Melfi e Matera cercano la vittoria. Il Nuovo Real Metapontino prova a stupire

0
272

La penultima domenica dell’anno calcistico lucano porta con sé una serie di partite che riserveranno non poche emozioni per gli animi degli appassionati: tanta voglia di ripartire per le squadre della Basilicata dopo le brutte prestazioni nei recuperi giocati lo scorso mercoledì.
C’è voglia di ripartire per il Melfi che, dopo lo stop con la Casertana, proverà all’ “Arturo Valerio” a macinare gioco e conquistare tre punti che rafforzerebbero la positiva posizione di classifica. I federiciani se la vedranno con il Sorrento degli ex Improta e Benci, desideroso di risalire in classifica dopo un avvio disastroso. Per vincere mister Bitetto non ha ancora deciso se affidarsi al trio d’attacco Cruz-Tortori-Ricciardo per scardinare la difesa campana, oppure concedere un turno di riposo ad uno dei tre mastini d’attacco. In difesa mancherà sicuramente Cardinale causa ammonizione da diffidato mercoledì scorso, mentre sicuro assente sarà anche Muratore a centrocampo, espulso con la Casertana. Intanto l’ex Benci, sul sito www.tuttomercatoweb.com, ha ricordato l’esperienza di Melfi dello scorso anno come una delle migliori esperienze della sua carriera, ha mantenuto un ottimo rapporto con tifosi e presidente Maglione e si dice, allo stesso tempo, euforico della nuova avventura a Sorrento. L’allenatore Simonelli, subentrato a campionato in corso ad Andrea Chiappini, può dunque contare sulla bravura di questo giovane difensore centrale che all’occorrenza gioca anche da terzino per difendere il fortino che la sua squadra sicuramente erigerà per fermare il Melfi, così da portare a casa punti importanti per la salvezza.
Aria di riscatto anche a Matera, dove la formazione di Toma, pesantemente contestata dopo il ko casalingo contro la capolista Marcianise che ha tranciato, almeno momentaneamente, i sogni di gloria dei materani, proverà a ripartire vincendo contro una squadra non irresistibile come il Real Vico. Dopo la bruciante sconfitta il presidente Colummella ha preso numerosi provvedimenti circa la rosa del Matera, potando quelli che possono essere definiti i rami secchi: infatti sono stati messi fuori rosa i vari Sy, Giorgino, Majella, Sorrentino, Iorfida e Liberacki, mentre in attacco il patron ha ufficializzato l’accordo con la punta ex Giulianova Dos Santos, pronto a diventare il nuovo idolo della tifoseria e a trascinare la squadra alla conquista del primo posto, distante ora addirittura otto punti. Toma e il suo Matera non possono più sbagliare per non incappare nell’ira di Colummella e per non issare bandiera bianca con largo anticipo.
L’unica squadra lucana di Serie D che vive un momento di forma eccezionale è il Francavilla della famiglia Cupparo che si trova in piena zona play-off con 22 punti (25 punti se non avesse perso una partita a tavolino): l’incredibile ruolino di marcia dei lucani ( sei risultati utili di fila tra cui quattro vittorie e due pareggi) si stoppa per una settimana, visto che domenica i sinnici osservano il turno di riposo a seguito della radiazione del Nardò. Appuntamento, quindi, a domenica prossima.
L’altra squadra lucana, il Real Metapontino si presenta a Monopoli con una squadra rinnovata e fortemente rafforzata dalla dirigenza guidata dal presidente Casalnuovo: l’acquisto dell’ultimo minuto è stato niente meno che Francesco Di Gennaro, ex bomber di Verona, Gallipoli Lanciano, Lucchese e Barletta tra serie B e C. L’attaccante, svincolatosi dal Matera e desideroso di rimanere in Basilicata, ha firmato per la squadra del comprensorio metapontino e giocherà in attacco con l’altro bomber Di Tommaso: un duo pronto a regalare la salvezza alla truppa di Catalano, chiamata a raccogliere punti già al “Veneziani” di Monopoli contro la forte formazione di casa che è attualmente fuori dalla zona play-off per un punto. Contemporaneamente a questi acquisti hanno dato addio alla formazione montalbanese i vari Pignatta e Covelli, autentiche delusioni di questa rosa che era partita con ben altre prospettive, ma che ora si ritrova a dover conquistare una difficile salvezza.
In Eccellenza turno ricco di insidie per le squadre che comandano la classifica: il Rossoblù Potenza è impegnato sull’ostico campo di Moliterno contro una formazione in salute, con una difesa roccaforte e un attacco guidato da Lancellotti e Branda. Per non incappare in spiacevoli sorprese ci vorrà il miglior Potenza, quello che vuole a tutti i costi conquistare la Serie D. La diretta inseguitrice, il Picerno, sperando in un passo falso della capolista, deve superare l’ostacolo Real Tolve per continuare a sperare: mister Catalano ha arricchito la sua rosa assicurandosi le prestazioni di Capogrosso e non vuole perdere ulteriore terreno dai potentini. Il Viggiano, dopo la batosta casalinga col Picerno, prova a ripartire sul campo in terra battuta di Pomarico contro la formazione di Motta, squadra in salute e in una posizione di classifica assolutamente tranquilla. La Murese di mister Ragone, in uno stato di forma egregio, cerca la continuità contro il Vitalba e i biancorossi, nel loro “Rigamonti”, vogliono stupire ancora e regalare a Muro Lucano il sogno chiamato Serie D. Impegno arduo per il Lagonegro, impegnato sul campo del rinato Oppido di Manniello: mister Lardo è alla ricerca dei primi tre punti della sua gestione, ma la squadra di casa si è molto rafforzata e tenterà di conquistare la seconda vittoria consecutiva. La Vultur Rionero ospita al “Corona” il devastato Marconia, reduce dalle quattro sberle casalinghe contro il Moliterno: impegno non eccessivamente complesso per i bianconeri, ma la formazione del comprensorio pisticcese, nei momenti più bui della stagione, ha saputo tirare fuori gli artigli ed imporsi fuori casa con vittorie inaspettate. E’ questo che si aspetta il sempre in bilico mister Labriola che, per la partita in terra vulturina, recupera l’autentico trascinatore della squadra, capitan Domenico Lavecchia e affida le chiavi dell’attacco a Lobosco. L’altra formazione di Rionero, il San Tarcisio se la vedrà fuori casa con il Pietragalla: vincere per abbandonare l’ultimo posto è l’obiettivo degli ospiti che, dalla prima giornata, hanno sulle spalle il peso dell’ultima piazza in graduatoria.
Chiude il palinsesto la sfida salvezza tra il Villa d’Agri di Arleo e lo Sporting Pignola: chi tra le due squadre verrà sconfitta vedrà complicarsi ulteriormente il proprio cammino verso la salvezza diretta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here