Intervista a Leonardo Giordano, candidato consigliere alla Regione Basilicata

0
337

Parte il ciclo di interviste online di Basilicata Magazine ai candidati alla carica di consiglieri per le elezioni Regionali del 17 e 18 Novembre.
Il primo a partecipare fra i presenti sul territorio di Montalbano Jonico è un candidato di centrodestra, il professor Leonardo Giordano, consigliere regionale uscente, eletto in quota al Popolo della Libertà, subentrato ad inizio anno al compianto Romeo Sarra, dopo essersi classificato primo dei non eletti alle elezioni regionali del 2010, avendo nello stesso anno terminato il suo mandato da Sindaco.
Il prof. Giordano si ripresenta a questa tornata elettorale, con la consapevolezza di avere l’onore e l’onere di provenire da una cittadina, come quella di Montalbano, tradizionalmente legata al centrodestra, guidata dal centrodestra, riconfermato con l’amministrazione Devincenzis, e che vanta come risultato anche l’elezione di un consigliere provinciale.

 

Professore, faccia una sua brevissima presentazione per far conoscere il candidato ai nuovissimi elettori ed a quelli che non dovessero conoscerla.

Vengo dal mondo della scuola. Ho fatto il Dirgente Scolastico per 7 anni. Sono stato per 30 anni consigliere comunale e per 10 anni Sindaco di Montalbano Jonico. Ho presieduto l’ATO2 Rifiuti diMatera e fatto parte del Distretto Agroalimentare di Qualità del Metapontino. Sono Consigliere Regionale dal 26 febbraio 2013.

 

Come reputa la situazione attuale in Basilicata, vista la sfiducia verso i politici in generale, quelli lucani in particolare, soprattutto dopo la vicenda rimborsopoli e scontrinopoli che ci ha portato a queste elezioni anticipate?

La Basilicata è stata governata (forse meglio sarebbe dire sgovernata) per 18 anni dal CentroSinistra che ha avuto maggioranza ampissime e quindi poteva governare con continuità e stabilità. La Regione, dopo questi 18 anni, non è uscita fuori dal novero delle regioni sottosviluppate. Questo fallimento è interamente attribuibile al centrosinistra

 

Perché ha deciso di scendere in campo, cosa l’ha spinta a presentare una nuova candidatura?

Mi sono candidato per mettere a frutto l’esperienza di molti anni alla guida degli enti locali e per migliorare la Formazione Professionale con la mia esperienza di docente e Preside

 

Quali sono 3 proposte concrete del suo programma per rilanciare la provincia di Matera e la Basilicata stessa?

Approvare il Piano dei LIdi per il turismo sulla costa jonica; Completare la Pista Mattei per servire il turismo e l’agricoltura del metapontino e di Matera con questa infrastruttura; bonificare e rilanciare le aree industriali

 

Quali sono le idee concrete ed immediate, a suo modo di vedere, di sviluppo della regione Basilicata?

Creare un Fondo nel quale convergano le royalties del petrolio rinegoziate e con queste accompagnare le imprese valide a rilanciare l’economia e migliorare il sistema viario della Regione

 

La regione Basilicata è un territorio molto ricco di materie prime come l’acqua, il gas, il petrolio. Proprio le estrazioni di quest’ultimo sono state oggetto di polemiche. Come si pone dinanzi a questa istanza?

Sono contrario alle estrazioni a mare. Favorevole a quelle in terraferma, però rinegoziandone le royalties e a condizione che l’art.16 venga attuato nella sua interezza, dandoci la possibilità di ricevere parte delle accisi pagate sui carburanti di provenienza lucana.

 

Ci faccia un piccolo pronostico, quale sarà la situazione all’indomani il 19 novembre?

Vedo il Centrodestra al 38%, il Centrosinistra al 33%, il Movimento 5 Stelle al 20%, ed Il resto da dividere fra tutti gli altri schieramenti.

 

Forti di come abbiamo imparato a conoscerlo in questi anni, facciamo anche noi un in bocca al lupo al candidato Giordano per queste elezioni, augurandogli, con tutta la stima che gli spetta, il più meritato risultato dopo il lavoro svolto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here