Coserplast e BBC Bernalda vincono ancora. Bawer ancora superato lontano dal PalaSassi

0
210

Domenica amara per la Bawer Matera che perde ancora fuori casa e resta ferma a 8 punti, agganciata comunque al treno play-off: partita giocata a tratti bene dai materani che riescono a rimontare 16 punti, prima di capitolare contro la formazione Nord Barese Corato. Nella partita disputata a Ruvo di Puglia il quintetto della città dei Sassi sfiora la vittoria,a ma deve arrendersi ai padroni di casa e vedere ridimensionati i programmi e gli obiettivi stagionali:se l’anno scorso la Bawer occupava il secondo posto, quest’anno si ritrova a metà classifica, con una squadra, almeno sulla carta, più forte di quella dello scorso anno. Cosa c’è che non va è quello che coach Benedetto deve capire, altrimenti la situazione si inizierà a fare preoccupante. Manca di continuità questa Bawer che, nonostante la grandissima prova di Rezzano (22 punti e miglior realizzatore del match), non riesce a dare continuità alla vittoria di domenica scorsa contro Reggio Calabria. Stavolta sono stati alcuni episodi sfavorevoli a bloccare la compagine della città dei Sassi, ma sicuramente c’è tanto da migliorare e, obiettivamente, ci si aspetta molto di più da Austin e Jones. Nel secondo quarto la formazione pugliese riesce a prendere un vantaggio consistente ( 39-28), ma viene ripresa dal Matera che si porta a -4 nel terzo quarto. I padroni di casa, non senza difficoltà, riescono a rimanere avanti anche nell’ultimo scorcio di gara, vincendo 68-64 e confermandosi al secondo posto a -2 da Ferrara, capolista con 14 punti della LegaDue Silver.

Ancora uno stop per il Consorzio Timberwolves Potenza che viene superato al PalaPergola da Campli 80-87: la squadra di coach Bochicchio, ferma ancora al palo e staccata dal penultimo posto di quattro punti dallo Stabia penultimo, concede troppo spazio agli ospiti e si fa sorprendere dagli avversari che raggiungono il primo posto in classifica. Il cammino per rimanere in Divisione Nazionale C diventa complicatissimo per i potentini che, dopo essere andati sotto di 14 punti nel quarto parziale, riescono a recuperare fino al -3 grazie ai colpi di Ginefra e Lorusso, ma gli ospiti restano freddi e amministrano il vantaggio.

L’unica squadra cestistica lucana a sorridere è il sorprendente Bernalda che al PalaCampagna si sbarazza con molta sofferenza del Taranto e conquista altri 2 punti che la proiettano al terzo posto in Divisione Nazionale B: campionato eccellente per la società di Largo San Donato che sta rendendo sempre più viva la tifoseria con numerosissime iniziative, come la presenza ogni domenica dei ragazzi delle scuole giovanili della Riva dei Greci con i genitori, che riempiono di entusiasmo gli spalti del PalaCampagna. Partita complessa per i ragazzi di coach Cotrufo che deve fare a meno di Derraa e Laganà: l’avversario, il CUS Taranto, è ultimo in classifica con 0 punti, ma in campo questa differenza non si nota, visto che i tarantini giocano la partita a viso aperto, sfiorando la vittoria. Infatti a partire meglio sono proprio gli ospiti che, alla fine dei primi due parziali, si ritrovano avanti 43-35. Negli spogliatoi Cotrufo striglia i suoi: non si può perdere una partita così importante e, infatti, i bernaldesi si affidano al loro capitano, Roberto Russo che, con i suoi 34 punti, infiamma il pubblico e trascina la squadra alla conquista dei due punti che spingono la BBC sempre più su in classifica. Alla sirena, infatti, Bernalda è avanti 79-72, mentre coach Leale si dispera per non aver giocato la seconda parte di gara come la prima e aver perso un’altra occasione per ottenere i primi due punti in campionato. A fine gara Cotrufo predica calma, anche se, guardando classifica e squadra, quest’anno i play-off non sono una chimera.

