Foggia – Matera 3-1, disastro biancazzurro. Le pagelle di Tommaso Taccardi

0
221

Un Matera vuoto nei suoi uomini cardini, rovina il big match del “Pino Zaccheria” in poco più di 40 minuti subendo tre reti e un’espulsione. Nel secondo tempo il Foggia non infierisce e Iannini accorcia le distanza limitando il passivo.
I numeri (impietosi) parlano di otto reti subite e tre realizzate nelle ultime tre partite e aprono ufficialmente la crisi della squadra di Auteri che non è esente da responsabilità.
Le pagelle di Tommaso Taccardi:
22) Tozzo VOTO 6,5. Se il Matera non subisce un passivo più pesante, lo si deve a questo portiere che si rende protagonista di almeno quattro interventi importanti su Sarno (54′ e 73′), di piede su Vacca lanciato a rete (80′) e su Chiricò (82′).
28) Ingrosso VOTO 5. Non il solito giocatore che noi tutti conosciamo. Va bene, sul secondo gol di Deli c’era, forse, fallo su di lui ma il modo in cui Di Piazza lo lascia sul posto due volte consecutive in occasione del terzo gol, è imbarazzante.
5) De Franco VOTO 5. Comincia benino, Mazzeo lo tira spesse volte fuori dal cuore della difesa e lui ricorre anche al fallo. Coinvolto, in occasione del primo gol, nel pasticcio difensivo collettivo.
3) Mattera VOTO 5. Giornata sfortunata e non all’altezza dell aspettative. Saltato facilmente in occasione del primo gol, è protagonista sfortunato (39′) dell’autorete che porta a tre le marcature per il Foggia.
27) Casoli VOTO 6. Tra i pochi a salvarsi. Corre sempre a perdi fiato cercando di essere tanto utile in copertura quanto in fase di appoggio. La sua penetrazione, con il conseguente assist, in occasione del gol di Iannini è apprezabile.
21) Armellino VOTO 4,5. Non è più il Marco Armellino che conosciamo dalla partita giocata contro il Melfi!
Se la squadra non gira, le maggiori responsabilità, sono anche sue. Espulso sul finire di tempo, lascia i suoi compagni di squadra in dieci per tutto il secondo tempo. IMPALPABILE.
8) Iannini VOTO 5,5. Non è certo la rete realizzata (77′) che può fargli raggiungere la sufficienza. Ingabbiato nel primo tempo e annullato sembra essere un pesce che si dimena in una rete. Viene fuori nel secondo tempo, a partita già compromessa, più per la voglia di non infierire del Foggia che per suoi meriti.
26) Salandria VOTO 5. Forse è quello che più ha sofferto l’inferno dello “Zaccheria”. Sembrava intontito e abbastanza confusionario, anche lui non è esente da responsabilità in occasione del primo gol del Foggia.
10) Strambelli VOTO 4,5. Credo che, a questo punto della stagione, si debbano prendere delle decisioni importanti. Strambelli ci serve ma NO in queste condizioni. Le avvisaglie c’erano state nelle partite precedenti ma, effettivamente, se viene schierato in campo, la colpa non è sua. La sua discontinuità, nell’arco della sua carriera, è una costante. INGUARDABILE! Gli subentra DE ROSE al 58′ (voto 6) che, oltre a mettere la sua solita quantità, prova qualche sventagliata di qualità. La partita era già compromessa e lui, ha potuto fare ben poco.
20) Carretta VOTO 5. Nelle partite più importanti non c’è mai, prestazione da dimenticare. Al 64′ fa posto a ERIC LANINI (SV), chi l’ha visto?
29) Negro VOTO 5. Cerca di fare la sua solita partita tra le linee ma non ci riesce anche perché la squadra non gli dà il giusto supporto “deprimendosi”, come tutti, nell’arco dei primi 40 minuti. Sostituito da ARMENO al 71′ (SV) che entra in una fase di partita dove c’è poco da fare.
All. AUTERI VOTO 4.
Il peggiore. Perché ostinarsi anche in questa partita con il suo consueto 3-4-3 che, comunque, tante soddisfazioni ci ha dato? Non era forse il caso di impiegare De Rose dall’inizio sacrificando il “nullo” Strambelli e spostando Casoli come (finta) terza punta? In settimana, dovrà rivedere alcune cose a livello di organizzazione difensiva, in occasione dei tre gol, la squadra è parsa disunita. Ora, dovrà uscire fuori gli attributi per far si che il suo roster ritrovi la giusta via con i giusti equilibri. Con tre sconfitte consecutive non si può non parlare di crisi e, se è vero che 12 giornate dalla fine sono tante (la vetta è a soli 6 punti), è anche vero che le stesse possano rivelarsi poche!
TIFOSI al seguito VOTO 10!!
Sono loro gli unici vincitori di questa partita, hanno raggiunto Foggia in 600 e non hanno fatto mancare il loro calore.
RISPETTO per la torcida biancazzurra.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here