Trattamento naturale flocculante e antialghe per piscine.

0
1449

Chi ha la fortuna di avere a disposizione una piscina privata, sa sicuramente quanto è importante mantenerla pulita, igienizzata e, soprattutto, libera dalle microscopiche sospensioni che causano l’intorpidimento dell’acqua.
E’, questo, il trattamento relativo alla flocculazione, il principio in base al quale ha luogo la sedimentazione delle parti solide, che tendono a separarsi formando dei fiocchi in sospensione. Esistono sul mercato prodotti specifici, coadiuvanti della filtrazione dell’acqua delle piscine, mirati proprio ad eliminare le microscopiche sospensioni che causano le impurità e la poca igiene in vasca. Si tratta di prodotti che, a contatto con l’acqua stessa, aumentano il loro volume e, di conseguenza, anche la loro capacità di trattenere lo sporco. E’ un processo che si basa sulle molecole idratate, le quali legandosi tra loro danno luogo a fiocchi in grado di depositarsi, con evidente necessità di una perfetta filtrazione dell’acqua della piscina.
Parlando di pulizia dell’acqua, siamo, di regola, abituati a pensare al cloro come unica soluzione, non fosse altro perché è la sostanza più conosciuta ed utilizzata, e sicuramente permessa nelle piscine pubbliche. E’ bene sapere, però, specie per i possessori di vasche private, che esistono delle ottime alternative da utilizzare per operazioni flocculanti ed antialghe.
Partiamo dal Bromo, che in acqua ha una reazione simile a quella del cloro ma meno stabile e pertanto meno irritante per occhi e pelle. Venduto in pastiglie o in granulare, fornisce il massimo della sua azione quando l’acqua è più calcarea e calda. A seguire, abbiamo l’Ossigeno, inodore, anallergico ed attivo senza irritare e senza produrre schiuma. Risulta essere un ottimo ossidante e disinfettante, perfetta soluzione per i soggetti più sensibili. Svolge molto bene anche la funzione di antialghe per piscine da giardino.
Possiamo poi riferirci ad altre soluzioni che aiutano ad igienizzare l’acqua, tramite diversi processi e modalità: i clorinatori, per esempio, sono apparecchi che producono cloro a partire dal comune sale da cucina, mediante un processo di elettrolisi, e, com’è facilmente intuibile, non si tratta di una vera e propria alternativa al cloro, ma è comunque un modo differente di produrlo. Un altro sistema completamente diverso è, invece, il kit per disinfezione tramite raggi UV: in questo caso, l’acqua viene trattata mediante lampade a raggi ultravioletti a onde corte, dotate di maggior potere germicida, che eliminano gli organismi patogeni. Sano ed efficace, permette di ridurre l’utilizzo di prodotti chimici fino all’80%, anche se non possono essere completamente eliminati. Metodo relativamente nuovo, risulta ideale per persone allergiche o con problemi alle vie respiratorie, e garantisce ottimi risultati di igienizzazione.
Un prodotto per migliorare la qualità dell’acqua attraverso la flocculazione, anche mediante l’incremento della filtrazione nonché la riduzione della carica batterica, è Hydroflow Serie P, un apparecchio utilizzato nel trattamento di acqua di piscine e di torri evaporative.
Il dispositivo migliora la filtrazione mediante una carica elettrica ai solidi sospesi in acqua e, in questo modo, favorisce la formazione di fiocchi più consistenti, mentre elimina alghe e batteri. La pompa a monte del filtro ed il suo ottimale posizionamento favoriscono la miscelazione ed il conseguente raggruppamento delle particelle, in modo da poterle poi rimuovere facilmente, con evidenti vantaggi di igienizzazione e pulizia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here