“Scanzano no nimby”, presentazione del saggio-pro memoria sulla rivolta in Basilicata, del giornalista Pino Mafaro

0
284

“SCANZANO NO NIMBY”, è il titolo del saggio-pro memoria sulla rivolta in Basilicata contro il deposito di scorie nucleari, scritto dal giornalista Pino Mafaro, che sarà presentato sabato 23 novembre a Grassano, alle 18,00 nell’Aula Magna dell’Istituto Commerciale “Carlo Levi”, in occasione della ricorrenza del decimo anniversario della “Marcia dei 100 mila” da Policoro a Scanzano.
L’iniziativa è promossa dall’associazione culturale Akos, in collaborazione con con Auser – Università dell’Età Libera Grassano e l’associazione teatrale Fratelli di Latte.
La prefazione, che affronta in chiave di lettura scientifica il tema delle grandi difficoltà e dei pericoli per le popolazioni e l’ambiente collegati alla gestione e conservazione delle scorie nucleari a Scanzano e nel resto del mondo, tratta dall’intervista della giornalista Vittoria Siggillino, è di Mario Tozzi, geologo, ricercatore scientifico, giornalista, scrittore e conduttore televisivo.
Seguono nove brevi capitoli, di cui l’ultimo di foto in bianco/nero, nei quali l’autore focalizza le sue riflessioni essenzialmente sui “perché” della imponente ribellione che si determinò in una piccola regione del Sud in seguito al decreto legge emanato in gran segreto dal governo nazionale, intrecciati alla storia di Scanzano Jonico, della miniera sotterranea di sale e argilla a Terzo Cavone, delle lotte in Basilicata per le terre, il lavoro e i diritti, del Centro Enea di Rotondella. Un approfondimento è dedicato alla Guerra Fredda tra Usa e Urss e alle basi con i missili a testata nucleare realizzate in Basilicata e Puglia.
Programma della manifestazione: presentazione del saggio a cura della giornalista Vittoria Siggillino, che modererà anche il Forum aperto a liberi interventi-testimonianze dei partecipanti. Seguirà la proiezione del video-documentario tratto dal saggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here