BBC Bernalda ferma la crisi e vince contro Molfetta.Stop pesante per la Bawer Matera

0
87

Nuovo pesante k.o. per la Bawer Matera che viene superata dal non irresistibile Reggio Calabria 80-76.In terra calabrese il quintetto di Benedetto ottiene il secondo stop consecutivo che permette alla capolista Agrigento,vittoriosa 66-65 su Treviglio,di volare sul +8 che le garantisce la quasi certezza del salto in LegaGold.Per il Matera,che rimane secondo in classifica,ci sarà la possibilità di ambire al salto di categoria mediante i play-off.Partita iniziata male e finita peggio per Austin e compagni che si sono fatti sorprendere dalla squadra di Ponticiello che,con questa vittoria,avvicina la zona play-off e ipoteca la salvezza diretta senza passare per la lotteria dei play-out.A Vibo Valentia il miglior realizzatore è stato il buon Hamilton,autore di ben 26 punti che hanno permesso alla Viola di conquistare i due punti iniziali.L’inizio del match è traumatico per la Bawer che deve rincorrere già nel primo quarto che si chiude 18-11 per i calabresi.Secondo quarto di maggiore equilibrio, con Matera che si riavvicina prepotentemente alla parità,ma,i calabresi,seppur a fatica,rimangono avanti 35-34.Il ritorno in campo per i materani è un disastro:Reggio Calabria approfitta di una difesa terribile e di un attacco inconcludente degli ospiti per volare addirittura sul 63-47,nonostante l’iniziale vantaggio di Vico e compagni.La Bawer non si scompone e comincia la lenta risalita fino al 78-76 che sembra portare gli ospiti all’over time:ma così non è perché il sestetto di casa mantiene i nervi saldi e sfrutta una decisione dubbia del direttore di gara per portarsi con i due tiri dalla lunetta di Hamilton sul definitivo 80-76.Grande festa sugli spalti per una vittoria onorevole e decisiva per il campionato contro una squadra forte come la Bawer Matera che,ora,non deve cercare di perdere il secondo posto.
La Cestistica Bernalda torna,dopo sette sconfitte consecutive, e lo fa nel segno del solito Russo,autentico trascinatore di una squadra che,dopo un periodo buio,può tornare a sperare addirittura ai play-off.La vittima di turno è stata la Gommato Molfetta che ha ceduto 78-71 al PalaCampagna al termine di una sfida intensa e mai prevedibile.All’inizio del match contestazione del gruppo della Curva che diserta la gara chiedendo le dimissioni di coach Cotrufo.Partono fortissimo i ragazzi della BBC che scapano avanti 24-14 nel primo parziale, dimostrando un gioco discreto e un attacco finalmente efficace.Secondo quarto in cui i pugliesi tentano di rimettersi in carreggiata,costringendo i padroni di casa ad una partita più attenta e decisa:Langella e compagni mettono pressione alla BBC fino al 40-37 finale.Rientrati dagli spogliatoi,gli ospiti si fanno sempre più pericolosi e,trascinati dall’ottimo Maggi,si portano sul 59-58.Sembra un’altra domenica stregata per i bernaldesi,ma ci pensa capitan Russo a caricarsi il Bernalda sulle spalle e condurlo a canestro con una maggiore facilità,fino al 78-71 che mette la parola fine alla crisi e rilancia il Bernalda,distante solo due punti dalla zona play-off.
Prima partita nella fase ad orologio per il Consorzio Potenza che,senza Lorusso,cede di schianto in casa al Campli 48-89.Partita negativa per i potentini di Bochicchio che iniziano questa nuova fase del campionato di Divisione Nazionale C come avevano terminato quella precedente: con una sconfitta che evidenzia i notevoli limiti fisici e di organico che hanno caratterizzato tutto il percorso della giovane squadra del capoluogo lucano.
