La casa dei disperati nel sottoscala del centro commerciale “Il Circo”. Il lato oscuro di Matera 2019

0
143

La periferia di Matera nord è il rifugio di alcuni extracomunitari che hanno occupato un sottoscala del centro commerciale “Il Circo” utilizzato come fosse la loro casa. Il rifugio di questi disperati, che presenta una situazione igienico sanitaria di grande criticità, si trova proprio sotto il centro commerciale di via Sallustio.

Da alcuni mesi quattro o cinque extracomunitari hanno adibito a ricovero notturno un sottoscala che si trova all’ingresso posteriore del centro commerciale, nei pressi del parcheggio, proprio sotto i locali dove una volta si svolgeva il Consiglio Comunale. Si tratta di una scala di emergenza contigua al parcheggio sotterraneo che ormai è piena di escrementi umani e spazzatura. La scala dovrebbe rimanere sempre libera invece viene utilizzata come cloaca e costituisce l’ingresso al vano utilizzato per dormire, al riparo dal freddo.

L’ingresso della scuola al centro commerciale Il Circo

Questa situazione indecente dal punto di vista sanitario e umano è preannunciata dal fetore che si avverte forte prima ancora di arrivare alla scala. La cosa più grave è che questa “scala rifugio” si trova a pochi metri dall’ingresso della sede distaccata di una scuola. L’improvvisata dimora si trova di fronte al portone della sede distaccata dell’istituto industriale “Pentasuglia” che accoglie circa 200 studenti del primo e secondo anno (oltre che professori e personale ata). Ogni giorno, su questa scalinata gli extracomunitari, senza riparo alcuno, espletano i propri bisogni.  Secondo quanto riferito da alcuni residenti gli extracomunitari occupano abusivamente quei locali da diversi mesi. Anche la scuola avrebbe segnalato, per iscritto, già molto tempo fa al Comune questa situazione di disagio e degrado sociale senza però aver ottenuto risposta. La situazione è insostenibile anche perché gli studenti vivono ogni giorno questo degrado quando si intrattengono davanti al patio della scuola, all’inizio e alla fine delle lezioni.

 

In più il rischio sanitario per gli abitanti della zona è elevato visto che tra escrementi umani, sporcizia e spazzatura si annidano i topi che diventano veicolo di infezione. Così se al piano strada scorre allegra la vita da centro commerciale, al piano inferiore, quasi come in un girone dantesco, albergano i disperati che rappresentano il lato oscuro dei bagordi di Matera 2019.

Giovanni Martemucci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here