Capolavoro del Bernalda Futsal: schiantata la capolista Lagonegro

0
232

Si rialza e lo fa con stile il Bernalda Futsal che riprende a correre in campionato dopo i due stop consecutivi. Un sabato di futsal perfetto per gli uomini di mister Masiello che, nonostante l’assenza di ben otto giocatori, sono riusciti ad arginare la capolista Lagonegro e a conquistare i tre punti in un PalaCampagna che si è trasformato in una bolgia capace di trascinare alla vittoria i giocatori sul campo. La capolista non è riuscita a sviluppare il suo gioco, grazie al pressing alto e massimale che i giocatori rossoblù hanno concretizzato sul campo e alla grande aggressività che ha spiazzato la ex capolista potentina. Match a senso unico nel primo tempo, con le occasioni più ghiotte che capitano sui piedi dei bernaldesi, ma a causa dell’imprecisione nei tiri e per le grandi parate di Brandi Risimini e soci non sono riusciti a dilagare. Il primo pericolo alla porta avversaria la crea Plati che sradica la sfera ad un avversario, ma calcia alto. Risponde al 3’ Rotondaro, ma anche la sua conclusione termina sul fondo. Al 5’ un destro di Mianulli scalda le mani a Brandi che è costretto a ripetersi su Plati poco dopo. Al 6’ doppio intervento prodigioso di Amatulli che nega il gol ancora allo scatenato Rotonadaro. La partita è gradevole, con i padroni di casa che pressano su ogni pallone e mettono alle corde gli avversari, pericolosi solo con una conclusione di Cresci R ben respinta dall’estremo difensore locale. E’ Fusco il più pericoloso tra i padroni di casa: i suoi tiri mettono sempre apprensione alla retroguardia potentina e al 14’ è un suo tiro al volo a far tremare Brandi: palla alta. Il portiere ospite si ripete ancora al 16’deviando in corner il tocco sotto porta del giovane Paradiso. Al 17’ i bernaldesi passano: magica giocata di Fusco che arpiona il pallone in mediana e, con un lancio perfetto, innesca Plati: il presidente-giocatore si invola verso la porta e con una diagonale perfetto silura Brandi. Neanche il tempo di gioire che la capolista pareggia: siamo al 19’ quando Marino sfrutta un errato posizionamento della retroguardia locale e, tutto solo, supera Amatulli. Nei due minuti di recupero, concessi dal signor Ceraldi, i padroni di casa vanno vicini al nuovo vantaggio, ma la sventola da punizione di Fusco sibila il palo e termina fuori. Nella ripresa il Bernalda Futsal, a corto di uomini, arretra per gestire le forze e il Lagonegro ne approfitta, passando in vantaggio al 5’ con un conclusione fortunosa di Marino che sigla la sua personale doppietta. Ferito nell’orgoglio, il Bernalda, autentico dominatore sul parquet, si rifà sotto, ma sembra ancora un sabato stregato per il quintetto di Masiello visto che la palla sembra proprio non voler entrare: ci provano Mianulli, Fusco e Plati, ma Brandi è attento. Al 12’ il portiere ospite si ripete sul colpo di testa ravvicinato di Paradiso che schiaccia verso la porta, ma un intervento prodigioso del numero 12 tiene avanti gli ospiti. Dall’altro lato Amatulli, prima di lasciare il posto a Capozzi, compie un autentico miracolo sulla conclusione da due passi di Cresci R. Al 16’ meritato pareggio di Fusco che sfrutta l’assist di Paradiso e deposita la sfera in porta, mandando in estasi gli oltre trecento spettatori locali. Il Bernalda Futsal ora ci crede e, sospinta dal caloroso pubblico, passa in vantaggio al 18’: Paradiso conquista un calcio di punizione da posizione defilata, calcia Fusco, la palla deviata arriva proprio sulla testa di Clementelli, autentico baluardo difensivo fino a quel momento, che non può far altro che insaccare per il vantaggio rossoblù. Apoteosi sugli spalti, mentre gli ospiti si innervosiscono e ne fa le spese Rotondaro, espulso per qualche parola di troppo all’arbitro. Dopo tre minuti di recupero si chiude un match al cardiopalma in cui il Bernalda Futsal si aggiudica i tre punti e torna a sorridere per la vittoria e per un gruppo che si è dimostrato all’altezza della capolista, nonostante le tante assenza. Ora settimana di riposo per la squadra di Masiello che sarà impegnata il prossimo 4 novembre nel ritorno di Coppa Batta contro gli All Blacks.
Bernalda, PalaCampagna, ore 18

