Una Bawer Superlativa. Sconfitte per Coserplast Openet e Cestistica Bernalda. Grande vittoria per la Ingest Montescaglioso

0
36

Una Bawer incontenibile espugna Treviglio e si rilancia nella speciale corsa al primato della Lega Due Silver. Il posto al sole nel campionato è occupato da Agrigento che ha 26 punti, quattro in più della formazione materana che ha dominato l’incontro contro i lombardi dimostrando tutto il suo valore. Un vero e proprio dominio quello del quintetto di Benedetto che nel secondo quarto ha costruito un distacco immenso sugli avversari (22-42) ed amministrato sempre con la massima attenzione il resto della partita, tornando in terra lucana con una vittoria di platino per classifica e morale. Partenza equilibrata tra le due squadre che, prima del match avevano gli stessi punti, con il primo quarto che si chiude 14-17 per gli ospiti. Nella seconda frazione sale in cattedra uno scatenato Rezzano che, con la coppia statunitense Jones-Austin asfalta e tramortisce il sestetto di casa allenato da Vertemati e passa a condurre con ben venti punti di vantaggio. Partita ormai in cassaforte per la Bawer che continua a controllare senza affanni l’incontro per vincere, alla fine, 60-85. Prova di forza per i materani che ora devono proseguire sulla scia di questa partita per avvicinarsi ad un Agrigento che sembra avere davvero una marcia in più.
Continua la striscia negativa della BBC Bernalda che nel 2014 ha conosciuto solo sconfitte: stavolta la squadra di Cotrufo si arrende al Martina Franca 59-49. Sconfitta che accorcia la classifica, con i pugliesi di Fantozzi che si avvicinano all’ultimo posto play-off occupato proprio dalla Cestistica. Brutta gara per i bernaldesi che pagano gli stravolgimenti societari di settimana scorsa e un clima non più sereno come ad inizio stagione. Ora non ci sono scuse per la truppa di Largo San Donato: domenica nella cittadina basentana arriverà il Venafro e l’unico obiettivo è quello di riappacificarsi con i tifosi con una bella vittoria scaccia-crisi. In terra tarantina il sestetto bernaldese si arrende troppo presto al Martina, che scappa avanti con un massimo vantaggio di 32-19. Poi lo scatto d’orgoglio dei lucani di capitan Russo che organizzano una difesa granitica e cercano di rientrare in partita, ma l’attacco è davvero inconsistente e la rimonta sfuma, così come anche il vantaggio sulla zona al di là dei play-off, distante ora solo due punti.
Bella prova per la Timberwolves Potenza di Bochicchio che cede sul campo di Melfi al Benevento dopo una partita combattuta e sempre in bilico. Ci ha pensato la maggiore esperienza e la maggiore caratura del sestetto campano a far pendere l’ago della bilancia a loro favore, mentre ai potentini resta l’amaro in bocca per aver sfiorato il colpaccio che avrebbe garantito al Consorzio i primi punti stagionali. Dopo un avvio a rilento per la squadra di casa ( 14-20 nel primo quarto), il Potenza ha provato a rientrare in partita ed ha impattato il risultato sul 31-31. Terzo quarto giocato punto a punto con grinta e dedizione dal quintetto guidato in campo dal produttivo Marchese che ha mantenuto vivo il risultato (45-45). Nell’ultima frazione però il Benevento ha iniziato a giocare con maggiore precisione e carattere, superando in volata i potentini 62-74. Resta la buona prova per il roster a disposizione di Bochicchio che può essere soddisfatto per l’ottima impostazione alla partita data dai suoi: con maggiore attenzione e compattezza nell’ultimo scorcio di gara il risultato sarebbe potuto essere anche a favore della squadra di casa.
Perde ancora la Coserplast Openet Matera, superata da Monza 3-1. La squadra di Mastrangelo offre una buona prestazione ma viene superata dai lombardi e incappa nella quarta sconfitta consecutiva. Un momento non facile per la Coserplast che, comunque, mantiene il quarto posto in classifica e, a salvezza raggiunta, può togliersi ancora altre soddisfazioni nel campionato di A2. Sul campo del Monza la squadra materana gioca bene, vince il primo set e rimane in partita per tutti i restanti parziali, ma viene superata dalla formazione di Vacondio che resta vicina alla capolista Tonazzo Padova. Primo set per cuori forti, con la Coserplast che, nonostante l’assenza dell’olandese Krolis, riesce a vincere 34-36: un punteggio incredibile che evidenzia tutta la grinta materana di tornare alla vittoria. Ma la Vero Monza pareggia subito, vincendo il secondo set 25-20. Flessione fisica della Coserplast che perde anche il terzo set 25-19. Scatto d’orgoglio nel quarto parziale, ma Marretta e compagni non sono in grado di gestire il vantaggio di 18-21 e vengono superati dalla rimonta monzese che raggiunge senza affanni il 25-23 finale che decreta la fine delle ostilità e i tre punti in loro favore.
Altra delusione in B1 per l’Avis Potenza che cede in casa alla Primadonna CampusX Bari 3-0. Il sestetto pugliese, allenato dalla ex Gagliardi, conquista tre punti fondamentali per avvicinarsi alla zona salvezza, mentre per la squadra potentina, nonostante una prova discreta, arriva l’ennesima sconfitta che non permette alle ragazze di De Rosa di staccarsi dall’ultimo posto in classifica.
Sconfitta al PalaMazzola di Taranto per la Virtus Potenza di Nacci che cede 3-0 al Pulsano: partita senza storia per i potentini che perdono tutti i set senza lottare particolarmente. Nonostante lo stop, però, la squadra potentina mantiene il vantaggio rassicurante sulla zona retrocessione visto che il Martina, ultimo con due punti, non trova mai la vittoria.
Prestazione eccelsa per la Ingest Montescaglioso di Sapio che vince 3-0 contro la capolista Cutrofiano: una partita meravigliosa per le montesi che travolgono le salentine lottando alla pari con la squadra più forte del torneo. Primo set giocato punto a punto che si chiude a vantaggio delle padroni di casa 27-25. PalaWoytjla sempre più entusiasta per le prestazioni sempre più produttive della Ingest che ha ribaltato l’inizio di stagione nero, conquistando la zona salvezza. Secondo set di dominio montese che si impone 25-22, mentre nel terzo la capolista si arrende 25-19. Domenica da incorniciare per il volley di Montescaglioso che, con questa vittoria, ha dato una spinta decisiva per la lotta alla salvezza.
Chi, invece, rischia sempre più la retrocessione è la Cesare Ragazzi Potenza di Claps che perde a Brindisi 3-0: partita sempre a favore delle padroni di casa che mai sono impensierite da Alexandrova e compagne che vedono compromettersi sempre più un campionato iniziato con ben altri obiettivi: in piena zona retrocessione, spetta ora a Claps trovare la soluzione ad una crisi che sembra inarrestabile.
Seconda sconfitta consecutiva per la Natura Lagonegro che perde 3-1 a Marigliano, conserva il secondo posto in B2, ma vede allontanarsi sempre più la capolista Aversa. Brutta gara per il sestetto di Bosco che vince solo il primo set, ma poi viene superato in scioltezza dai padroni di casa che si impongono e ipotecano la salvezza.
Perde ancora l’Amatori Potenza che, con questa sconfitta, vede allontanarsi di sei punti la zona salvezza: il Locorotondo alla Caizzo ha la meglio per 3-0 sulla compagine di Pamela Petrone che deve fare miracoli per raggiungere la salvezza, altrimenti tutti gli sforzi fatti finora saranno vani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here