernità e
abbinato alla voce di Pat Cosmo, già leader dei Casinò Royal.

La band “blue beat” sarà a Metaponto sabato 16 agosto, per una tappa del CeleBBration, il Tour del ventennale che propone un repertorio nuovo ma non meno esplosivo. Ad anticiparli sul palco, i Zimum, la faccia gioiosa dell’America, che porteranno in Italia il loro street jazz, nell’ambito del Brasilicata Tour. I loro percorsi sonori, che si attardano nella poesia del vivere urbano, faranno da apripista ai Basiliski Roots, la band di Satriano di Lucania fedele al dialetto e al sound reggae, dub e ska. A chiudere la prima giornata del MBF sarà il dj set di Coqò Djette from Ladiescollage, che replicherà il giorno successivo.

Ironico e intimo si preannuncia il live del cantautore toscano Bobo Rondelli, che ha da poco ritrovato una seconda giovinezza con l’uscita del suo ultimo album. L’uomo che aveva battuto la testa – così lo definisce l’amico Virzì nel documentario che lo racconta – salirà sul palco di Torremare domenica 17 agosto, per proporre al pubblico del MBF
canzoni tratte dal suo repertorio solista e cover, intervallate da momenti di poesia e immancabili risate.

Anche il prologo della seconda serata sarà scritto da artisti d’oltreoceano. Il trio Batucatrio aprirà le porte del suggestivo castello lucano ai ritmi incalzanti e coinvolgenti delle percussioni brasiliane, per poi lasciare spazio ai lucani Lomografici e al loro giovane progetto musicale, figlio delle atmosfere rarefatte e dilatate di certa musica nord-europea.

La X edizione del Metaponto Beach Festival si chiuderà lunedì 18 agosto con il tradizionale appuntamento della Meridional Reggae Reunion. Musica in levare, timbri dialettali e impegno civile sono gli ingredienti di quest’appuntamento unico nel suo genere in tutto il Sud Italia, capace di riunire sotto un unico cielo i reggae singer di tutto il Mezzogiorno. Dalla Campania tornerà Zulù dei 99 Posse, insieme a Tonico, Funky Pushertz, Huru man e Patto Mc. Giungeranno dalla Puglia, invece, la regina del reggae, Mama Marjas, insieme a Papa Ricky, Fido Guido, Moddi, Julia Kee, Papa Buju, Treble, Papa Butra e Spaddin. La Calabria sarà rappresentata da Gioman, mentre la Sicilia da Lorrè Shakalab. Tutti si alterneranno sul palco, insieme ai padroni di casa Manuel & Big Simon, accompagnati dalla Krikka Reggae.
Apriranno la serata i giovanissimi Youth Promotion che passeranno poi il testimone ai Cidade do Reggae. La band brasiliana torna al Metaponto Beach Festival, dopo aver inaugurato lo scorso anno l’edizione zero del Basilicata Tour. Reduci del successo sui palchi lucani, rientrati in patria i Cidade do Reggae hanno partecipato con successo al talent show “Superstar” trasmesso su una delle più importanti reti televisive brasiliane.
Nel frattempo, l’incontro con artisti della Basilicata li ha portati alla produzione congiunta di brani con i Krikka Reggae e i Basiliski Roots.

In tutte e tre le giornate festivaliere, sono previste le consuete attività pomeridiane dedicate ai bambini, nell’ambito della sezione LaboArt. La partecipazione degli ospiti carioca si inserisce invece nel progetto Brasilicata Tour, edizione lucana del festival itinerante Espirito Mundo, nato nella città di Vitoria nel 2006.

“Il Metaponto Beach Festival è un bene da tutelare”, dice Manuel Tataranno dell’associazione Krikka, che sottolinea come la manifestazione, pur nella sua brevità, sia capace di ridare respiro ad un territorio da anni agonizzante, stretto tra la crisi economica e l’erosione costiera, che quest’anno ha dovuto fare anche i conti con il maltempo. “Per questo motivo sarebbe stato grave se non si fossero nuovamente create le condizioni per realizzarlo all’interno di Torremare, rischio fortunatamente scongiurato perché l’Amministrazione comunale ha compreso l’importanza dell’evento. Il festival ha un valore culturale ma anche economico, come dimostra il fatto che gli stessi operatori turistici abbiano abbracciato subito la nostra causa. Con loro si stanno creando belle sinergie che ci lasciano ben sperare anche per il futuro. Intanto, in stretta collaborazione con alcuni di essi, siamo già in grado di proporre al nostro pubblico interessanti pacchetti turistici legati ai giorni dell’evento”.

La X edizione del Metaponto Beach Festival è realizzata dalle associazioni Krikka di Bernalda e Multietnica di Potenza, in partnership con Laboratori Culturali di Bernalda e Arci Basilicata. L’evento è patrocinato dall’amministrazione comunale di Bernalda ed è cofinanziato dalla Regione Basilicata, nell’ambito delle azioni promozionali volte a potenziare il sistema lucano di offerta turistica.

Per essere sempre aggiornati è possibile consultare il sito ufficiale dell’evento www.metapontobeach.it o la pagina
facebook “Metaponto Beach Festival”. Per info e tickets: info@metapontobeach.it, 339.3089013.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here