ASD BERNALDA FUTSAL: Amatulli, Capozzi, Carrieri, Risimini, Clementelli, Plati, Fusco, Paradiso, Mianulli. Allenatore: Masiello.
SOCCER LAGONEGRO 04: Brandi, Del Vecchio, Marino, Cresci S, Palese, Cresci R, Di Deco, Burbo, Ruggiero, Cresci G, Rotondaro. Allenatore: Viceconte.
Marcatori: 17’ pt Plati, 19’pt e 5’st Marino, 16’ Fusco, 18’ Clementelli
ARBITRO: Ceraldi di Potenza
Ammoniti: Marino, Palese, Cresci R.
ESPULSO: Rotondaro al 19’ st

INTERVISTE
A fine gara solo sorrisi e tanta soddisfazione per i padroni di casa che conquistano i secondi tre punti stagionali e lo fanno contro una compagine, il Lagonegro, sempre vincente in campionato. Per mister Masiello non è stato semplice spingere i ragazzi alla reazione dopo la doppia sconfitta consecutiva: “Non è stato facile gestire un ambiente e uno spogliatoio che, dopo un ottimo esordio, si è ritrovato decimato negli uomini e nel morale, con la possibilità di veder svanire la grande mole di lavoro fatta in estate dopo appena tre giornate. Qualora avessimo perso contro il Lagonegro saremmo andati a 9 punti di svantaggio dalle battistrada, margine davvero complicato da recuperare nel corso della stagione. La soluzione alle difficoltà è stato il grande lavoro in settimana-continua il coach pisticcese- e la grande voglia di dare sempre qualcosa in più al cuore dei miei giocatori: in settimana io e il mio staff credo siamo riusciti a toccare le corde giuste”. Mister Masiello sottolinea anche il cambio di mentalità dei suoi: “L’evoluzione è nella testa: certe volte ti capita di allenare i giocatori, ma non arrivare alla loro testa e ai loro cuori come vorresti. Ieri, quando ho detto ai ragazzi cosa volevo da loro, ho avuto la percezione che, in un istante preciso, invece, avevo colto nel segno. In campo sapevano cosa fare, avevano solo bisogno di dare il 100% e raccogliere a fine gara ciò che avevano seminato durante il match. È così è stato. Complimenti a loro”. Dedica speciale per il mister: “Non posso non dedicare questa vittoria allo staff tecnico che mi affianca e che ogni giorno si prodiga con me per migliorare questa squadra”.
Il capitano per una giornata Roberto Mianulli non sta nella pelle per la vittoria finale: “ Questo sabato di futsal lo ricorderò per tanto tempo, innanzitutto perché è stato un onore sostituire il capitano Antonio Caruso e poi per la straordinaria prestazione. Sul campo, anche se pochi numericamente, abbiamo dimostrato la forza del gruppo e, soprattutto, abbiamo rispettato l’imperativo di inizio partita, cioè la vittoria. Il Lagonegro è stata una squadra ostica sul campo, ma noi abbiamo dominato dal primo minuto e abbiamo definitivamente messo alle spalle il periodo no sia con questa vittoria che con quella nel derby di Coppa Italia. Ora dobbiamo affrontare le prossime partite con grande coraggio e fame di vittorie. Dedico la vittoria- conclude Mianulli- a tutti i miei compagni squalificati ed infortunati e, naturalmente, a mister Masiello che punta tantissimo su di noi”.
Anche Saverio Risimini si dice soddisfatto per la vittoria finale e sottolinea la voglia di reagire della squadra: “ La reazione è stata impressionante: volevamo vincere in casa e ci siamo riusciti, nonostante le mille difficoltà e le defezioni in rosa. Io, al momento, non sono ancora al top, ma sono pronto a dire la mia e assicurare al mister il massimo impegno in vista delle prossime sfide che ci attendono. Solo con questa voglia e con questa grinta possiamo volare alto e ripagare l’eccezionale lavoro di coach Masiello e del suo staff”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here