La Bawer si ferma in casa. Sconfitta esterna per la BBC Bernalda. La Coserplast di A2 torna alla vittoria

0
150

Domenica nera per il basket lucano, con Bawer e BBC Bernalda sconfitte in maniera amara. La squadra materana è, infatti, stata superata al PalaSassi 78-86 da Acmar Ravenna. Sconfitta dolorosa che ferma la rincorsa al primo posto della truppa di Benedetto che vede la capolista Agrigento volare sul +6. La partita è vissuta di fasi alterne e si è conclusa in favore degli ospiti solo all’over time, quando la Bawer si è spenta mentre è salito in cattedra Sollazzo che ha trascinato i romagnoli al colpaccio esterno. Partenza che vede le due squadre fronteggiarsi punto a punto, con Austin che da subito dimostra tutta la sua forza (a fine match saranno 29 i punti realizzati dal cestista americano). Il primo quarto si chiude 12-18 per gli ospiti che sembrano meglio messi in campo da coach Giordani. Anche il secondo quarto è di marca romagnola, con il sestetto di Cicognani e compagni che va negli spogliatoi avanti 28-32. Al rientro in campo la Bawer è più determinata, non permette a Ravenna di tentare la fuga e chiude il terzo quarto sotto solo di due punti: 45-47. Una grandiosa prova di forza nell’ultimo parziale permette ad Austin e compagni di rientrare in partita e pareggiare in extremis il punteggio sul 68-68. La stanchezza si fa sentire all’over time e la squadra materana non ha la forza di conquistare i due punti; viene, così, travolta dalle giocate romagnole che permettono agli ospiti di espugnare il palazzetto lucano 78-86. La Bawer mantiene il secondo posto in Lega Due Silver, ma ha perso l’occasione di inseguire in solitudine la capolista, visto che l’altra seconda della classe, Ferrara, è stata sconfitta da Treviglio addirittura 81-65. Ora Benedetto deve ricompattare l’ambiente perché, di fatto, si tratta solo di una battuta d’arresto: il sestetto della squadra dei Sassi sta preparando già per Reggio Calabria, nella prossima giornata, il pronto riscatto.
Altro stop per la BBC Cestistica Bernalda che si arrende di misura al Francavilla Fontana: 69-68 per i pugliesi di casa, ma grande amarezza per la squadra di Cotrufo che era riuscita a condurre in vantaggio tutta la partita prima di subire l’imperiosa rimonta della squadra di coach Olive. Non è bastata la giornata prolifica di capitan Russo per evitare l’ennesima sconfitta di questo 2014 al Bernalda che ora è fuori dalla zona play-off, superato dal Maddaloni. Ma la partita in terra brindisina è il punto di partenza per mettere fine alla pesante crisi delle ultime giornate: finalmente u match all’altezza della situazione, con tre quarti di gara assolutamente dominata dalla truppa lucana.
Già nella prima frazione Castoro e compagni iniziano con il piede giusto e riescono a chiudere avanti 18-21. Il secondo quarto è stratosferico, con il sestetto bernaldese che si porta addirittura avanti 36-44. Il Francavilla, nella seconda parte di gara, è inizialmente molle e in balia di una BBC in grande spolvero che riesce ancora a dominare e chiudere avanti anche la terza frazione 48-53. Ma è nell’ultima fase della partita che qualcosa va storto: i pugliesi, infatti, premono maggiormente in attacco, mentre Bernalda continua a tenere testa ai più quotati avversari che si portano sul 69-66. A tre secondi dalla fine Castoro sbaglia la tripla che avrebbe consentito agli ospiti di giocarsi la vittoria all’over time e il canestro di Martone sulla respinta rende meno amara una sconfitta che è pur sempre una sconfitta.
Ritorna al quarto posto la Coserplast Openet Matera che sconfigge Brolo in trasferta e supera Ortona nella classifica di A2: 1-3 il punteggio conquistato dai materani in terra siciliana ai danni dell’ultima in classifica, l’ElettroSud di coach Cortese. La truppa di Mastrangelo torna, dopo un periodo buio, alla vittoria e ora deve difendere la quarta posizione in classifica per ottenere vantaggi nella griglia play-off. In giornata di grazia l’olandese Krolis che realizza 29 punti e trascina la Coserplast ai tre punti finali. Primo set di marca ospite, con Luppi e soci che imbrigliano gli avversari e li sommergono con un pesante 16-25. Ma i siciliani ( solo due i punti raccolti finora) intendono salvare l’onore e pareggiano subito il conto dei set grazie al 25-19 che riapre i giochi. Mastrangelo strigli i suoi a dovere e la squadra lo ripaga con un terzo set di assoluto dominio, conclusosi con un nettissimo 10-25. Nel quarto parziale Brolo prova qualche sorpresa, ma Matera controlla con disinvoltura e si impone 19-25.
