Il Comune di Matera rischia lo scioglimento del Consiglio e il commissariamento. Il Prefetto invia una lettera di diffida

0
6809

Matera rischia lo scioglimento del Consiglio comunale per non aver ancora approvato il bilancio consuntivo. Il Prefetto di Matera Sante Copponi ha inviato in data 3 maggio a tutto il Consiglio Comunale una lettera di diffida con un termine di 20 giorni per approvare il bilancio. Il bilancio consuntivo è il documento che rendiconta ai cittadini come sono state impiegate le risorse comunali nel corso dell’anno precedente e quali entrate sono state effettivamente incassate.

Proprio per la sua fondamentale rilevanza, il rendiconto di ogni esercizio contabile deve, per legge, essere deliberato dal Consiglio comunale entro e non oltre il 30 aprile dell’anno successivo. La proposta di rendiconto deve essere messa a disposizione dei consiglieri comunali entro un termine, non inferiore a 20 giorni precedenti la data del Consiglio che la esamina. La mancata approvazione del rendiconto comporta lo scioglimento del Consiglio comunale e l’intervento sostitutivo del prefetto (articolo 227, comma 2-bis e art. 141, comma 2, del Tuel) che nomina un Commissario ad acta.

“La scarsa capacità gestionale e politica dell’Amministrazione Bennardi – afferma il consigliere Nicola Casino, capogruppo di Forza Italia in Consiglio- è oramai chiara se non si riesce nemmeno a rispettare i tempi per la normale attività di Consiglio. Le preoccupazioni dell’opposizione si sono rivelate fondate. Ad oggi c’è un dato certo: il nostro Comune non ha approvato il rendiconto di bilancio. Ed è una cosa grave. Se non si approva il rendiconto di bilancio nei prossimi 20 giorni, il Prefetto potrà nominare un commissario e procedere allo scioglimento del Consiglio comunale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here