Domenica di conferme e sorprese per il calcio lucano

0
221

Una domenica di calcio appassionante per le squadre lucane, con tanti goal ed emozioni e numerosi colpi di scena. La prima risposta positiva la dà il Melfi: la squadra federiciana, infatti, sconfigge a domicilio il Martina colpendo nella ripresa col brasiliano Cruz. La squadra di Bitetto, orfana dei suoi ultras, rimasti fuori per problemi con le forze dell’ordine a causa degli striscioni da poter introdurre nello stadio, non gioca una partita eccellente dal punto di vista del gioco, ma riesce ad impallinare il portiere ospite grazie a Sergio Pereira Cruz, che al sesto minuto del secondo tempo, con un destro preciso, batte Modesti. Nel primo tempo la formazione martinese si era resa pericolosissima con Bozzi, vecchia conoscenza del calcio lucano, ma la sua conclusione si era stampata sulla traversa. Proprio Bozzi è stato il giocatore più pericoloso dei pugliesi, tenendo sempre in apprensione la difesa gialloverde. Il Martina chiude la partita addirittura in nove, per le doppie espulsioni inflitte a Petrelli e Dispoto, con quest’ultima che ha causato un calcio di rigore, poi fallito da Ricciardo. Migliore in campo per la formazione lucana il metronomo Cuomo, autore di un’altra prestazione esaltante alla regia. Il Melfi mantiene due punti di vantaggio sulla zona play-out, issandosi al sesto posto nella classifica dominata dal Nuova Cosenza. L’obiettivo è sempre lo stesso: raggiungere la Lega Pro unica nel prossimo anno, possibilmente senza passare dalla lotteria play-out.
Sorrisi a metà, invece, in serie D dove le squadre lucane non vengono sconfitte, ma due di queste restano deluse dal risultato. In primis il Matera del neo tecnico Toma che, dopo essersi portato sul 2-0 nel campo dell’ostico Monopolis, subisce la rimonta e porta a casa solo un punto. Ora la vetta, occupata dal Real Marcianise, dista quattro punti. Eppure il Matera era partito fortissimo, con il vantaggio firmato Girardi: l’ariete biancazzurro gira di testa il perfetto assist di Lauria e porta la sua squadra avanti. Passano sette minuti e il Matera raddoppia: erroraccio in disimpegno di Amato, palla al materano Pagliarini che si invola verso l’area pugliese e trafigge Mirarco. Ora al Matera non resta altro che amministrare, ma gli infortuni di Girardi, Lauria e Iannini complicano di molto le cose, tant’è che il Monopolis si rifà sotto: cross di Strambelli per Montaldi che, di testa, non fallisce. La squadra di casa, sospinta da circa 1500 tifosi, prova a trovare il pareggio, ma ancora una volta è il Matera a sfiorare il tris con la traversa di Fernandez e un’occasionissima di Orlando. Tutto questo fino al 48’ del secondo tempo, quando Veneziani si inventa una perla dalla distanza per riagguantare un pareggio ormai insperato. Naturale delusione finale per il Matera, che rischiava di battere a domicilio una diretta concorrente alla Lega Pro. L’altra delusa è il Real Metapontino, fermato sullo 0-0 in casa dalla Puteolana: a fine gara il tecnico Catalano parla di punto conquistato perché la Puteolana ha giocato molto meglio, sfiorato più volte il goal, mentre i biancazzurri di patron Casalnuovo hanno giocato male, fallito l’occasione ghiotta di riportarsi in acque più tranquille. Pochissime le emozioni, soprattutto per i padroni di casa, che stanno attenti a non prenderle, nonostante le numerose incertezze del portiere Di Gennaro. Solo con l’ingresso del fantasista Di Senso, fuori per problemi fisici, la squadra si anima, ma è poca cosa. L’unica lucana a sorridere è il Francavilla che, sul campo neutro di Ruvo di Puglia, ha la meglio sul più quotato Bisceglie di mister Favarin: la squadra di Lazic gioca meglio dei pugliesi e porta via un meritatissimo e vitale successo in chiave salvezza. I goal entrambi nel secondo tempo, quando sale in cattedra Pisani che prima insacca di testa da calcio di punizione, poi al 12 minuto ribadisce in rete la corta respinta di Loiodice su tiro di Gasparini. Poi la squadra sinnica amministra senza particolari patemi, portando a casa tre punti che portano la squadra in posizioni di classifica più tranquille.
In Eccellenza la vera sorpresa della domenica: il Rossoblu Potenza, dopo nove vittorie consecutive, ferma la sua corsa a Villa d’Agri. La squadra dell’ex tecnico potentino, e mai dimenticato, Arleo riesce a trovare il pareggio grazie ad un rigore realizzato da Sanchirico e blocca così il percorso lineare dei potentino verso la D. Ne approfitta il Picerno che ha la meglio su un Marconia troppo rinunciatario e mai in campo: due gol per tempo per la squadra di Catalano che assottiglia a sole tre lunghezze il distacco dalla capolista. Si avvicina anche il Viggiano che espugna il campo della Murese grazie al goal di Capogrosso e scavalca proprio i biancorosso di casa portandosi al terzo posto. Murese scavalcata anche dal Lagonegro che, pur non meritando, torna da Pietragalla con tre punti: decisiva in pieno recupero la zuccata di Di Senso. Il Tolve si ferma sul campo del fanalino di coda FST Rionero: 2-2 il risultato finale di una partita che sembrava finita visto il doppio vantaggio degli ospiti, ma il Rionero è squadra tosta ed è riuscita a rimontare lo svantaggio. In zone tranquille vittoria dell’Oppido che si impone sul Pomarico grazie al jolly finale di Baldini che colora di biancoverde una partita difficile e sempre viva. Anche il Moliterno può gioire grazie ai goal di Mastrangelo e Branda che condannano alla sconfitta la Vultur Rionero. Nella zona play-out importante affermazione del Vitalba che sistema con un netto 2-0 lo Sporting Pignola e lo supera in classifica.
In Promozione brusco stop del Lavello a Matera che vede il sorpasso del Latronico, unica capolista del girone. I gialloverdi subiscono il goal di Cappiello ma non hanno la forza di reagire. La capolista Latronico fa la voce grossa a Brienza, trovando la vittoria grazie alla vittoria dei suoi bomber Di Cecca e Bavaro. Oltre al Lavello, adesso, l’altra inseguitrice è il Ruoti che, con la vittoria contro il Satriano, si issa al secondo posto. In coda ultimo posto sconfortante per il Sant’Angelo, ancora fermo a 0 punti e superato in casa dal Salandra con il punteggio di 2-1. Gli altri risultati: Miglionico-Sporting Palazzo 0-0; Rotonda- Ferrandina 1-1; Sporting Lauria-Bella 2-1; Tursi-Foggiano Melfi 3-1.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here