Quindicesima sconfitta su altrettanti incontri per l’Avis Potenza che si arrende 3-0 al Tremestieri Catania. Le ragazze potentine cedono subito allo strapotere siciliano: le padroni di casa, infatti, vincono in scioltezza il primo set (25-10), controllano il secondo (25-15) e chiudono la pratica con un 25-13 che lascia spazio a pochi commenti. Annata nera per la squadra potentina, ultima in classifica nel campionato di B1, e che non è ancora riuscita a raccogliere un punto in questa stagione.
La formazione maschile di B1, la Virtus Potenza, invece, si avvicina alla salvezza grazie alla vittoria per 3-0 sul Casandrino. Una grandiosa prestazione per la truppa di Nacci che, nonostante l’assenza di Donzella per squalifica, impone il suo gioco e si porta su +10 dalla zona retrocessione. Una partita molto equilibrata, eccetto che nel secondo parziale dove il dominio dei ragazzi potentini è netto ed evidente. Partenza sul filo dell’equilibrio, rotto dalle buone giocate di Salomone che trascina la squadra di casa al 25-22 finale. Nel secondo parziale la Virtus è padrona assoluta del campo e riesce a vincere in scioltezza 25-16. Ma gli ospiti, quinta forza del campionato, non ci stanno a perdere in Lucania e provano una reazione che porta la terza frazione fino ai vantaggi: qui la bravura del giovanissimo palleggiatore Brienza permette ai suoi compagni di conquistare anche il terzo set, stavolta 28-26.
Seconda vittoria consecutiva per la Cesare Ragazzi Potenza che, nel campionato di B2 femminile, si tira fuori dalla zona retrocessione e può guardare con maggior fiducia al mantenimento della categoria. La squadra di Claps vince 3-1 contro la Megaride Napoli e si rilancia, così, in classifica. Partenza grandiosa delle potentine che, trascinate da una super Alexandrova, si impongono nel primo set 25-19. Ma le campane, quinta forza del campionato, vogliono i play-off e rientrano subito in partita grazie al 22-25 della seconda frazione. Sfida, dunque, sentitissima tra le due formazione che si danno battaglia nel terzo parziale, con la Cesare Ragazzi che ha la meglio e si impone 25-20. Nel quarto set le napoletane spariscono dal campo ed è cosa facile per Fiore e compagne sommergere di punti le avversarie, fino al 25-10 finale. Se una lucana ride, l’altra piange. La Ingest Montescaglioso, infatti, si arrende per 3-0 contro la vice-capolista Fari Salerno: troppo forte la squadra campana per la truppa di Emidio Sapio che comunque onora al meglio l’incontro mettendo in grande apprensione le salernitane che, solo grazie alla maggiore qualità, riescono a conquistare i tre punti. Tutti e tre i set terminano con il medesimo punteggio: 25-22 per le padroni di casa che usufruiscono anche di un arbitraggio a loro appannaggio e possono continuare la lotta per la promozione diretta in B1. Per la Ingest, invece, k.o. amaro, ma il vantaggio sulla zona retrocessione è sempre di cinque punti .
Importante vittoria esterna per l’Amatori Potenza che, nel campionato di B2 maschile, riesce ad espugnare Altamura al tie-break e mette in cascina altri due punti importanti per poter coltivare il sogno salvezza, visto che la zona permanenza dista solo un punto. Partita terribile quella del PalaSport pugliese, con la truppa di Pamela Petrone che parte fortissimo e vince il primo set 18-25. L’Altamura, terzultimo in classifica e disperatamente bisognoso di punti, torna subito in partita davanti il suo pubblico e si aggiudica la seconda frazione 25-17. Anche nel terzo set il sestetto di Cappiello fa la voce grossa e ribalta il risultato, vincendo 25-12. Ma l’Amatori è squadra che non si arrende e conquista la possibilità di giocarsi la vittoria al tie-break, vincendo il quarto set 25-27. Al tie-break la squadra di casa si spegne e Mastropasqua e compagni ne approfittano per vincere 8-15 e portare in terra lucana un successo fondamentale per le chance salvezza.
Sempre nello stesso girone, la Natura Lagonegro consolida il secondo posto grazie alla vittoria conquistata su Leverano: 1-3 in terra salentina per la formazione di Bosco che si porta a +4 sul terzo posto ed ipoteca i play-off. Dopo una partenza in salita ( il primo set si chiude 25-21 per i padroni di casa) è tutto facile per i lucani che prima pareggiano il conto dei set grazie al 13-25 del secondo parziale, poi ribaltano il risultato con un sofferto 22-25 e con un più netto ed agevole 14-25.
In A1 di hockey ennesima sconfitta esterna della Pattinomania Matera che perde 12-3 a Follonica, ma mantiene sempre il vantaggio di quattro punti dal Viareggio Hockey ultimissimo in classifica. A segno, per la compagine di Marzella, il solito Papapietro e Nicoletti, autore di una doppietta: i due marcatori hanno reso meno amara una batosta altrimenti difficile da digerire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here