La Roma conquista il trofeo “Gaetano Scirea”

0
154

E’ la Roma la squadra trionfatrice della XVIII edizione del trofeo “Gaetano Scirea”, torneo a cui partecipano gli atleti under 16 delle squadre più blasonate a livello europeo. La formazione della Capitale ha avuto la meglio nella finalissima, disputata al XXI Settembre di Matera, sul coriaceo Milan, allenato dall’ex centrocampista di Milan e Lazio Christian Brocchi. Una partita accesa e sostanzialmente equilibrata che si è chiusa sull’1-1 nei 120’ di gioco ( a segno Papavero per la Roma e Griffini per il Milan, entrambi nella ripresa). Ai rigori decisivo l’errore di Zanellato per i rossoneri con Muzzi che non ha sbagliato il penalty che è valso il 6-5, trascinando i giallorossi alla conquista della Scirea Cup 2014. Si chiude con l’intensa emozione dei rigori questa ennesima edizione del torneo che ha saputo regalare spettacolo e giocate di alto livello, ospitando atleti che senz’altro entreranno presto nel giro delle prime squadre professionistiche. Ottima partecipazione di pubblico in ogni stadio che ha ospitato le gare della varie fasi, con Pisticci che si è distinta per una grande presenza di pubblico. Con un “Michetti” che si è rifatto il look per l’evento, la comunità pisticcese ha accolto nel migliore dei modi le squadre che hanno calcato il terreno di gioco di contrada San Gaetano e queste serate di calcio hanno riportato alla luce la passione per lo sport più bello del mondo che l’intera comunità storicamente nutre. Davvero un peccato che uno stadio del genere e un tifo così passionale non abbiano più una squadra nel calcio regionale che conta, anche se la speranza per gli appassionati è che quest’anno ci possa essere la rinascita del calcio a Pisticci.
Si è aggiudicato il terzo posto nella competizione giovanile l’Inter che, grazie alla marcatura di Facchinetti, ha superato nella finalina per il terzo e quarto posto, disputata a Toritto, i croati dell’Osijek.
Intanto, mentre lo Scirea Cup giungeva al termine, il Picerno affrontava nella finale play-off per l’accesso alla Serie D la Sarnese: al “Curcio” i campani si sono imposti con un secco 0-2, spegnendo definitivamente i sogni promozione dei melandrini. Con la gara di ritorno ancora da giocare, il Picerno, più che sperare in una rimonta in terra campana, è proiettata verso la possibilità di presentare domanda di ripescaggio: troppo evidente, infatti, la differenza sul campo tra le due squadre, con gli ospiti che hanno regolato i lucani con un gol per tempo. Nella prima frazione ci ha pensato Maggio a rompere l’equilibrio, mentre nella ripresa Fontanarosa ha chiuso definitivamente i giochi, con gli uomini di mister Vitter che ora sono ad un passo dal ritorno in serie D. Al Picerno resta la speranza del ripescaggio e la soddisfazione di aver ben figurato in questi play-off, anche se ci sono ancora 90’ per provare a realizzare il miracolo sportivo in terra campana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here