Auteri: “A Melfi per riattaccare l’interruttore”.

0
305

Un Auteri insolitamente sorridente presenta la gara che vedrà impegnato il suo Matera con il Melfi in un derby che ha tutte le caratteristiche di essere una partita “insipida” ma condita, in settimana, dall’ennesima “bufala” dell’anno che vedeva il trainer materano dimissionario e che ha costretto la società di patron Columella a isolare la squadra nel ritiro di Salandra.
“Andremo a Melfi per cercare di riattaccare l’interruttore che troppo spesso, nel girone di ritorno, è andato ad intermittenza”, esordisce il tecnico di Floridia, ” ci cuciamo addosso buone prestazioni con un abito bello (vedi Lecce, Monopoli ecc..) ma poi incappiamo in stupidaggini in cui continuiamo a fare regali. Mi auguro sia per il fatto che stacchiamo l’interruttore, sicuramente inconsciamente e involontariamente, ma spero che possano arrivare presto partite che contano perché non c’è miglior mezzo, più che le parole, per far capire questa anomalia. La squadra le partite le gioca, lo dimostra il fatto che siamo andati in finale di coppa ed abbiamo disputato una buona gara anche lì, però poi manca di quel pizzico di cattiveria, di sostanza, di concretezza che sono poi le cose che ti fanno andar lontano.
La decisione del ritiro è stata una scelta della società e non so se avrà termine dopo la partita di Melfi.
Nonostante le voci della settimana, ci siamo concentrati sul lavoro, su questo piano abbiamo sempre lavorato bene, abbiamo delle regole dentro il campo e questo gruppo ha sempre rispettato le consegne. Il problema è quello che vi ho detto prima, io lo sottolineo spesso ai miei uomini ma, evidentemente, finché non ci sbatti, non apprendi appieno la lezione che poi il campo ti dà. Questo non succede solo da noi ma succede anche in altri gironi con altre squadre dove, in classifica, hanno poco da modificare. Se si è avvertita la “scossa” di inzio settimana?
Dal punto di vista del lavoro, non ho visto differenze, siamo stati insieme in ritiro e tutto è filato via liscio, mi auguro che domani la partita ci dia le risposte giuste, ripeto, bisogna accendere l’interruttore nonostante le motivazioni, inconsciamente, possono non sembrare importanti. Provare altri moduli? Abbiamo cambiato sempre modulo in stagione”, taglia corto il mister, ” non è che le partite si vincono con i numeri, dobbiamo soltanto cambiare atteggiamento mentale!
Adesso pensiamo alla partita di domani e vediamo di attaccare questa benedetta spina e di fare una prestazione che sia consistente sotto il punto di vista della solidità e della concretezza. Il Melfi ha fatto un grande percorso dopo il cambio tecnico, da parecchio tempo sono sul “pezzo” ed hanno agguantato i play-out quando tutti non ci credevano, mi auguro possano staccare un attimino l’interruttore come sta capitando a noi da due mesi a questa parte.
A Melfi non giocherà Di Lorenzo che è squalificato e non saranno disponibili Infantino, Bertoncini e Gigli ma saranno tutti presenti a questa trasferta, compreso Papini che è rientrato e dovrà affrontare un percorso alternativo per recuperare la condizione”.
Tommaso Taccardi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here