La mostra collettiva itinerante “Donne d’Autore” conquista Trani

0
127

Continua a mietere consensi la mostra itinerante “Donne d’autore”: nella tappa extraregionale di Trani, l’evento culturale organizzato da AIDE Metaponto e Bernalda, ha riscosso gli apprezzamenti del pubblico pugliese e della critica, oltre che del numeroso pubblico riversatosi nella splendida location di Palazzo Ventricelli, sede dell’Università Telematica Pegaso. La mostra, curata da Anna Elena Viggiano, dopo il successo di Bernalda, conquista anche Trani, grazie alle splendide opere che hanno riempito le stanze del palazzo quattrocentesco sito nel cuore della città pugliese: l’obiettivo della manifestazione è quello di dire no alla violenza sulle donne, piaga dei nostri giorni e costantemente al centro della cronaca nera nazionale. Hanno presenziato all’inaugurazione della mostra, oltre alla curatrice bernaldese, Mery Pontrandolfo, direttore dell’Università, l’assessore alla cultura di Trani Fabrizio Sotero, Vittorio Tolomeo, storico tranese che ha definito la mostra di alto livello culturale, e Paolo De Novi che ha presentato alla platea lo scatto del Manifesto della mostra collettiva, introducendo anche la materia dell’arte digitale. L’apertura della serata è stata affidata a Roberta Laguardia, diplomata a Roma presso l’Accademia di Arte Drammatica “Beatrice Bracco”: l’attrice di origini lucane ha interpretato una piccola parte del monologo teatrale di Franca Rame “Abbiamo tutte la stessa storia”, tratto da “Tutto casa letto Chiesa”, opera di Dario Fo che affronta il tema della sottomissione della donna. Moderatrice della serata è stata Emanuela Matera.
Prossimo appuntamento per la mostra “Donne d’autore” sarà quello di Tursi, dove si ribadirà ancora una volta un deciso no alla violenza sulle donne.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here