Fermi i cantieri sulle strade alluvionate di Marconia

0
256

Le strade colpite dall’alluvione del 2013 sono ancora chiuse: è la triste realtà con cui ogni giorno gli automobilisti e i lavoratori di Marconia sono costretti a convivere. I lavori per ripristinare la viabilità, annunciati nelle scorse settimane dal Comune Di Pisticci e dal Sindaco Vito Di Trani, dopo essere iniziati per alcuni giorni, sono, allo stato attuale, inspiegabilmente fermi, rendendo impossibile restituire in tempi celeri le arterie di collegamento con Basentana e Statale 106 ai cittadini di Marconia. Inoltre, vi è da segnalare che la Marconia-Basentana, oltre ad essere franata in più punti, è ormai una discarica a cielo aperto, con alcuni irresponsabili cittadini che abbandonano ogni tipologia di rifiuto, da quello tecnologico agli scarti di lavorazione edile nella macchia mediterranea che circonda l’arteria e sulla stessa carreggiata. Da più di un anno i locali automobilisti sono costretti, per i loro spostamenti, ad effettuare percorsi più lunghi, naturalmente pagando di tasca propria la mancata disponibilità delle strade. Durante l’estate, poi, periodo di fermento turistico per la fascia metapontina, raggiungere Marconia è divenuto un rebus per i villeggianti che, se si esclude la Pisticci-San Basilio, non avevano alternative per recarsi presso la popolosa frazione pisticcese. Il colpevole ritardo nel ripristino della funzionalità delle arterie stradali danneggia anche il tessuto imprenditoriale e agricolo che viene fortemente penalizzato visto che alcune aziende agricole tutt’oggi risultano irraggiungibili a causa delle strade chiuse al traffico. La denuncia di alcuni giorni fa da parte del consigliere di minoranza Domenico Lazazzera, inerente alla perdita di fondi per circa 2 milioni di euro da parte del Comune di Pisticci destinati ai Comuni colpiti dall’alluvione di ottobre 2013, spiegherebbe, presumibilmente, il perché i lavori si siano fermati dopo pochissimi giorni. Ennesima beffa per i cittadini che, oltre ad aver subito i danni provocati dalla bomba d’acqua di ottobre 2013, e aver ascoltato annunci di imminenti lavori durante tutto l’anno, ancora oggi non possono usufruire delle strade che collegano Marconia alle principali arterie stradali della Basilicata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here