Si dimette Tito Di Maggio, al suo posto subentra Pace. Centrodestra lucano in frantumi

0
205

L’Asse Roma-Potenza-Matera colpisce ancora, aveva colpito già una volta, durante lo scorso Novembre, quando il Senatore materano Tito Di Maggio, per la tornata elettorale delle Regionali 2013, da novello arrivato della politica, la spunta nel ventaglio dei papabili candidati alla presidenza della Regione Basilicata nella coalizione di centrodestra.
Ancora una volta colpisce per via dell’abilità dimostrata da parte dello stesso Senatore Di Maggio nell’arte del compromesso e della trattativa.
Delucidiamo subito: infatti lo stesso Di Maggio, essendosi classificato primo fra i candidati non vincenti alla carica di Presidente, aveva acquisito anche di diritto il posto da Consigliere Regionale, e lo stesso era tenuto, entro 6 mesi dalla proclamazione, a dover scegliere per quale seggio optare.
Non era infatti scontato il fatto che Di Maggio scegliesse il Senato anzicchè via Verrastro, dato che il 2015 è alle porte e Scelta Civica (e derivati come Italia Popolare), con le percentuali attuali, sono ben lontani da quelle ottenute alle scorse politiche, e che hanno garantito ad uno dei signori del salottificio lucano il seggio a palazzo Madama.
La mossa da scacchista del casiniano D.O.C. è stata quella di assoldare fra le sue fila, mentre in tutta Italia quello che era stato definito “il terzo polo” continua a perder pezzi, il primo dei non eletti della lista del Popolo della Libertà, l’avvocato Aurelio Pace, lo stesso Pace candidato nel 2008 alla presidenza della provincia di Potenza, sempre con il PdL.
Sicuramente, cari lettori, sorge una riflessione, prendiamo atto dell’abilità imprenditoriale-commerciale del Senatore Di Maggio, che entrato nella politica lucana dalla finestra, oggi si trova a giocare un ruolo da protagonista, ma prendiamo anche atto dello spacchettamento del centrodestra lucano, sicuramente per l’idea di taluni tizi molto più vicino ad una mensa di un fast food, dove si mangia e si va via, che ad un partito strutturato sul territorio, che annovera in Pace fra gli ultimi che hanno fatto le valigie e sono andati via, ma che aveva annoverato altre importanti perdite come il Senatore Viceconte, l’ex onorevole Taddei ed il già consigliere regionale Giordano.

Foto: Basilicatanet

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here