La Bawer Matera sconfitta a Recanati. La Coserplast Matera chiude al quarto posto la regular season

0
122

La città di Giacomo Leopardi ferma la corsa al secondo posto della Bawer Matera che viene superata 87-75. Partita deludente per il sestetto dei Sassi che non riesce quasi mai ad impensierire i leopardiani che, con questi due punti, ipotecano la salvezza. La Bawer cede di schianto al Recanati e non riesce ad agganciare il secondo posto dell’Omegna, rimasto ai box. Partenza sostanzialmente equilibrata per Iannuzzi e soci che chiudono il primo quarto sotto 22-21. Matera prova a cambiare l’inerzia della gara, ma Recanati riesce a tallonare gli avversari: ne viene fuori un secondo parziale in cui le due squadre si equivalgono che si chiude 42-43 per gli ospiti. Al rientro negli spogliatoi la Bawer si sgretola: la difesa concede troppi rimbalzi a Mosley e compagni che ne approfittano e volano sul 65-58 nel terzo quarto. Ci si aspetta una reazione dei materani, ma non è proprio giornata e Austin si fa espellere per una inutile reazione ad un fischio arbitrale. Grande prova per il team allenato da Sacco con Starring e Fantinelli che trascinano Recanati al 87-75 finale. Grande amarezza per coach Benedetto che voleva i due punti dalla trasferta marchigiana, ma che si ritrova con un pugno di mosche ed una squadra a pezzi.
Non va certo meglio alla Cestistica Bbc Bernalda, superata in casa da Maddaloni: finisce 62-66 per i campani, mentre la squadra si spacca e critica apertamente la società. Prima della gara di domenica, infatti, tutti i giocatori, con un comunicato, lamentavano l’abbandono totale della società negli allenamenti e la mancata erogazione degli stipendi. Nonostante questa situazione, i giocatori della BBC si impegnavano a disputare al meglio la gara interna, ma non è andata proprio così. In un PalaCampagna vicino alla squadra, il sestetto di Cotrufo si è fatto superare da Maddaloni che rafforza la sua posizione play-off, mentre Bernalda, che ormai perde ogni speranza di qualificarsi alla lotteria promozione, deve ora ricomporre i pezzi di una società e di una squadra in difficoltà. Il presidente Salerno ha promesso forti reazioni ad un comunicato che sminuisce i grandi sforzi della sua società e che non andava esternato prima di una partita così importanteper la stagione sportiva. Per quanto riguarda il match, la BBC si è dimostrata fragile e imprecisa: sempre ad inseguire l’avversario, non è riuscita a concretizzare una rimonta che, nell’ultimo quarto, sembrava possibile. Partenza shock per i lucani che vengono sovrastati da un Piscitelli scatenato e chiudono il primo quarto sotto 12-20. Non va certo meglio il secondo quarto, con Bernalda che rincorre e il sestetto di Massaro che prosegue spedito verso la vittoria, chiudendo ancora avanti 30-34. Al rientro in campo dopo la pausa, i campani si esaltano e dimostrano sul campo di meritare i play-off più dei lucani, volando sul 40-55. La squadra di casa, con un colpo di reni, prova a rientrare in partita e regalare un successo ai suoi tifosi, ma l’orgoglio non basta e Russo e compagni cedono 62-66, salutando il sogno play-off. Ora l’attenzione si sposta sulle reazioni della società riguardo il comportamento dei suoi atleti: si spera in una positiva risoluzione della situazione.
Sfiora la prima vittoria stagionale il Consorzio Timberwolves Potenza che cede al PalaPergola 80-89 contro il Nardò. Nonostante la buona prova, i potentini di Bochicchio devono arrendersi alla più organizzata compagine salentina: resta la consapevolezza che la squadra sta crescendo e il buon lavoro con i giovani presto porterà i frutti. Nella partita di sabato, il sestetto di casa ha ceduto solo nel finale ai pimpanti avversari di Bray che hanno dovuto soffrire più del previsto per portare via due punti da Potenza.
La Coserplast Matera perde in casa al tie-break contro Castellana Grotte, ma mantiene il quarto posto nella graduatoria di A2 che le consente di qualificarsi ai quarti di finale dei play-off. Serviva un punto alla squadra di Mastrangelo per confermare la quarta piazza ed è arrivato al termine di un match interessante che ha visto i pugliesi gettare il cuore oltre l’ostacolo ed espugnare il PalaSassi che ora si prepara alla avvincente avventura play-off dei suoi beniamini. Khrolis e compagni non vogliono farsi scappare il quarto posto e partono col piede sull’acceleratore, vincendo il primo parziale 25-16. Ma la squadra di Fanizza, che affronterà Brolo negli ottavi di finale play-off, non ci sta a recitare il ruolo di vittima sacrificale e si rimette subito in partita vincendo il secondo set 22-25. Continuano a giocare bene gli ospiti trascinati da uno scatenato Librato che trascina i suoi alla vittoria del terzo set 20-25. Il Matera torna a giocare discretamente e si impone nel quarto parziale 25-20, conquistando così la matematica certezza del quarto posto. Il tie-break si rivela una formalità e Castellana è più cinica e affamata di vittoria: il punteggio è, infatti, 12-15 per i pugliesi. La Coserplast tornerà in campo il 30 marzo: l’avversaria dei quarti di finale sarà Cantù. Intanto, la Tonazzo Padova ha vinto il campionato conquistando la promozione in A1.
