MARATEA, VIAGGIO AL CENTRO DEL GOLFO DI POLICASTRO

0
461
Una costa di incantevole bellezza che vanta alcuni dei litorali più belli d’Italia. Parliamo del Golfo di Policastro che unisce natura, borghi incantevoli ed un mare cristallino. Oggi il nostro viaggio tra le bellezze d’Italia fa tappa proprio al centro del Golfo di Pollastro dove è incastonata la perla del tirreno, Maratea, ricca di suggestioni ed immersa in una natura incontaminata.
Con le sue acque tranquille per via della posizione geografica, Maratea merita un tour per perdersi nella sua storia, nelle tradizioni e nella cultura. Qui l’aria del mare porta con sé i profumi di una flora generosa, quella dell’adiacente Monte San Biagio: un profumo vitale che domina un antico borgo posato come un nido su uno sperone roccioso. Dalla cima del monte, a vegliare sulla città a braccia spalancate è una maestosa statua del redentore realizzata in un bianchissimo marmo di Carrara, la più alta d’Italia. Ai suoi piedi un tipico villaggio mediterraneo con case bianche a disegnare vicoli intimi e romantiche piazzette. Senza dimenticare il porto che d’estate è il baricentro della vita serale e notturna, dal quale si contempla lo spettacolo della luna che si specchia sul mare. Ingredienti ideali anche per chi ama la fotografia che può catturare scorci di rara bellezza negli infuocati tramonti estivi o nelle giornate invernali quando i colori diventano più scuri e suggestivi. Se amate la fotografia prima di avventurarvi in questo viaggio nella parte lucana del golfo di Policastro, vi suggeriamo di dare un’occhiata a questo sito https://www.idealo.it/magazine/2019/01/23/fotocamera-digitale-quale-comprare/ per orientarsi sulla scelta della fotocamera digitale più adatta a catturare momenti di viaggio irripetibili.
Se cercate paesaggi da scattare vi suggeriamo di passare dalla “spiaggia nera” di Cala Jannita, o di tuffarvi nel blu vivido delle acque adiacenti quella di Macarro, o ancora la piscina naturale di Castrocucco. Il centro storico di Maratrea è caratterizzato invece da piccole stradine e case antiche con loggiati. Tanti i monumenti da vedere. L’obelisco dell’Addolorata, davanti alla chiesa omonima; Palazzo Picone, costruzione risalente al Seicento; il Palazzo de’ Lieto. Sul piazzale di Santa Maria Maggiore si trova la chiesa Madre di Maratea. Infine la statua del Cristo Redentore installata sul Monte San Biagio nel 1965. La sua posizione, con lo sguardo e le braccia aperte rivolte verso la terraferma, significa l’intento di “vegliare” sia sulla città che sui suoi abitanti. Alta 21 metri, è una tra le più grandi dell’intera Europa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here