L’Italia delle buone idee!

0
105

La nascita di un’azienda dal carattere innovativo, che ha come scopi finali di realizzare qualcosa mai creato prima e scalare il mercato in tempi brevi, viene indicata con il termine startup. In Italia, questa tipologia di azienda, sta velocemente crescendo. Sono, infatti, molti i giovani con idee brillanti che realizzano i propri sogni grazie a questo nuovo modo di fare impresa.

Nexthome
Un’applicazione per smartphone il cui fine è di far orientare l’utente in luoghi chiusi come: aeroporti, supermercati, musei ecc.. Quattro ragazzi pugliesi sono gli ideatori di Nexthome che è un servizio di localizzazione per spazi chiusi in grado di far conoscere all’utente la propria posizione in questi spazi, indicare i punti di interesse più vicini, indicare il percorso da fare per arrivare ad un punto preciso del luogo in cui si trova e tanto altro ancora.

BeMyEye
Gian Luca Petrelli è l’ideatore di questa piattaforma in cui, le aziende, ricercano persone da inviare in forma anonima per verificare se gli standard richiesti dall’azienda vengono rispettati nei singoli negozi.

Circle Garage
Made in Genova è questa startup che produce molteplici dispositivi di alta tecnologia come ad esempio Hiris: un computer da polso in grado di svolgere, grazie a dei movimenti della mano, numerose operazioni.

MoneyFarm
Creata a Milano. Il suo fine è di fornire delle consulenze finanziarie adatte alle esigenze di ogni singolo utente e permette, agli stessi utenti, di creare – monitorare e gestire i propri investimenti.

Pedius
E’ un’applicazione per smartphone molto geniale in quanto è in grado di offrire voce ai muti. Grazie a quest’app, i sordomuti, saranno in grado di comunicare con chiunque senza l’ausilio di persone intermediarie.

Qurami
Si tratta sempre di un’applicazione per smartphone che risolverà il problema delle lunghe file di attesa nei vari uffici. Funziona attraverso una prenotazione online e avviserà attraverso una notifica la prossimità del proprio turno.

Tutored
Si tratta di una startup che mette in contatto gli studenti che hanno bisogno di ripetizioni con dei tutor. Questa startup, in tal modo, offre vantaggi sia a gli studenti che ai tutor che non riescono a trovare lavoro.

Queste sono solo alcune delle startup italiane più famose
Per creare una startup di successo occorre, in primis, avere un’idea geniale e innovativa in grado di risolvere delle problematiche della vita quotidiana che nessun altro abbia messo in pratica. Dopo aver avuto l’intuizione sull’idea applicabile bisognerà progettarla. La progettazione è la fase più delicata di ogni startup ed è anche quella in cui bisogna pianificare ogni minima cosa affinché l’azienda abbia successo.

A questo punto è il momento di scegliere i giusti collaboratori
Anche questa è una fase delicata, bisognerà scegliere il proprio team con criterio. Dunque si dovrà scegliere persone professionali, competenti ed esperti nel settore. Una volta superate le fasi dei tre punti precedenti si dovrà pensare al lato economico. In questo può essere utile recarsi sul sito www.facile.it/prestiti-personali.html dove sarà possibile confrontare i migliori prestiti online ed avere dei preventivi gratuiti. Ottenuto il finanziamento si dovrà creare l’impresa con l’aiuto di un commercialista che consiglierà la strada da seguire in base alle proprie esigenze e alla tipologia dell’azienda.

Terminata la fase burocratica è il momento di iniziare a lavorare
D’ora in poi si dovrà mettere in pratica la propria idea e realizzarla in termini concreti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here