E nemmeno le ambizioni della Coserplast Openet Matera sono da nascondere: la società pallavolista materana impegnata in A2, esce vincitrice dallo scontro esterno con Atripalda Avellino e si conferma al secondo posto ad un solo punto dal Padova, capolista con 15 punti. Altra prestazione eccezionale per gli uomini di coach Mastrangelo che, in una partita all’insegna dell’equilibrio, hanno la meglio contro un Avellino mai domo e sempre in partita. Ma questo 3-0 conferma che Marretta e compagni fanno veramente sul serio e hanno intenzione di lottare per i piani alti della classifica. Il primo set è caratterizzato da un testa a testa emozionante tra le due formazioni del Sud Italia fino al 18-18: poi erge ad assoluta protagonista la squadra materana che arriva fino al 24-18; Avellino si riavvicina fino al 22-24, ma ci pensa Luis Fernando a consegnare il primo set agli ospiti. Se il primo set è stato combattuto , il secondo è un autentica battaglia: ad un iniziale vantaggio di Atripalda 18-13 segue una strepitosa rimonta della squadra di Mastrangelo ad un incredibile 21-24, chiudendo poi 23-25. L’Atripalda non si arrende e prova a riaprire il match nel terzo set, ancora una volta giocato punto a punto, ma Matera ha la meglio al tie-break 24-26 e può festeggiare una vittoria convincente su un parquet ostico con un’ottima squadra come Avellino. Domenica prossima arriva Brolo: l’ultima della classe e senza punti conquistati rappresenta un ostacolo difficile, ma da superare in scioltezza per ambire ai primissimi posti.

In B1 uomini la Virtus Potenza si arrende all’Ugento, ma mantiene due punti di vantaggio dalla zona rossa che significa B2: sconfitta maturata negli ultimi tre set, dove Potenza scompare dalla scena lasciando il campo ai padroni di casa, giunti ora a ridosso della zona play-off. Eppure il sestetto del tecnico Nacci era riuscito ad imporsi nel primo set 22-25, giocando a tratti bene e tenendo a bada gli avversari. Negli altri parziali però qualcosa non è andata per il verso giusto, la squadra è mancata di determinazione e concentrazione, superata così con risultati netti (25-17, 25-13, 25-18). In B1 donne rimane ferma a quota 0 l’Avis Potenza, superata in casa da Casal De’ Pazzi Roma 3-1: la salvezza si complica, ma non tutto è perduto per la formazione del duo Marotta-De Rosa. Primi due set giocati alla pari delle romane che, tuttavia la spuntano rispettivamente 20-25 e 26-28. Nel terzo si rivede l’orgoglio della squadra potentina che non vuole farsi superare ancora davanti al pubblico amico: Postiglione trascina le compagne alla vittoria 25-23. Ma allo sforzo del terzo set il Potenza non dà continuità e nel quarto viene superata con agilità 14-25, regalando i tre punti ad una concorrente per la permanenza. In B2 altro passo falso casalingo della Ingest Montescaglioso: la formazione di Moliterni rimanda ancora l’appuntamento con i primi punti della stagione facendosi superare da Isernia 0-3. Se nel primo set le montesi sono rimaste sostanzialmente in partita, perdendo solo 20-25, la speranza di conquistare almeno un punto si è spenta col passare dei punti e il pubblico del PalaWojtila ha assistito alla sesta sconfitta consecutiva. Questi i parziali degli altri due set: 14-25 e 18-25. Montescaglioso paga lo scotto della nuova categoria,di livello sicuramente superiore rispetto alla serie C lucana dello scorso anno, ma deve fare qualcosa per provare almeno a lottare per conquistare punti e lottare per la salvezza: la prossima giornata sarà decisiva, in quanto ci sarà lo scontro contro l’altra cenerentola Mercato San Severino; lì le ragazze montesi non potranno fallire ancora. Non va meglio alla Cesare Ragazze che viene superata 3-0 dalla capolista Fari Salerno in un match senza storia, nel quale le ragazze di Davide Claps non superano mai quota 20 punti (25-14, 25-17,25-15). Delusione da parte dei sostenitori potentini per le prestazioni di una squadra che doveva lottare per i play-off, ma che si ritrova a vagare a metà classifica, molto lontano dalla zona nobile ambita. In B2 uomini il derby tra Natura Lagonegro e Amatori Potenza promuove i padroni di casa di coach Bosco: 3-1 il punteggio finale in una partita tutt’altro che memorabile che, però, permette alla formazione lagonegrese di piazzarsi al secondo posto. Per l’Amatori Potenza la zona salvezza dista solo un punto. Se nel primo set i potentini hanno la meglio con un Lagonegro assente e svagato (15-25), negli altri set non c’è storia: la vice-capolista entra finalmente in campo e sommerge i potentini (25-14,25-17,25-13). In A1 hockey umiliante sconfitta per la Pattinomania Matera, travolta dalla furia Sarzana che si impone 12-1

( l’unico gol materano di Vivilecchia): in classifica tutto resta invariato, con i lucani che mantengono un vantaggio di quattro punti sull’ultimo posto che vale retrocessione diretta in A2.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here