Learning at the hearth – “imparare dal focolare”

0
113

Learning at the hearth – “imparare dal focolare”- è il titolo del progetto europeo Grundtvig di cui l’Associazione Allelammie è partner con altri 6 paesi come Cipro, Lituania, Regno Unito, Romania, Germania e Spagna, che si svolgerà a Pisticci dal 3 al 6 aprile, in collaborazione con Euro-net di Potenza, e continuerà nel resto dell’Europa nel corso dell’anno.
Il progetto intende sperimentare l’efficacia della metodologia di apprendimento non–formale dei luoghi, attraverso le storie dei protagonisti che lo abitano, dove “focolare”, letteralmente e metaforicamente, sta per luogo dell’anima di un territorio che meglio esprime le sue peculiarità, che rappresenta la storia da sempre raccontata e tramandata da generazione in generazione. Lo scopo del progetto è, inoltre, paragonare il concetto di “focolare” tra i diversi Paesi Europei e osservare come questa modalità così antica, naturale, d’imparare attraverso le storie, venga preservata nel tempo e nei contesti culturali di cambiamento nei rispettivi Paesi coinvolti.
I partecipanti rappresentano ciascuno un’istituzione o un’associazione culturale: come l’Università Linguistica di Vilnius, la Scuola Primaria di Suceava in Romania, Rooftop Theatre di Nicosia, Interacting Theatre di Cleveland, l’associazione linguistica UnoaUno di Madrid e La Scuola Primaria di Berlino.
I 20 rappresentati europei che frequenteranno il territorio di Pisticci e dintorni sono alla ricerca di storie, di esperienze narrative uniche, capaci di generare una conoscenza del luogo. Il programma prevede incontri con narratori come artigiani, artisti che hanno scelto di vivere in Basilicata e con comuni abitanti.
L’intera regione verrà presentata nella sua fase di rinnovamento attraverso la candidatura di Matera 2019 e i progetti che ha messo in atto come il caso sperimentale di Unmonastery; si esplorerà la tradizione arpistica lucana con la musicista Giuliana De Donno (lezione dimostrativa a Pisticci presso Casa Elizia giovedì 3, ore 21:30); s’incontreranno personalità speciali come il maestro Antonio La Cava, che con il suo bibliomotocarro sarà premiato in Campidoglio come l’uomo più simpatico d’Italia. Infine il gruppo di ospiti sarà condotto verso l’interno ad esplorare la bellezza dei borghi dell’Area del Gal Cosvel, come Valsinni e Colobraro, alla scoperta delle loro tradizioni sulla magia e la poesia.
Chi volesse regalare una storia ai visitatori del progetto LATH, potrà incontrare gli ospiti al Centro TILT, durante le loro attività pomeridiane.
Contatti Centro TILT 0835411408 – cell. 3288660122.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here