Il Matera manca l’aggancio, 2-2 con la Juve Stabia. Le pagelle di Tommaso Taccardi

0
174

Un Matera bello e sfortunato non riesce ad avere la meglio sulle vespe campane.
Dopo il gol del vantaggio di Lisi, ha risposto Casoli 29 minuti dopo. Non sono valsi a nulla gli assalti finali dei biancazzurri locali che concludono il match con “un’occasionissima” di Iannini che, tutto solo in area di rigore, di testa, colpisce male e fa svanire le speranze dei tifosi materani.
Le Pagelle di Tommaso Taccardi:
22) Alastra VOTO 6,5. Impegnato poche volte, si fa trovare pronto in particolare sul tiro di Salvi al 53′, qualche minuto prima, in occasione del secondo gol stabiese ad opera di Lisi, non è apparso colpevole quando ha intercettato quella palla insidiosa di Kanoute ma nemmeno impeccabile.
28) Ingrosso VOTO 6,5. Gioca stringendo i denti come fanno i gladiatori e come un gladiatore si comporta in campo, tiene a bada Lisi che risulta essere tra i più insidiosi degli avanti campani. Dall’87’ SCOGNAMILLO (SV).
5) De Franco VOTO 6,5. Qualche piccola indecisione ma nel complesso gioca la sua onesta partita, Del Sante tenta di tirarlo fuori dal cuore della difesa, lui lo segue con attenzione guardandosi bene le spalle.
6) Piccinni VOTO 6. Mantiene bene la sua posizione e, all’occorrenza, cerca di spingersi in avanti per dar man forte ai suoi compagni, non raddoppia con tempismo e decisione su Kanoute in occasione del vantaggio ospite.
13) Meola VOTO 6. Il 6 è la media della fase d’attacco (6,5) e quella di difesa (5,5). Non riesce a tenere a freno Kanoute sulla sinistra del nostro schieramento difensivo, meglio qualche minuto dopo in fase di attacco quando viene spostato sulla destra. Dall’88’ GIGLI (SV) buttato nella mischia al centro dell’attacco (!!)
21) Armellino VOTO 7. Gran bel giocatore. Centro destra e centro sinistra non fa differenza, sa sempre dove mettere la palla, è raro vederlo farsi soffiare la sfera. Della sua tecnica, in quella zona di campo, non se ne può fare a meno.
8) Iannini VOTO 7. Solita prestazione di sostanza, quando decide di orchestrare la giostra lo fa con la consueta maestria, un po’ in ritardo su qualche chiusura ma ci può stare. Sua la palla più ghiotta dell’intero match a pochi secondi dalla fine, peccato la sciupi malamente.
27) Casoli VOTO 8. Per lui destra o sinistra non fa differenza, il suo rendimento è sempre di alto livello, e pensare che convive con un dolorino. Condisce la sua solita straordinaria prestazione realizzando il gol del pareggio, scusate se è poco.
20) Carretta VOTO 7,5. Lo spauracchio delle vespe campane, un giocatore ritrovato! Spacca la difesa avversaria con i suoi scatti irresistibili accettando anche gli scontri fisici, colpisce un palo di testa ed offre uno splendido assist a Casoli per il gol del pareggio lucano.
29) Negro VOTO 7,5. E’ uno spasso vederlo giocare. Gioca negli spazi in maniera egregia, raccoglie palla e si lancia nei corridoi dettando i passaggi, in tutte le azioni pericolose degli avanti biancazzurri c’è il suo zampino, una vera e propria spina nel fianco della difesa ospite.
10) Starambelli VOTO 6,5. Cerca di fare il “Negro di destra” e ci riesce in parte, meglio oggi che nelle ultime apparizioni, si sacrifica parecchio rincorrendo anche gli avversari, in alcune circostanze è sembrato molto egoista ma (ne siamo convinti) sotto la guida di Auteri, migliorerà.
All. Auteri VOTO 6,5.
Partita anomala come lui aveva preannunciato, nel post partita è sembrato più rilassato del giorno prima complimentandosi comunque con i suoi che hanno fornito un’altra prova positiva. In partita prova, invertendo gli esterni, a far breccia tra le maglie avversarie e prova anche, nonostante l’emergenza infortuni, ad inserire Gigli in posizione di centravanti per dar peso all’attacco, Santa Lucia (patrona della sua Siracusa) non gli ha fatto la grazia nel giorno della sua festa e non si è andati oltre il 2-2 finale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here