Sonoro 3-0 rifilato da Casal De Pazzi all’Avis Potenza che resta ferma a zero punti nel campionato di B1. Le ragazze di De Rosa hanno potuto ben poco contro le romane che, ancorate a metà classifica, hanno conquistato da tempo la salvezza. Nonostante in palio ci sia ben poco, l’Avis non riesce a conquistare nemmeno un set e parte male, perdendo il primo 25-15. Non basta la solita Nolè a tenere a galla le potentine che cedono anche nel secondo quarto 25-10. Nel terzo set è pura accademia per le romane di coach Cristofani che si impongono 25-8 con una Giommarini in grande spolvero.
La Virtus Potenza di Nacci vince in casa 3-2 contro Ugento e si avvicina sempre più alla matematica salvezza, volando sul +9 dalla zona retrocessione. Buona prova dei ragazzi potentini che riescono a conquistare il match dopo un’appassionante rimonta. Partiti bene con la vittoria del primo set 25-15, Barbaro e compagni si fanno sorpassare da Ugento che prima pareggia i conti con il 23-25 del secondo parziale, poi passa a condurre il match grazie ad un altro 23-25. La Virtus, ben orchestrata da Nacci, si rialza e pareggia il conto dei set con un perentorio 25-16. I ragazzi di casa sono scatenati e, al termine di una autentica battaglia, conquistano il set decisivo 15-12 e quindi anche la partita.
Brusca frenata della Ingest Montescaglioso che cede 3-0 ad Isernia contro la locale formazione molisana che si avvicina alla zona play-off: nonostante il KO le lucane di Emidio Sapio restano con un margine di vantaggio di tre punti dalla zona rossa; occorre subito una vittoria per rafforzare la propria posizione e avvicinarsi alla salvezza. Primo set giocato punto a punto, con le molisane che si impongono solo nel finale 25-21. Il secondo parziale è un autentico monologo della formazione locale che vince nettamente 25-13 e si avvicina alla vittoria della partita. Anche il terzo set ha poco da raccontare visto che la Ingest non riesce a riaprire la partita e perde 25-21.
Anche la Cesare Ragazzi soccombe in casa contro la forte Orakom Salerno, ma conquista un punto che migliora ulteriormente la classifica: infatti, le ragazze potentine cedono solo al tie-break alle forti salernitane che non si aspettavano un sestetto così agguerrito come quello di coach Claps. La compagine locale passa in vantaggio nel conto dei set vincendo il primo 25-15. Ma Salerno, che deve rafforzare la sua posizione in zona play-off, si riorganizza e vince soffrendo il secondo parziale 21-25. La Cesare Ragazzi è squadra tosta e Fiore e compagne non mollano il campo alle forti avversarie, giocando un volley piacevole e determinato. Risultato? Le ragazze di casa vincono 25-19, trascinate dalla voglia di sorprendere il sestetto guidato dal lucano Iannarella. Salerno sfrutta il calo delle padroni di casa e pareggia con un netto 18-25. Le potentine si spengono ed è tutto facile per la Orakom conquistare il quinto set 9-15.
Il derby di B2 tra Amatori Potenza e Natura Lagonegro si chiude con un pesante 0-3 in favore del team di Bosco che si dimostra squadra da categoria superiore. Il team del capoluogo paga la troppa tensione e la poca convinzione di avare la meglio contro la vice-capolista che parte subito forte vincendo il primo set 18-25. Pamela Petrone incita i suoi ragazzi ad avere maggiore coraggio, ma Durante e soci vincono ancora, stavolta 16-25. I potentini provano a rientrare in partita, mettono maggiore pressione ai lagonegresi che, da grande squadra, riescono a gestire bene i momenti di difficoltà e vincono il set 21-25. Per l’Amatori la salvezza resta ancora possibile; per la Natura Lagonegro i play-off sono una certezza.
Sconfitta interna di misura per la Pattinomania Matera che cede 5-6 al Prato al termine di una buona prova. Tanta amarezza per coach Marzella (espulso a fine gara) con la sua squadra che viene superata dalla rete decisiva di Malagoli nel finale. In panca per il Matera da segnalare la presenza di una donna, Mele, che non ha ancora esordito sul campo di gioco. Domenica prossima per Cellura e compagni match salvezza decisivo contro i rivali di Correggio, attardati di un punto in classifica rispetto ai materani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here