La mappa del sesso e della trasgressione nella Città dei Sassi

0
4648

Di giorno sono luoghi frequentati per motivi commerciali o perché rappresentano siti di grande interesse naturalistico ed artistico, di notte si trasformano in spazi privilegiati per il sesso in auto ed incontri trasgressivi. Parliamo dei “parcheggi dell’amore” che anche nella città di Matera disegnano una geografia notturna del tutto inaspettata mettendo in luce un fenomeno poco indagato che ha a che fare con scambismo e voyeurismo.
Il fenomeno dei “car parking sex” esiste anche nella Città dei Sassi: si tratta di luoghi isolati o parcheggi di centri commerciali in cui, di notte, il sesso in auto si coniuga con pratiche di scambio dei partner. Parcheggi, piazze, vie anonime o persino cimiteri: l’Italia è piena di posti on the road in cui fare piacevoli incontri e anche Matera non sfugge a questa tendenza. Il termine tecnico è “battuage” ed indica l’attività sessuale promiscua esercitata all’aperto, fatta in luoghi noti principalmente ai frequentatori. Basta avventurarsi nel sottobosco dei siti web per prendere informazioni e scoprire che a Matera (ma anche in provincia) vanno forte i luoghi del sesso “on the road” dove si consuma l’erotismo più spinto.
Per la città dei Sassi il parcheggio del centro commerciale a Venusio, il Belvedere, Murgia Timone, Madonna delle Vergini, e il cimitero nuovo in contrada Pantano, sono i posti più frequentati dal popolo degli incontri piccanti. Per chi si trova nella zona di Matera Sud, il luogo preferito per appartarsi è quello intorno al quartiere Agna le Piane, verso la grotta dei pipistrelli, dove tra baci e carezze si respira anche il profumo dei fiori selvatici e del timo. Può essere romantico, ma questi sono soltanto dettagli secondari. Gli incontri si svolgono in auto con approcci e rituali ben codificati come, ad esempio, lasciare accese le luci interne della macchina o lampeggiare coi fari. Più spesso l’esperienza di “car parking sex” viene concordata rispondendo ai tanti annunci su internet che sono suddivisi per città ed indicano i luoghi di incontro con precisione.
I Luoghi in questione sono principalmente poco frequentati di sera tardi; ed e lì che avvengono gli approcci. Ultimamente anche la rivista Maxim ha stilato una mappa del battuage made in Italy: sarebbero più di 150mila le persone dedite a questa pratica, da Nord a Sud, Città dei Sassi compresa. Così navigando sui siti “dedicati” si scopre che Matera occupa una posizione di rilievo in questa singolare geografia della trasgressione all’aperto che attira adepti anche dalle località limitrofe. Stando a quanto si legge sui siti specialistici, Matera, candidata a Capitale europea della cultura 2019, potrebbe candidarsi anche come “capitale degli incontri erotici”. Infatti è la città prediletta per questo tipo di incontri per la sua posizione baricentrica rispetto ad altri centri della Puglia come Altamura, Gravina, Santeramo e Laterza da cui si raggiunge facilmente.
Nel sex on the road ci sono però delle importanti regole, nonché accorgimenti da tenere bene in mente onde evitare spiacevoli inconvenienti. Innanzitutto accertarsi che nel luogo in questione vi siano le categorie desiderate, cioè verificare che le categorie frequentanti quel luogo sono le stesse che noi stiamo cercando. A tal proposito i tanti siti dedicati hanno sezioni sempre aggiornate in merito sia alla frequentazione sia all’effettiva persistenza di frequentazione, che all’orario in cui vi è un maggiore afflusso, onde evitare quindi di non trovare nessuno. E comunque la maggiore concentrazione si ha nelle ore serali in qualsiasi periodo dell’anno e al calar del sole per ovvie ragioni. Una volta giunti nei luoghi “hot” della città dei Sassi per riconoscersi vi sono dei segnali inconfondibili: lampeggio con gli abbaglianti (in alcuni parcheggi viene stabilito un numero che oscilla da 3 a 5); 4 frecce accese (sono quelle più gettonate per la semplicità di visibilità); lustrini rossi o neri appesi allo specchietto lato guida.
Il corteggiamento sulle quattro ruote prevede quindi macchine che si accostano e si avvicinano dopo i segnali di cui sopra, passando sempre più vicino e sempre più lentamente all’auto della propria “preda”, spesso in modo circolare. Ognuno dei partecipanti coppie, singoli, gay, bisex, trans rimane comunque all’interno della propria vettura , ma dopo l’ammiccamento reciproco, effettuato attraverso il finestrino, guardandosi, ma senza mai scendere dalla vettura. Poi ci si addentra nell’incontro vero e proprio con il “prestigio” che solo una città come Matera, patrimonio dell’Unesco, garantisce. E chissà che questo non possa diventare un nuovo attrattore turistico…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here