Il PisticciMarconia inizia a sudare nel ritiro del “Michetti”

0
337

E’ partita ufficialmente la prima avventura in Eccellenza delle neonata società del PisticciMarconia: agli ordini di mister Fortunato i nuovi giocatori della squadra giallorossoblè hanno faticato nel primo allenamento del ritiro estivo sul manto erboso del “Michetti”, tempio del calcio pisticcese. Tanti i giovani del gruppo, alcuni di Pisticci e Marconia, altri provenienti da varie zone della Basilicata, mentre dei seniores confermate le presenze di Maida in porta, Cocina e Falanga, mentre Scudiero inizierà ad allenarsi da martedì. Ottime indicazioni per mister Fortunato che si è detto soddisfatto della prima giornata di lavoro: “Stiamo valutando alcuni ragazzi che si allenano con noi; il gruppo si sta formando e credo che da qui alla fine della preparazione avremo le idee chiare sulla composizione della rosa. Per completare la squadra occorrono un attaccante di peso- prosegue Fortunato- e un difensore esperto che permetta il salto di qualità alla retroguardia”. Mister Fortunato non si sbilancia sui ragazzi che attualmente compongono il gruppo: “E’ presto per dare giudizi sui calciatori, aspettiamo la conclusione del ritiro e poi tireremo le somme”. Il ritiro pre-campionato della truppa pisticcese continuerà a ritmo serrato fino al 13 agosto, con allenamenti che si terranno tutti i pomeriggi, sempre nell’impianto di San Gaetano. Anche il vice-presidente del PisticciMarconia Michele Sisto ha detto la sua dopo questo inizio di preparazione: “L’obiettivo della società è quello di rilanciare il calcio nel territorio attraverso i giovani locali: per questo riteniamo fondamentale partecipare a tutti i campionati giovanili, da quello juniores agli allievi, per formare calcisticamente i giovani del posto e lanciarli il prima possibile in prima squadra”. Il numero due della società spiega anche come si comporrà la rosa: “Stiamo cercando di coinvolgere tutti i 95’, 96’ e 97’ di Pisticci e Marconia, a cui aggiungere quattro-cinque punti fermi nei vari ruoli per affrontare un campionato dignitoso”. Il vice-presidente ripercorre le tappe di questa fusione: “Attualmente la nostra società è il frutto dell’unione di altre quattro entità sportive: due scuole calcio, una di calcetto e una di calcio; quindi anzitutto dobbiamo assembrare bene e tenere unite le varie componenti. Per questo motivo dico che siamo all’anno zero del calcio a Pisticci. Il progetto- prosegue il dirigente- è ambizioso nel senso che intende valorizzare i giovani locali e cercare di formare dei calciatori seri ed importanti da lanciare nel panorama calcistico nazionale. Se tutti remeremo dalla stessa parte sicuramente i risultati arriveranno. Sulla nostra decisione di unire le varie società calcistiche del territorio abbiamo ricevuto molti apprezzamenti e tante critiche, come è naturale che sia quando si propone qualcosa di nuovo. Io dico a tutti gli scettici che noi facciamo le cose perché ci crediamo: crediamo di poter valorizzare i ragazzi del luogo. Riportare il calcio a Pisticci significa riportare i ragazzi al campo e con loro anche i tifosi. Più la squadra sarà composta da atleti locali – conclude Sisto – più i tifosi torneranno allo stadio per sostenere la squadra del nostro territorio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here