Star hollywoodiane a Bernalda. Da ieri l’attore Chris Lloyd, eroe di “Ritorno al Futuro”

0
560

Chris Lloyd l’attore di “Ritorno al futuro” è da ieri a Bernalda ospite del relai di Coppola, Palazzo Margherita. Quest’anno Bernalda sta diventando una passerella per divi hollywoodiani un po come accadde in occasione del matrimonio di Sofia Coppola. Ieri passeggiando nel tardo pomeriggio a Bernalda davanti a palazzo Margherita si nota un’insolita coppia che si sta facendo scattare qualche foto: si tratta dell’attore statunitense Christopher Allen Lloyd detto anche Chris Lloyd con il regista, scrittore e sceneggiatore bernaldese Giuseppe Marco Albano nuova promessa del cinema italiano. Lloyd ha interpretato il dottor Elmett Brown, lo scienziato fulminato della trilogia di “Ritorno al futuro”, inventore della bizzarra macchina del tempo ricavata da un’autovettura. Ma ha interpretato anche lo Zio Fester della famiglia Addams o ancora il giudice Morton in “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” Giuseppe Marco Albano ci racconta: “E’ stata forte la mia emozione nell’incontrare l’attore di uno dei miei film preferiti, se faccio cinema lo devo anche a ritorno al futuro. La maglia della foto, l’ho comprata a New York in un negozio di cinema. Ed oggi quando ho saputo che c’era Lloyd l’ho messa apposta. E poi è scattata la magia, perchè lui si è emozionato più di me nel vedere qui a Bernalda un ragazzo che trema e balbetta nel vederlo in una veste emozionata con indosso la maglietta del film”. Il regista continua raccontantoci l’incontro: “ inizialmente avevo indosso la camicia, poi la signora che era con lui mi ha chiesto di togliermela e di far vedere la maglietta che avevo sotto, per uno scatto che avrebbe voluto portare come ricordo da far vedere agli amici americani con uno sguardo sorpreso; e lì mi sono veramente emozionato, lui è stato felice quanto me ed io ho sentito la sua bontà, il suo essere umile, una persona splendida, è stata una delle strette di mano più belle delle mia vita. Se faccio cinema oggi all’età di 29 anni, un po’ lo devo anche a lui.
Di Anna Elena Viggiano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here