Stop War: un packaging speciale per il finocchio metapontino che aiuta l’Ucraina

0
2517
Un packaging speciale per il finocchio lucano che aiuta l’Ucraina.
L’iniziativa nasce da Francesca e Rosangela Appio, ovvero le due giovani menti della organizzazione produttiva Primo Sole situata nell’areale del metapontino che ha scelto di mettere in campo i prodotti della nostra terra per tentare di dare una mano e migliorare, per quel che è possibile, il futuro delle popolazioni colpite da questa follia chiamata guerra.
Il fiore all’occhiello della O.P. è da sempre il finocchio. Un prodotto semplice e quasi anonimo per i più, ma che Primo Sole è riuscita a trasformare in un prodotto di eccellenza creando l’unico marchio attualmente esistente abbinato a questa referenza: Dolce Lucano.
Da circa una settimana il packaging di Dolce Lucano ha assunto i colori della bandiera ucraina e, soprattutto, Primo Sole ha dato vita ad un progetto di sostegno di grande portata: per ogni vassoio di Dolce Lucano venduto, parte del ricavato sarà destinato per finanziare i progetti della Croce Rossa Italiana, sia esso venduto tramite la grande distribuzione come Coop, sia che venga comunemente acquistato tramite lo shop online.
Credo si tratti di un esempio importante ed incredibilmente profondo della capacità della nostra gente di essere vicina a chi ha meno, pur avendo poco: una terra da coltivare ed un prodotto da raccogliere.
È inoltre una dimostrazione tangibile di quanto l’agricoltura – in particolare quella lucana – possa avere un ruolo chiave anche in termini di riscatto, nonostante la povertà comunicativa a cui da anni è destinata.
Perché da lucano, credo possa regalare orgoglio a tanti nostri concittadini leggere accanto al nome di Giorgio Armani, quello di una realtà agricola locale che nel suo piccolo sta tentando di fare qualcosa di immenso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here