I PAZIENTI IN DIALISI RIFIUTERANNO I TRATTAMENTI SALVAVITA PER PROTESTA CONTRO LA REGIONE BASILICATA

0
397

Astensione volontaria dal trattamento dialitico per protesta contro l’art. 21 della finanziaria regionale 2015.
Mercoledì 11 febbraio 2015 i pazienti in trattamento dialitico presso l’ospedale di Matera inizieranno volontariamente la dialisi alle ore 9,00 anziché alle ore 8,00, come di consueto, mentre giovedì 12 febbraio 2015 i pazienti in trattamento dialitico del turno di mattina presso l’ospedale di Tinchi rifiuteranno volontariamente la terapia dialitica salvavita per protestare contro i tagli delle provvidenze economiche previste in favore dei dializzati, trapiantati di rene, talassemici e pazienti affetti da altre patologie del sangue stabiliti dall’art.21 della finanziaria regionale 2015 e per denunciare i tanti problemi che interessano il settore della nefrologia e dialisi.
Confidiamo nel Vostro sollecito intervento affinché adottiate tutte le iniziative e misure volte a prevenire ogni situazione di pericolo e di disagio per i malati.
Non vogliamo creare allarmismi e disagi ma i pazienti sono amareggiati e si sentono umiliati da norme di cui non ne comprendono il senso e che sono giunte senza nessuna preventiva informazione né possibilità di poter presentare nostre proposte.
Invitiamo le Istituzioni in oggetto ad essere presenti per conoscere i malati, parlare con loro, ascoltare le loro storie di sofferenze, di insoddisfazioni, di un’esistenza mutilata, di un’attesa, spesso vana, del trapianto, del totale condizionamento della vita propria e della famiglia e della snervante schiavitù di apparecchiature mediche, ma anche per riscoprire la dignità, il coraggio, la sensibilità e i valori di cui sono portatori.
Nella fiduciosa speranza che il confronto tra Istituzioni, medici e pazienti sia il fondamento di ogni decisione che riguardi la vita e la salute dei pazienti, confidando in un doveroso ripensamento del contenuto dell’art. 21 della legge di stabilità regionale, affinché l’obiettivo “sopravvivenza” si coniughi con l’obiettivo “qualità della vita”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here