VELA: RITORNA IL CAMPIONATO INVERNALE DEL MAR IONIO AL PORTO DEGLI ARGONAUTI

0
36

VELA: RITORNA IL CAMPIONATO INVERNALE DEL MAR IONIO AL PORTO DEGLI ARGONAUTI
A Marina di Pisticci da Ottobre 2014 a Maggio 2015 la quarta edizione dell’apprezzato Trofeo “Megale Hellas”
Ritorna per il quarto anno consecutivo la vela d’inverno al Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci. Parte ad ottobre la quarta edizione del Campionato Invernale di vela del Mar Ionio, Trofeo Megale Hellas. La manifestazione velica che si svolgerà dal prossimo mese di ottobre 2014 fino a maggio 2015 nello specchio di mare antistante il Porto degli Argonauti, è stata presentata questa mattina al Porto degli Argonauti dagli organizzatori e dai rappresentanti dei circoli velici che si affacciano sullo Ionio lucano: il Circolo Vela Taranto, il Circolo Vela Basilicata, il Circolo Vela Argonauti. Il Campionato Invernale del Mar Jonio è diventato l’evento più significativo per la vela d’inverno dell’intero arco ionico e tra le manifestazioni veliche più accreditate del Sud Italia. Nel corso degli anni è stata sempre crescente l’adesione alla competizione da parte di armatori e velisti di tutta Italia: in media nella scorsa edizione c’èrano tra trenta e quaranta imbarcazioni iscritte per ogni gara. Sono previste 8 regate una ogni ultima domenica del mese anche se l’organizzazione sta valutando la possibilità di aumentare il numero delle gare. Le regate infatti rappresentano anche un’occasione per far apprezzare la bellezza di questo mare e dei territori dell’entroterra, destagionalizzando l’offerta turistica lucana. Nei weekend di gara ci saranno incontri a tema, workshop formativi sulla vela, attività collaterali e saranno attivate una serie di convenzioni per i regatanti, per gli appassionati di vela e per le famiglie che decideranno di trascorrere del tempo al Porto degli Argonauti.
Antonio De Nicolò del Circolo vela Argonauti afferma: “la formula è collaudata: le imbarcazioni ammesse sono mini altura, crociera regata, gran crociera vele bianche, e in base agli iscritti saranno suddivise. Tutte le barche devono essere certificate ORC (offshore racing club) per poter accedere ai punti. Per la redazione del certificato ORC supporteremo gli armatori. Tra le innovazioni, oltre la regata a bastoni davanti al porto, organizzeremo gare costiere a triangolo anche più lunghe. Siamo alla quarta edizione e il numero delle imbarcazioni si è incrementato di anno in anno. Abbiamo imbarcazioni dall’Adriatico, dal Tirreno e 4 imbarcazioni da Roma. Abbiamo avuto la manifestazione di interesse anche da una imbarcazione dell’Asl di Bari con una team che utilizza la vela per fare terapia con pazienti psichiatrici. Il campionato invernale non serve solo a destagionalizzare ma anche a portare sulla costa ionica tra le 300 e le 500 persone per ogni weekend. Un modo per avvicinare le persone al mare. Il clima invernale particolarmente mite ci aiuta in questo scopo. Il calendario non è ancora definitivo proprio perché stiamo cercando di aumentare il numero delle regate mensili”.
“Porto degli Argonauti si impegnerà – afferma Marilinda Nettis, organizzatrice del Campionato-per aumentare il numero di prove, probabilmente aggiungeremo una gara il sabato oltre quella domenicale. Ovviamente le strutture del porto saranno a disposizione non solo dei regatanti ma anche delle famiglie: ci saranno eventi, cene, prove di cucina, possibilità di alloggiare nelle case vacanze e, a supporto degli armatori, saranno aperti i cantieri di manutenzione. La posizione strategica a cavallo di tre regioni (4 se si considera anche la Sicilia) e la bellezza del luogo fanno del campionato una occasione per vivere il mare e la natura di inverno”.
Alberico Albano del circolo vela Taranto ha sottolineato che “finalmente si parla di un campionato sullo ionio. Abbiamo una valida alternativa alle regate dell’Adriatico. Quindi il nostro mare diventa il centro di tutti i circoli che partono da Gallipoli e arrivano a Reggio Calabria. Ovviamente devono essere anche gli armatori a sostenere questo campionato”.
Bartolomeo Maugeri dell’Uvai ha dichiarato che “per incentivare la partecipazione di nuovi armatori, il certificato di stazza (per le barche nuove) sarà valido 2 anni (anziché 1 anno) come abbiamo fatto per la scorsa edizione”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here