Continua a vincere la Coserplast Matera che,nel campionato di A2 di volley,supera 3-1 Cantù al PalaSassi e mantiene l’importantissimo quarto posto in vista della lotteria play-off.La sfida è con Ortona,distante un solo punto e prossima avversaria del sestetto di Mastrangelo in terra lucana.La partita di domenica contro Cantù ha fatto registrare una buona prova dei ragazzi materani che hanno concesso solo un set ai temibili avversari,il primo, nel quale la truppa di Mastrangelo sembra molle e ferma sulle gambe perdendo 23-25.Ma la reazione del sestetto di casa è veemente e immediata,con Khrolis che torna ai livelli di inizio stagione e condanna Cantù alla sconfitta per 25-23.Rotto il ghiaccio, per i ragazzi di casa,trascinati dall’encomiabile tifo dei South Boys,è tutto facile e,nella terza frazione,riescono a demolire le fragili resistenze lombarde,imponendosi 25-16.Il quarto set è un’autentica battaglia: le squadre giocano punto a punto,ma è Matera ad avere la meglio ai vantaggi e conquistare tre punti fondamentali per la corsa al quarto posto(26-24 il punteggio dell’ultimo parziale).
L’Avis Potenza,invece,cede ancora 3-0,stavolta alla Volalto Caserta:le potentine di De Rosa incappano nell’ennesima sonfitta stagionale e rimangono ferme a zero punti in B1,ormai condannate alla retrocessione nella categoria inferiore.
Perdono anche gli uomini di B1 della Virtus Potenza:nulla da fare contro il forte Alessano che si conferma capolista del torneo e infligge un pesante 3-0 agli uomini di Nacci che vedono avvicinarsi il Martina vittorioso a Messina.Il margine sulla zona retrocessione resta comunque tranquillizzante(+7),ma per ipotecare la salvezza occorrerà regalare qualche altra gioia al pubblico potentino amante del volley.
In B2 donne entrambe le formazioni lucane vincono con merito:la Ingest Montescaglioso di Emidio Sapio sconfigge al tie-break le dirette avversarie di Torre Annunziata ed ipoteca la permanenza nel campionato nazionale.Partita tesa con le campane che hanno lottato fino alla fine,ma la voglia di vittoria delle montesi è stata più forte.Dopo una buona partenza(vittoria nel primo set 25-19), le padrone di casa hanno subito la rimonta campana: le torresi,infatti,hanno vinto il secondo set 22-25 e,nel terzo parziale,addirittura 19-25.Grande reazione per le montesi che vincono il quarto set 25-16 e,sfruttando il vistoso calo fisico delle ospiti,si impongono anche al tie-break 15-6.Con questi due punti la Ingest si porta sul +7 dalla zona retrocessione.
Anche la Cesare Ragazzi Potenza fa la voce grossa,sconfiggendo in tre set la Cenerentola Nola,mai in partita e sommersa dagli attacchi vincenti di Nolè e compagne davvero scatenate.Vittoria doveva essere è vittoria è stata per le potentine che ora guardano al futuro con maggiore convinzione: la zona retrocessione è ormai lontana e resta il rammarico di una prima parte di stagione deludente che ha allontanato troppo la zona promozione.
Giornata positiva anche per l’Amatori Potenza che vince 3-1 contro Gioia del Colle e prosegue la sua marcia verso la conquista della permanenza in B: i ragazzi di Pamela Petrone,infatti,hanno 20 punti in classifica e un vantaggio sempre più rassicurante sulla zona retrocessione.Primo set di marca lucana con Chieco e compagni che si impongono 25-21.I pugliesi mettono paura ai padroni di casa conquistando il secondo set 19-25.Ma nei restanti parziali è un monologo potentino quello che si verifica nella palestra della Caizzo con l’Amatori che passa a condurre vincendo il terzo quarto 25-22, mentre nel quarto e decisivo set i potentini controllano e domano 25-16 i pugliesi di Cavalera.
Chiude la scoppiettante domenica sportiva lucana la sconfitta interna della Pattinomania Matera,sconfitta da Sarzana 5-6:stop che non pregiudica la salvezza,visto che la formazione di Manzella resta a +4 dalla zona retrocessione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here