Continua il periodo no del Bernalda Futsal: Guardia Perticara espugna il PalaCampagna

0
195

Ancora una sconfitta per il Bernalda Futsal che ha trovato sulla sua strada un super Francolino e tanta sfortuna, incappando nel secondo stop consecutivo in tre gare. Rossoblù sfortunati e decimati da infortuni e squalifiche che non hanno permesso alla squadra di esprimersi al meglio. Dopo un primo tempo promettente, nella ripresa c’è stato il crollo dei locali che hanno perso ancora, maledicendo la sfortuna, ma anche alcune disattenzioni difensive che hanno aperto praterie per i potentini, bravi a giocare la loro partita con coraggio e a portare tre punti via da Bernalda. Match tutto sommato corretto quello del PalaCampagna, con i padroni di casa che impostano un gioco attendista per sfruttare i contropiedi e dosare le forze fisiche, visto il numero esiguo di giocatori a disposizione di mister Masiello. Proprio su un contropiede arriva il vantaggio dei bernaldesi, con capitan Caruso che buca la disattenta difesa ospite e fredda il protagonista di giornata Francolino in uscita. In precedenza, infatti, l’estremo difensore ospite si era reso protagonista di alcune parate importanti su Mianulli e Fusco, ma il numero 1 risulterà decisivo per tutta la partita, negando il gol ai locali. Il Guardia Perticara è controllato molto bene dalla difesa locale e non riesce a rendersi pericoloso, se non con alcuni tiri dalla distanza ben controllati da Capozzi. Il Bernalda Futsal controlla il match e sfiora il gol al 14’ con la sventola di Clementelli su cui Franchino si esalta e spedisce in corner. Sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo ancora il calciatore di Miglionico sfiora la prima marcatura con la casacca rossoblù, ma la palla termina sul fondo. Al 16’ accade l’impensabile: grande azione dei padroni di casa, palla al neoacquisto Vizzielli che supera il portiere in uscita, ma viene atterrato in piena area di rigore; per il signor Losignore non è calcio di rigore e sul lancio in avanti del portiere ospite Lavella controlla e, tutto solo, supera Capozzi. Pareggio immeritato per gli ospiti che non avevano creato particolari difficoltà ai padroni di casa. Il Bernalda Futsal accusa il colpo e rischia di capitolare due minuti dopo, ma è il palo a graziare Plati e compagni sul tiro di Bruno. Ci pensa poi Capozzi a salvare i suoi sui tentativi di uno scatenato Lavella. Negli ultimi minuti del primo tempo è Vizzielli a sfiorare il gol prima con un’azione personale conclusa con un tiro che Franchino devia con il piede in corner, poi con una deviazione di tacco sotto porta che trova ancora pronto l’estremo difensore avversario. Il portiere ospite è miracoloso poco dopo sui tentativi di Mianulli e Fusco, ma la palla non vuole saperne di entrare. La prima frazione si chiude sul pareggio, ma i padroni di casa avrebbero meritato qualcosa in più. Nella ripresa, dopo una buona partenza del Bernalda Futsal, troppo impreciso davanti al portiere, il Guardia Perticara, alla prima vera azione, passa inaspettatamente in vantaggio: è ancora Lavella ad ispirare i suoi con un lancio millimetrico per la testa di De Rosa che, tutto solo in piena area, sorprende Capozzi. Il vantaggio esalta gli uomini di Levo, mentre il Bernalda Futsal affonda: dopo aver sfiorato il tris in più occasioni, Lavella si inventa una giocata solitaria e infila il portiere di casa per l’1-3. I rossoblù, ormai in bambola, si fanno infilare ancora al 12’ da De Rosa che, con un tocco in area, manda fuori tempo i difensori e Capozzi che non trattiene la palla al di là della linea di porta. Masiello inserisce in campo il giovanissimo Paradiso, astro nascente del futsal bernaldese, e il ragazzo, con orgoglio, trascina i compagni all’assalto della porta di Franchino, ancora insuperabile anche sui tentativi del funambolico ragazzo locale che ha più di un’occasione per riaprire il match, ma la bravura del portiere ospite gli nega la gioia del gol. Finisce 1-4, con il portiere ospite migliore in campo e Bernalda ancora all’asciutto: servirà un netto cambiamento di tendenza per rialzarsi e recuperare il terreno perduto. In settimana c’è il derby di Coppa Italia contro gli All Blacks in cui il mister avrà a disposizione i giocatori squalificati nel match di Pisticci: si spera che, almeno lì, la musica possa cambiare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here