Preoccupazione associazioni di Categoria sezione Turismo di Matera, intervento di Nicola Casino, Capogruppo FI in consiglio Comunale.

0
2180
Nicola Casino
“L’ultimo grido di allarme con le relative preoccupazioni rese alla comunità e, di riflesso, alle istituzioni tutte presenti – finanche in seno al consiglio comunale di Matera – dalle associazioni di Categoria del comparto turistico, non possono lasciarmi indifferente.
Certo, avendo sin dal primo momento inteso pormi nei confronti della nostra comunità e dei nostri cittadini con la massima lealtà, sin dall’inizio dell’esperienza amministrativa ho avanzato questioni oggettive e di merito rispetto alla gestione del turismo in città, manifestando perplessità ed al tempo stesso proposte progettuali di sviluppo per il nostro territorio. 
In particolare, come i cittadini ricorderanno, proprio nel volgere della prima uscita legata alla presentazione della piattaforma E-Matera, si consumava una delle tante, sgarbatezze di merito  oltre che di stile dell’amministrazione Bennardi, con il futuro capo della comunicazione che, senza nessun tipo di rapporto contrattuale con l’Amministrazione, operava di fatto spendendo il nome del Comune senza averne, al tempo, titolo alcuno.
Al contempo, la ragione principale che sin dal primo momento alimentava le mie perplessità, affondava le proprie ragioni nell’assoluta assenza di visione progettuale e di crescita del nostro territorio in materia turistica.
In particolare, la maggioranza di Governo guidata dal sindaco Bennardi non ha saputo proporre soluzioni rispetto ai temi di rilancio del mercato turistico in città, sopratutto in un momento storico così complesso come quello rappresentato dal post pandemia, momento in cui si sarebbe dovuti intervenire in maniera decisa e lungimirante, attraverso la predisposizione di tutte quelle azioni di governo necessarie al fine di garantire stabilità e prospettiva all’intero indotto composto da miglia di operatori nei settori più disparati nel comparto Horeca.
Non sono bastate, infatti, le solite passerelle istituzionali del Sindaco e della sua squadra che, invece di occuparsi di questioni fondamentali, vitali per il futuro della nostra comunità sopratutto in materia di occupazione, sviluppo sociale e culturale, hanno inteso dispiegare le proprie energie migliori nell’occuparsi delle strategie politiche necessarie a collocare semplicemente i propri uomini nei ruoli apicali e gestionali della macchina amministrativa.
Ovviamente tutto a spese dei contribuenti, con gli emolumenti più alti di sempre in materia di spese per i collaboratori.
Peccato per i risultati, fallimentari e sotto gli occhi attenti di una comunità prima illusa e poi abbandonata da una classe dirigente dimostratasi, giorno per giorno, assolutamente incapace di guidare la nostra magnifica città verso le mete del prossimo futuro.
Il turismo, nella nostra città e nell’intero territorio, dovrebbe rappresentare per davvero quel volano capace di creare sviluppo ed occupazione per i nostri giovani, per quanti, investendo in città, hanno certamente contribuito nel realizzare quel valore aggiunto apprezzato da tutti.
Per farlo occorre, innanzitutto, il confronto diretto e leale, costruttivo e propositivo, con tutti quei soggetti, operatori economici, associazioni di categoria e cittadini desiderosi di offrire un contributo alla crescita di un territorio.
Elementi, questi, che sino ad oggi sono mancati, come dimostra la presa di posizione delle associazioni di categoria del comparto turistico, le quali nello svolgimento del proprio mandato hanno inteso esternare chiaramente tutte le loro preoccupazioni rispetto ad una situazione di paralisi amministrativa oramai diffusa da mesi in città. Una preoccupazione non da poco quella dell’immobilismo amministrativo della grinta Bennardi che purtroppo investe anche altri settori economici e che stanno depauperando quelle spinte propositive di cui Matera ha saputo fare tesoro negli ultimi anni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here