La Piscina Comunale di Marconia torna a vivere: definito il nuovo gestore dell’impianto

0
495

Parte bene il 2014 per Marconia: infatti la popolosa frazione pisticcese accoglie con gioia la notizia di una svolta nella riapertura della piscina comunale sita in zona Pitagora. Dopo le vicende drammatiche che hanno visto la cittadina lucana perdere una branchia fondamentale per l’economia del paese, finalmente dal Comune di Pisticci è giunta notizia che a vincere il bando e ad aggiudicarsi la gestione della piscina comunale è stata la società “Adriatika Nuoto” di Galatina, la quale ha superato la concorrenza di una società della provincia di Roma (cooperativa Mantus) e una di Taranto (Consul Progetti). Tanta soddisfazione per gli appassionati di nuoto del comprensorio che sono costretti ad emigrare nelle piscine di Policoro, Montalbano e Bernalda per coltivare la loro passione. La struttura natatoria pisticcese, originariamente olimpionica e coperta, in seguito a lavori di ristrutturazione, fu divisa in una parte interna, con tribuna, spogliatoi e zona relax, e una esterna, adibita alle frequentazioni estive dei numerosi iscritti. Fu inoltre ricavata una piscina interna per bambini e una piscina per le attività di atleti disabili. Il Comune, allora presieduto dal sindaco Pasquale Bellitti, inaugurò la struttura sportiva, affidandone la gestione alla società “ Agenzia dello Sport” con sede a Matera e presieduta da Carmine Acquasanta. Dopo anni di successo, improvvisamente avviene il fattaccio che sa tanto di truffa: da un giorno all’altro (ottobre 2011), infatti, Acquasanta e figli spariscono, portando con loro le quote di iscrizione del nuovo anno agonistico e lasciando una profonda ferita nella comunità, visto che tra i gestori e gli abitanti della locale frazione si era creato affetto e stima reciproca. Ma già qualcosa era nell’aria: da mesi,infatti, i dipendenti non ricevevano stipendi e la struttura risultava inadempiente anche nei pagamenti per fornitura di gas. Gli Acquasanta non sono stati responsabili solo della chiusura della piscina di Marconia: anche a Senise, infatti, si era riproposta la medesima situazione. Il Comune, oltre al danno, ricevette anche la beffa: infatti, qualche giorno dopo l’ufficialità della chiusura, i vecchi gestori dell’impianto tornarono per recuperare le ultime cose lasciate nella piscina, come dei veri e propri ladri. La colpa fu anche del Comune che non cambiò la serratura e la comunità sportiva che assiduamente frequentava le vasche della piscina si è vista ferita due volte da quelle persone sulle quali si era fatto affidamento per diffondere e far conoscere lo sport più completo anche a Marconia.
Storia recente sono le vicissitudini legali che hanno portato alla dichiarazione fallimentare di “Agenzia dello Sport”, mentre il Comune di Pisticci, in questi due anni di inattività, si è accollata le spese di manutenzione e di pagamento dei debiti lasciati dagli scellerati gestori. Ora lo spiraglio che si era aperto con l’apertura del bando di affidamento dell’impianto sportivo si allarga sempre più, con la società salentina pronta a riaprire i battenti e a sfruttare al meglio una delle piscine più funzionali della regione, per la gioia dei ragazzi di Marconia che finalmente possono sfruttare meglio il loro tempo libero, in un paese davvero privo di iniziative e di luoghi ricreativi. E la riapertura della piscina entro l’estate ( a detta dell’assessore Sassone ai microfoni di Pisticci.com) porterà linfa nuova anche al fragile tessuto economico cittadino, visto che la piscina, per la sua grandezza, è capace di accogliere iscritti anche dai paesi limitrofi. Una occasione da sfruttare da tutta la comunità che, dopo alluvione e crisi che hanno asfaltato ogni speranza, può tornare a sperare in un presente più roseo.
Per quanto riguarda la nuova società che diverrà gestore della piscina, essa ha sede legale a Galatina. Il suo amministratore è il sig. Tommaso Sergio Della, mentre il gruppo appartiene alla holding di Gargasole Angelo Giuseppe. La società sportiva ha già in gestione la piscina di Galatone (LE) e Ruvo di Puglia (BA) e ora intende estendere i suoi confini anche alla Basilicata.
Speriamo con ottimi risultati per il Comune di Pisticci, i cittadini e tutti gli sportivi che presto potranno tornare ad affollare le acque della piscina comunale di Marconia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here