Tutto fermo all’Ospedale di Tinchi: il Comitato di Difesa non ci sta e promette battaglia

0
261

Nulla si muove presso l’Ospedale di Tinchi: la denuncia giunge da parte del Comitato di Difesa del nosocomio pisticcese che sottolinea come le tante promesse della politica lucana e del Governatore Marcello Pittella non si siano trasformate in fatti. La situazione appare delicata presso il centro ospedaliero di Tinchi dove, stamane, sono apparsi due striscioni riportanti i seguenti slogan: “E’ davvero un peccato vedere l’ospedale nel degrado” e “Ancora nessuna azione sarà rivoluzione”. Il Comitato, infatti, evidenzia come in questi mesi, di fronte ai tanti impegni presi dalla politica regionale, siano stati esclusivamente spostati gli ambulatori presso le sale adiacenti alla struttura ospedaliera, mentre i lavori di consolidamento non sono mai stati avviati. I membri del Comitato che da anni si batte per non far chiudere l’ospedale dedicato ad Angelina Lo Dico denunciano anche la mancata installazione del macchinario per la mammogragia e delle poltrone idonee all’ambulatorio di chirurgia; inoltre la MOC è effettuata solo per quattro esami al giorno invece che per trentadue, mentre non sono stati avviati i lavori per il nuovo reparto dialisi e non è stato pubblicato nessun bando per la riabilitazione cardiopolmonare. In questi mesi le proteste dei cittadini si sono placate a seguito degli accordi presi con ASM e Regione Basilicata, ma ora il Comitato sospetta che tutto sia stato fatto per fermare i manifestanti, mentre tutti gli impegni presi sono rimasti sulla carta. Di fronte a questa situazione di inerzia e immobilismo delle istituzioni, i difensori dell’Ospedale di Tinchi si dicono pronti a nuove proteste e alla possibilità di scendere nuovamente in strada per manifestare un dissenso diffuso circa le modalità di gestione della struttura ospedaliera pisticcese, passata in pochi anni da centro di eccellenza in Regione a centro marginale. “La lotta continua”: con queste parole sui social network il Comitato annuncia nuove azioni nei prossimi giorni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here