Arisa e Nicola Timpone: i volti lucani di Sanremo 2014

0
275

Un po’ di Basilicata giunge anche a Sanremo 2014 grazie alla partecipazione della cantante Rosalba Pippa, in arte Arisa. La trentunenne lucana, cresciuta e vissuta a Pignola, in provincia di Potenza, si esibirà per la quarta volta sul prestigioso palcoscenico sanremese, dopo il secondo posto conquistato due anni fa con il singolo “La Notte” e la vittoria nelle Nuove Proposte cinque anni fa con Sincerità. Per la 64° edizione del Festival la cantante pignolese presenterà due singoli tra i quali il pubblico dovrà preferire quello migliore: Lentamente (Il primo che passa) di Cristina Donà e Controvento di Giuseppe Anastasi. Due canzoni che hanno lo stesso tema, l’amore, visto da due differenti angolazioni: nella prima l’amore è visto come una promessa di esserci sempre, anche senza cambiare la vita dell’altro; nella seconda l’amore è celebrato come serenità e compagnia, non sofferenze e dolore. Starà al numerosissimo pubblico sanremese scegliere quale dei due singoli della cantante potentina possa provare a conquistare il più ambito trofeo della musica italiana. Rosalba Pippa ha scelto il suo nome d’arte mettendo insieme le iniziali dei suoi familiari che sempre l’hanno sostenuta nella sua vita, musicale e non: un tributo alla famiglia che evidenzia anche tutto l’attaccamento alla sua terra che, ogni tanto, viene ricordata anche perché sforna ottimi artisti che portano in alto il buon nome della Basilicata. Forza Rosalba, la tua Lucania ti sostiene.
Ma la rappresentanza lucana al Festival della Musica Italiana non finisce certo qui: infatti, il lagonegrese Nicola Timpone sarà ospite di Casa Sanremo per far conoscere all’Italia le bellezze e le peculiarità della Basilicata. Nell’intervista concessa a www.casasanremo.it, il direttore del Gruppo di Azione Locale (GAL) “La Cittadella del Sapere” presenterà il progetto di promozione turistica, culturale, gastronomica e rurale della Lucania. Nell’intervista, infatti, Timpone definisce la nostra regione il futuro del Sud turistico, perché ha paesaggi e potenzialità per poter avere il ruolo di forza trainante per tutte le altre regioni del Meridione. Fiducia, quindi, nel futuro per il direttore che, inoltre, lancia un appello ai giovani lucani affinché non fuggano via ma si impegnino a costruirsi un futuro proprio nella nostra regione, cercando di utilizzare le proprie capacità ed energie nel turismo culturale che è l’unico settore che ha risentito meno della crisi. E Timpone chiude prospettando una possibile collaborazione con Arisa nella promozione della Basilicata, con una sorpresa organizzata dalla stessa cantante di cui ancora non si può parlare.
Staremo a vedere: intanto, in bocca al lupo ai due lucani affinché riescano a centrare i loro rispettivi obiettivi in questo Sanremo 2014.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here