A Metaponto inaugurato il primo lido inclusivo della Basilicata

0
2908

Nel pomeriggio di oggi sul Lungomare Nettuno di Metaponto, nello spazio tra i lidi Katy e Gabbiano, è stato inaugurato “Il Sogno del Capitano”, il primo stabilimento inclusivo della Basilicata. Un traguardo fondamentale per la comunità lucana, e per tutti coloro che credono nell’importanza di creare spazi accessibili e inclusivi.

Erano presenti all’inaugurazione il sindaco di Bernalda Domenico Raffaele Tataranno, sindaco di Bernalda, Giusy Cirigliano, già assessora del comune jonico e ora consigliera con delega al Borgo di Metaponto, l’assessore regionale alle Politiche Sociali Francesco Fanelli, l’assessore alle attività produttive Michele Casino, l’assessore regionale all’ambiente Cosimo Latronico, il consigliere regionale della Lega Rocco Salvatore Fuina e il consigliere regionale di FdI Piergiorgio Quarto. Era presente anche Giuseppe Bruno presidente del Consorzio La Città Essenziale.

Il lido accessibile è diventato finalmente realtà grazie ad un finanziamento dell’attuale Giunta Regionale di oltre un milione di euro. La struttura, nei suoi aspetti inclusivi, sarà gestita da una ATS Open Basilicata composta dal Capofila Consorzio La Città Essenziale e da Coop. Oltre L’Arte e Prato Verde gestori del lido.

Il cammino verso questo traguardo è iniziato nel lontano 2017 con una speranza audace di Gaetano Fuso, un poliziotto scomparso nel 2020 dopo una lunga battaglia contro la Sla, in servizio anche alla Questura di Matera. Oggi il sogno di permettere a ciascuno di godere delle meraviglie del mare è diventato una realtà concreta. “Il Sogno del Capitano” rappresenta non solo un luogo di relax e svago, ma anche un simbolo di inclusione e uguaglianza.

Questo lido inclusivo non solo offre una splendida vista sul mare cristallino, ma è stato progettato pensando a ogni dettaglio per garantire l’accessibilità a tutti. Le passerelle e gli spazi sono concepiti per accogliere agevolmente le persone con diverse abilità, permettendo a chiunque di godere delle bellezze naturali senza barriere.

Speriamo che “Il Sogno del Capitano” sia solo il primo esempio verso un mondo più accessibile e accogliente per tutti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here