Per una scelta consapevole: alcuni buoni consigli su come scegliere la scuola superiore

0
586

Con l’arrivo del secondo quadrimestre, per numerosi studenti è tempo di scelte: infatti i tanti ragazzi impegnati nell’ultimo anno di scuola secondaria di primo grado ( ex scuola media), oltre che preparare l’esame di stato e recuperare i brutti voti della prima parte dell’anno, devono confrontarsi con la difficile scelta della scuola secondaria di secondo grado ( ex scuola superiore). Una scelta davvero complicata per ragazzi di quattordici anni, spesso presa sotto gamba, fatta con estrema sufficienza, senza tener conto di quanto possa influenzare la successiva carriera scolastica e poi lavorativa di questi futuri cittadini italiani. Si è consapevoli del fatto che il giovane che sta per terminare gli studi nelle scuole medie ( mi piace chiamarle così), non riesca ad essere consapevole di tutto questo e spesso sceglie la scuola o per sentito dire, o perché ci va un amico, o perché segue le dicerie e i pregiudizi che la gente è brava a creare, ma che non riesce mai a superare. Tenuto conto di tutte queste difficoltà, proviamo ad aiutare questi giovani con alcune semplici considerazioni.
1 Ragazzi belli, nella scelta della scuola superiore, non lasciatevi influenzare dai commenti della piazza, dai pregiudizi della gente, ma basatevi solo su fatti concreti; ascoltate i consigli dei vostri genitori, ma fate in modo di non lasciarvi influenzare troppo perché la vostra pre-iscrizione è la prima scelta seria che la società vi chiama ad effettuare. Non seguite il miglior amico o la amichetta del cuore, perché ognuno deve vivere le proprie esperienze e sappiate che si può continuare ad essere amici anche se in scuole differenti.
2. Tenete naturalmente conto delle vostre attitudini e guardate in faccia la realtà: in un’epoca di crisi economica e di valori inarrestabile, cercate di evitare scuole con un percorso chiuso che non vi lasciano molte scelte al termine della carriera, ma preferite quella scuola che può darvi molte opportunità una volta terminata: con molte opportunità si intende sia proseguire negli studi, accedendo alle università, sia provare ad entrare immediatamente nel mondo del lavoro.
3. Scegliete una scuola che affronti con serietà e abnegazione materie fondamentali, sia per il possibile proseguo degli studi universitari, sia per costruire una cultura e un sapere all’avanguardia e attivo nella società.
4. Siate consapevoli che fate una scelta davvero importante che costituisce la base del vostro futuro, ma che è il vostro presente; sappiate che se sceglierete il liceo classico o scientifico, di conseguenza dovrete per forza continuare gli studi, accedendo alle università; sappiate che non esistono scuole dove non si fa nulla, ma solo scuole in cui non si fa nulla perché siete voi a volerlo. Sappiate, infine, che tutte le scuole possono farvi accedere successivamente alle università.
5.Considerate con la giusta importanza lo studio, perché è una cultura costituita con diligenza e passione e non legata al singolo voto che vi renderà partecipi della società, che vi permetterà di comprenderla, di essere soggetti protagonisti e attivi di qualunque esperienza, sia lavorativa che di vita.
Spero vivamente che questa breve analisi aiuti più di qualcuno a comprendere l’importanza della scelta della scuola superiore e soccorra quei ragazzi indecisi, affinché le loro situazioni si schiariscano, almeno un po’.
PS. Non convincetevi già dai quattordici anni che non andrete all’università perché la vita cambia continuamente e le nostre idee la seguono a ruota.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here