DA ANNI IMMERSI NELLA FOGNA. E AL COMUNE SI RIMPALLANO LE COMPETENZE

0
517

Degrado e cattivi odori per via di una perdita fognaria. E’ il quadro che si trovano a vivere gli abitanti di via degli Svevi a Matera, una strada prettamente residenziale parallela all’arteria via Dante. Da anni gli abitanti della zona denunciano la fuoriuscita di liquidi fognari sulla strada che la rendono un vero e propio pantano maleodorante. Nonostante le diverse segnalazionei al Comune fatte per iscritto da parte degli abitanti della zona e dall’amministratore di uno dei condomini che affacciano sulla strada, il problema è sempre presente. “Ormai il problema persiste da anni in via degli Svevi – afferma Mariarosaria Rizzelli che abita in zona- e si acuisce durante ogni estate. C’è fuoriuscita d’acqua anzi di liquidi fognari dal muro di fronte le nostre abitazioni. La situazione è grave, non si respira per la puzza e non possiamo camminare tranquillamente per via del lago che si forma sulla strada. Abbiamo fatto segnalazioni ogni anno e non solo al Comune, ma il problema persiste. Abbiamo tutti dei bambini che purtroppo non possono nemmeno giocare tranquillamente fuori. Abbiamo segnalato la situazione anche all’Asm. Gli uffici mi hanno risposto dicendomi anche che bisogna mandare una lettera al sindaco tramite un avvocato.

Siamo  stati in comune dal geometra Lorusso ad ottobre scorso, ma siamo allo stesso punto. Nulla si è risolto e noi non ne possiamo più. Addirittura,  recentemente abbiamo messo una passerella di legno per poter uscire dal cancello del condominio senza attraversare quella estesa pozzanghera di liquami puzzolenti”. L’Asm ha risposto ai cittadini della zona dicendo che il problema esiste ed incitando i condomini ad intervenire, ma senza prescrivere altro. Lo stesso ha fatto qualche giorno fa l’ufficio Igiene del Comune di Matera invitando i condomini in ufficio per “incitarli” a fare i lavori. Abbiamo interpellato il geometra Lorusso che è effettivamente a conoscenza del problema. “Il problema è serio – afferma Lorusso- ma si tratta di una perdita sulla quale il Comune non può intervenire perché è la fognatura privata che versa liquido in strada. Quindi i lavori li deve fare il privato. Ad ogni modo abbiamo inviato diversi mesi fa una segnalazione all’Ufficio Igiene del comune che dovrebbe intervenire di competenza”. Insomma il cane che si morde la coda, o meglio siamo al solito rimpallo di competenze. Non paghi delle risposte ottenute abbiamo interessato il dirigente del settore Opere Pubbliche, Santino Lomurno il quale ci ha confermato l’esistenza del problema. “Mi sono interessato alla vicenda -riferisce Lomurno- ma purtroppo non è competenza del mio settore ma del settore Igiene visto che si tratta di fogna. Purtroppo abbiamo le mani legate, non possiamo obbligare i privati a fare dei lavori”. Dunque sembra che dovrebbe essere l’ufficio Igiene del Comune ad obbligare i condomini all’effettuazione dei lavori. Ma ciò non avviene se non con inviti “a voce”. Ai cittadini non resta che fare gli equilibristi sulla passerella per non calpestare i liquami fognari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here