Caos alla BBC Bernalda: si dimette il presidente. Domenica di sconfitte per le squadre lucane

0
125

La Bawer Matera sfiora il colpaccio sul campo della capolista Ferrara, uscendo battuta 68-65. Ottima la prova di Jones e compagni che hanno tenuto testa al sestetto più forte del campionato e, nonostante la sconfitta, possono continuare ad ambire alla vittoria del campionato. Dopo un avvio disastroso ( i ferraresi avanti alla fine del primo quarto 21-14) Benedetto riorganizza al meglio i suoi in campo e uno scatenato Maganza, subentrato dalla panchina, trascina i suoi al pareggio sul 30-30. Alla fine dei secondi dieci minuti Ferrara è avanti 35-34. La partita prosegue sul filo dell’equilibrio, le squadre giocano punto a punto e danno vita ad una prestazione tutto cuore e grinta, tenendo in apprensione i numerosi tifosi accorsi. Il terzo quarto si chiude 46-44, ma Matera non demorde e rimane attaccata al risultato fino all’ingiusto 68-65 finale. Tanta la rabbia di Benedetto per l’exploit sfiorato che avrebbe regalato il primato alla truppa materana che, a fine gara, ha da lamentarsi anche per alcune scelte arbitrali non proprio condivisibili. Ora, avuta consapevolezza della propria forza, la Bawer deve ricaricare le pile in fretta per tornare alla vittoria e dire la sua nella lotta alla vittoria della Lega Due Silver.
Sconfitta dolorosissima anche per la Cestistica Bernalda che perde partita e presidente: infatti, dopo lo stop interno contro la vice-capolista Agropoli, il presidente Salerno, con tutta la dirigenza ha rassegnato le dimissioni a seguito del comportamento dei tifosi di casa durante il match, giudicato dal numero uno di Largo San Donato antisportivo e irrispettoso. Infatti al presidente non sono andati giù i fischi e la contestazione che i supporter bernaldesi hanno riservato al quintetto di Cotrufo durante tutta la partita, giungendo così a questa drastica decisione. L’incontro si è chiuso con un pesante 54-97 per la formazione campana guidata dal potentino Paternoster, con un Bernalda mai in partita e alla terza sconfitta consecutiva che, comunque, non allontana la BBC dalla zona play-off. Ma la prestazione così cattiva non è andata giù ai tifosi che hanno contestato la squadra, forse in maniera troppo pesante visto l’ottimo campionato disputato finora. Forse un ritorno alla vittoria potrebbe rasserenare gli animi: è questo l’obiettivo principale di capitan Russo e dei suoi compagni.
Continua inarrestabile la serie di sconfitte consecutive della Timberwolves Potenza che stavolta perde contro il Castellammare di Stabia 87-78. Buona prova dei ragazzi di Bochicchio che giocano alla pari dei campani per due quarti per poi calare fisicamente e rimanere a bocca uscita. Con questo stop ora il numero delle partite perse sale a quindici, ma la prestazione positiva lascia ben sperare anche se non cancella l’ultimo posto in classifica nella Serie C.
Se la domenica del basket è nera, non è certo più colorata quella della pallavolo: infatti la Coserplast Matera, davanti le telecamere di RaiSport 1, cede al PalaSassi a Itely Milano 2-3, dopo essere stata avanti per 2-0 nel conto dei set. Calo fisico e cattiva gestione dei cambi hanno provocato la sconfitta che allontana la vetta della classifica a sette punti. Partenza sprint per il sestetto di Mastrangelo che deve fare a meno di Krolis: in 25’ Luis Fernando e compagni regolano i milanesi con un sofferto 25-23. Nella seconda frazione le squadre continuano a darsi battaglia, ma ancora una volta è la Coserplast a spuntarla, imponendosi 25-22. Ma nel terzo parziale Milano inizia a costruire la rimonta, vincendo 19-25 grazie alle numerose amnesie degli atleti della città dei Sassi. La squadra di casa perde per infortunio Luppi( al suo posto Granito) e, venendo meno i giocatori più importanti, la rimonta dei lombardi diviene meno impervia. Nonostante la buona volontà, Milano pareggia il conto dei set vincendo il quarto 19-25. I cronisti Rai si trovano a dover commentare un tie-break emozionante, giocato punto a punto e vinto dagli ospiti 14-16.
