Danni ingenti a edifici e strade, alcune famiglie ancora isolate. Richiesto lo stato di calamità (Aggiornamento ore 18:00)

0
315

Quando un evento straordinario e dannoso colpisce una comunità, il day after ha sempre quell’amaro in bocca. E’ tempo di stime, è tempo di rendicontare e valutare i danni subiti. Ancora una volta questo territorio subisce l’angoscia di una tragedia provocata dalle inondazioni dovute all’acqua piovana che, in particolari condizioni meteorologiche, provocano veri e propri muri di acqua difficilmente arginabili. A differenza della tragedia avvenuta sulla strada provinciale Pozzitello-Craco dove perse la vita una donna di Marconia, Anna Lanzillotta, il caso ha voluto risparmiare vite umane. Milioni di euro i danni a edifici, strade, terreni agricoli.
In tarda mattinata il sindaco di Pisticci, Vito Di Trani, con delibera della giunta comunale, ha chiesto lo stato di calamità naturale. E’ da circa 24 ore che i componenti della giunta comunale si alternano per presiedere al coordinamento dell’unità di crisi allestita nell’edificio della delegazione comunale di Marconia. La task force composta da Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Carabinieri, Polizia di Stato, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Municipale ha dovuto affrontare oltre 150 richieste di intervento su richiesta di cittadini, che hanno interessato per lo più seminterrati allagati e attività commerciali inagibili.
In mattinata e nel pomeriggio sono stati dispiegati 2 elicotteri, uno della Polizia di Stato e uno dei Vigili del Fuoco, per effettuare un costante monitoraggio della zona e coordinare dall’alto eventuali interventi da terra.
Sei squadre di Vigili del Fuoco sono attualmente utilizzate in tutta la provincia di Matera, cinque solo a Marconia di Pisticci.
Per garantire una maggiore forza negli interventi di aiuto e di soccorso, il comando regionale dei Vigili del Fuoco mantiene in allerta altre quattro squadre in più rispetto alle regolari emergenze, due del comando provinciale di Matera e due di quello potentino.
I vigili del fuoco hanno effettuato un intervento a Marconia per portare in salvo un ragazzo diversamente abile, impossibilitato a muoversi per via dell’ascensore di casa non funzionante.
Nel momento in cui pubblichiamo questa notizia, una squadra speciale dei Vigili del Fuoco sta intervenendo con un mezzo anfibio in C.da Cugnarelle, in agro di Marconia, per raggiungere una famiglia rimasta isolata. Il mezzo speciale, in gergo tecnico chiamato “San Bernardo”, è in dotazione al Comando dei Vigili del Fuoco di Potenza. Il mezzo anfibio ha una capacità di trasporto pari a 4 postazioni per unità operative più 12 postazioni per ausiliari o per trasporto passeggeri.
Alcuni cittadini, con l’aiuto dei Vigili del Fuoco e di alcuni volontari, hanno preventivamente posizionato dei sacchetti di sabbia in prossimità dell’ingresso di cantine, garage e seminterrati.
Vi segnaliamo che alle 14 circa in via Quattro Caselli, all’altezza di via Togliatti, si è aperta una voragine di circa 40 centimetri sulla strada che si collega al Centro regionale per la creatività Tilt.
La viabilità nei dintorni dell’abitato jonico è pressochè garantita, salvo per la strada provinciale Marconia-Bernalda che è stata chiusa al traffico perchè franata in più punti e per la massiccia presenza di fango su tutta la carreggiata. La SP Destra Basento, dopo aver subito la piena del fiume Basento, è in fase di ripristino grazie al lavoro degli operai e dei tecnici della Provincia di Matera.
Il sindaco Di Trani e l’assessore regionale alle Infrastrutture e Opere pubbliche Luca Braia, con i tecnici della provincia di Matera e della regione Basilicata, hanno effettuato un sopralluogo sulla SP Destra Basento e, per quanto possibile, sulla bretella Marconia-Bernalda, costatando gravi danni strutturali a queste importanti arterie di comunicazione del territorio.
Domani scuole chiuse in tutto il Comune di Pisticci.
Dalla provincia ci giungono varie notizie: nel comune di Montalbano Jonico e di Tursi pare che la situazione sia tranquilla. Ad aver subito i danni maggiori sono state le aziende agricole. Nei pressi del Miceneo Palace Hotel a Scanzano Jonico, altro comune del metapontino maggiormente colpito dalla pioggia, si è aperta una voragine che ha quasi inghiottito un container. A Serra Marina, frazione del Comune di Bernalda, quattro famiglie sono rimaste senza tetto, assistite dalla Protezione Civile. A Grottole in Località Bufalara alcune aziende zootecniche hanno subito gravi danni per la morte di decine di animali.
Il sindaco di Matera, Salvatore Adduce, con propria ordinanza ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado di Matera per mercoledì 9 Ottobre e per giovedì 10 Ottobre. La decisione è stata presa a seguito della comunicazione da parte di Acquedotto Lucano, pervenuta in serata, del protrarsi delle operazioni di ripristino dell’impianto di sollevamento idrico in località Terlecchia gravemente danneggiato dal nubifragio di ieri.
Con la stessa nota Acquedotto Lucano ha comunicato che potrà garantire, nell’abitato di Matera l’approvvigionamento idrico dalle ore 7 alle ore 9 di mercoledì 9 Ottobre e di giovedì 10 Ottobre.
Seguiranno aggiornamenti.

Di seguito una piccola gallery.

delegazione-comunale-unità-di-crisi-marconia-basilicata-magazine detriti-pietre-ghiaia-marconia-basilicata-magazine frana-edificio-garage-marconia-basilicata-magazine marciapiede-danneggiato-acqua-marconia-basilicata-magazine muro-cemento-armato-crollato-marconia-basilicata-magazine oliveti-allagati-marconia-basilicata-magazine sacchi-di-sabbia-marconia-basilicata-magazine voragine-1-via-quattro-caselli-marconia-basilicata-magazine voragine-via-quattro-caselli-marconia-basilicata-magazine

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here