Evidente la perdita di concentrazione e lucidità nella fase finale della partita, la Coserplast paga a caro prezzo l’assenza di Krolis e l’infortunio di Luppi, ma questa sconfitta non cancella l’ottimo cammino in campionato, condito dalla qualificazione alla Final Four di Coppa Italia. L’A2 ha così scoperto una nuova protagonista.
Sconfitta senza attenuanti in B1 per la Virtus Potenza: i ragazzi di Nacci sono stati superati in casa dai calabresi del Lamezia 3-0, ma la sconfitta non porta gravi danni alla classifica, visto che i potentini mantengono i sette punti di vantaggio dalla zona retrocessione. Troppa la differenza in campo tra i due sestetti: quello calabrese, allenato da Gianpietro Ringano, ha superato in agilità la Virtus, evidenziando un miglior gioco e una tecnica superiore. Tutto questo è già troppo evidente nel primo set, quando Cimino e compagni superano il sestetto potentino 15-25. Nel secondo set Nacci chiede ai suoi maggiore concentrazione: la Virtus resta in partita quasi fino alla fine, ma viene battuta 20-25. Terzo set di assoluto dominio calabrese che vince 16-25 e torna a casa con tre punti importanti per la corsa ai play-off.
Le compaesane dell’Avis Potenza cedono ancora in B1, superate stavolta da Proger Volley Roma per 3-0: in terra laziale la truppa di De Rosa lotta con onore al cospetto di una squadra superiore, ma non riesce a conquistare nemmeno un set, rimanendo desolatamente all’ultimo posto con zero punti. Nella prima frazione le romane di Camolo si impongono 25-11, mentre nel secondo set la fortissima Nolè trascina le potentine che non riescono tuttavia ad andare oltre i 21 punti. Terzo set di normale amministrazione per le padroni di casa che chiudono il match con un pesante 25-15.
Importante affermazione esterna della Ingest Montescaglioso che conquista la seconda vittoria consecutiva ed aggancia la zona salvezza in B2: le ragazze di Sapio espugnano Turi 1-3 e riaccendono le speranze di mantenere la categoria, cosa impensabile dopo le prime otto giornate quando le montesi non erano riuscite a conquistare nemmeno un punto. Partenza a razzo delle lucane che si impongono 19-25, mostrando ottime giocate e buone trame. Ma le pugliesi non si perdono d’animo e riaprono la partita vincendo il secondo set 25-22. La Ingest, però, non è la squadra di inizio stagione e lo dimostra vincendo il terzo set 19-25. La forza del Montescaglioso si palesa nel set decisivo, visto che le ragazze non sprecano l’occasione di conquistare tre punti d’oro contro una diretta concorrente e vincono 21-25, potendo festeggiare l’aggancio alla corregionali della Cesare Ragazzi Potenza in piena corsa salvezza.
Proprio per le ragazze di Claps non c’è fine alla crisi: infatti la squadra potentina perde ancora in casa, schiacciata da Isernia 1-3. Delusione e amarezza alla Caizzo per Nolè e compagne che sprecano l’occasione di tirarsi fuori dalle zone pericolose della classifica e ora si trovano in piena zona play-out. Avvio da incubo per la Cesare Ragazzi che cede nei primi due set 11-25 e 16-25. La squadra di Claps prova a riaprire il match imponendosi nella terza frazione 25-18, ma la squadra molisana chiude la partita grazie alla vittoria per 15-25 nel quarto set.
In B2 sconfitte per Natura Lagonegro e Amatori Potenza, superate rispettivamente da Ottaviano e Exton Aversa. I lagonegresi si arrendono con onore alla capolista per 3-2, mentre i ragazzi di Petrone cedono 3-1 contro i campani dell’Ottaviano. Nonostante la sconfitta, Lagonegro mantiene il secondo posto e può essere fiero del grande campionato svolto finora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here