Sfide al vertice per Matera e Francavilla. I biancazzurri ospitano il Marcianise, i sinnici il Taranto. Per il Melfi c’è la Casertana

0
118

“La domenica pomeriggio senza calcio è come una donna senza passione: inutile”. Mai più vera risulta questa affermazione per tutti i tifosi lucani che si riversano negli stadi dei loro paesi per incitare i colori delle loro squadre; ma questi appassionati ,in questa prima domenica di dicembre, non possono stare tranquilli perché, nonostante un programma calcistico davvero ricco di partite intense e cariche di emozioni, deve fare i conti col maltempo che assedierà la regione. Nella speranza che la pioggia possa essere clemente,all’ “Arturo Valerio” il Melfi, desideroso di riscatto dopo il mezzo passo falso con l’Arzanese, vuole rifarsi, ricevendo la forte Casertana: match delicato e complesso da affrontare con la massima attenzione per evitare di perdere altri punti per strada e mettersi sempre più al sicuro in classifica. Allenamenti settimanali intensi soprattutto in fase difensiva per la squadra di mister Bitetto che, domenica scorsa, è riuscita a farsi infilare tre volte dalla cenerentola Arzanese. Stavolta c’è una squadra di rango, con una classifica ottima (un punto in più dei gialloverdi) e non ci potranno essere cali di tensione come quelli di domenica scorsa. Quasi sicuramente in campo ci sarà bomber Cruz che, negli ultimi tre impegni consecutivi, è entrato a gara in corso contribuendo alla causa federiciana con tre gol consecutivi: merita una chance da titolare questo forte brasiliano che può aiutare ancora di più il Melfi, entrando in campo da titolare. Il brasiliano sembra poter vincere il ballottaggio con Tortori e affiancare bomber Ricciardo. Per il resto solita coppia di centrocampo Muratori Cuomo, scontata in difesa la coppia Dermaku-Cardinale, mentre Muro si accomoderà in panchina. La squadra campana è assolutamente temibile: in attacco può vantare le prestazioni di Baclet, ex punta di Vicenza e Lecce tra Serie A e B, mentre in porta c’è una vecchia conoscenza melfitana, Ernesto Fumagalli, il portiere di due salvezze della formazione lucana. Tecnico esperto quello casertano, Ugolotti, che sicuramente avrà messo in guardia i suoi falchetti affinché non sottovalutino il Melfi, squadra giovane, attrezzata ed imprevedibile. E l’imprevedibilità deve essere la chiave dei normanni per sovvertire un pronostico a favore della Casertana, vista la rosa che può vantare. Fischio d’inizio alle ore 14,30.
In Serie D torna in campo il Matera dopo il turno di riposo di domenica scorsa: sfida vibrante al XXI Settembre, dove i biancazzurri affronteranno la capolista Real Marcianise con l’intento di vincere e avvicinarsi sensibilmente al primato. Per farlo Toma dovrà estrarre dal cilindro tutta la classe e la cattiveria dei materani che, sospinti dal pubblico delle grandi occasioni, dovrà sconfiggere la formazione di Marcianise per ambire al salto diretto nei professionisti. Intanto, patron Colummella ha rafforzato ulteriormente la rosa con l’acquisto di Mirko Carretta, lanciatosi nel grande calcio proprio tra le file del Matera e tornato a casa: dopo l’infelice esperienza di Benevento, il giocatore ha deciso di rilanciarsi proprio nella squadra che gli aveva permesso il salto tra i professionisti. Un apporto fondamentale per Toma che avrà una carta in più per portare il Matera al vertice del girone H. Ma bisogna battere il Real Marcianise che vanta in attacco le prestazioni dell’ex Siena Pasquale Iadaresta ed è in una condizione ottimale: la squadra campana sta legittimando il suo primato con prestazioni sempre migliori. Compito difficile per il Matera che dovrà metterci tanto impegno e determinazione per accorciare la classifica. L’altra sorpresa del campionato il Francavilla, ospita al “Fittipaldi” il Taranto nell’ennesimo big match- consecutivo: sono quattro le vittorie consecutive per i sinnici che non intendono fermare la corsa verso posizioni ancor più prestigiose. Ma sulla strada della squadra di Lazic c’è il Taranto di Papagni, secondo in classifica e con l’intenzione di ritornare tra i professionisti. Sfida vera, dunque, tra due della migliori formazioni del girone H: da una parte la giovane squadra lucana della famiglia Cupparo proverà a continuare il sogno play-off, superando i più blasonati avversari pugliesi; dall’altra il Taranto che, nonostante qualche incertezza, è comunque tra le prime ed ha un allenatore prestigioso che può contribuire a rilanciare il calcio nel capoluogo tarantino. Saranno della partita i vari Sekkoum, Pioggia e Pisani, protagonisti assoluti del magico momento del Francavilla.
Per il Real Metapontino, invece, impegno esterno sul campo di Vallo di Lucania contro il Gelbison: reduce dalla vittoria interna col Gladiator i metapontini provano a dare continuità al loro momento positivo. Ma nubi si addensano sulla vittoria di domenica scorsa: infatti il Gladiator ha presentato ricorso per l’utilizzo del giocatore Caridi, anche in gol contro i campani, sul quale pendeva una squalifica di tre giornate dalla scorsa stagione (ne sono state scontate solo due); la società di patron Casalnuovo ha annunciato ricorso contro questa decisione. Perciò sarà importantissimo conquistare punti sul campo del Gelbison, vista la possibilità di perderne tre: Catalano, che torna in panchina dopo aver scontato la squalifica, si affida ad un rigenerato Pignatta, ben assistito dal fantasista Di Senso, vero trascinatore di questa squadra e Mario Cirigliano, desideroso di ritornare al gol. La salvezza è, dunque, possibile.
In Eccellenza domenica spartiacque per le sorti del campionato poiché le squadre comprese tra il secondo e il quinto posto si daranno battaglia per definire quale sarà l’anti-Potenza. E proprio i Rossoblù proveranno ad approfittare di questi scontri diretti per tentare la fuga: ospite di domenica al “Viviani” il Pietragalla, vittorioso domenica scorsa nel derby con il Tove. Partita difficile per l’undici di Camelia, vista il noto giudizio di squadra scorbutica che il Pietragalla si porta dietro; ma i tre punti per Campisano e compagni sono fondamentali e la voglia di tornare ad esultare davanti ai loro tifosi è tanta. Inoltre il nuovo presidente Occhinegro ha promesso investimenti per migliorare ulteriormente la rosa della capolista. Contemporaneamente la diretta inseguitrice Viggiano, reduce da sette vittorie consecutive, cerca la sua ennesima vittoria casalinga contro il forte Picerno, anche esso proiettato verso il primato.Sfida interessantissima e senza nessun pronostico: chi uscirà vittorioso da questa partita sarà l’antagonista dei potentini. Nell’altro match di alta classifica il Soccer Lagonegro, dopo l’addio consensuale con il tecnico Masullo, prova a rialzarsi e per farlo deve battere la Murese, squadra più in forma del campionato: non sarà facile per la formazione di casa, la cui guida tecnica è stata affidata temporaneamente al difensore Malito con l’apporto del direttore generale La Rocca. Dopo la sorprendente vittoria sul campo di Oppido Lucano, l’Aurora Marconia ospita il Moliterno con l’intento di racimolare altri punti salvezza e allontanarsi il prima possibile dalla zona rossa: mister Labriola deve fare a meno di Lavecchia squalificato e si affida a Lobosco per tentare di scardinare la difesa della squadra rossoblù che ha nell’uomo più pericoloso l’ex Pisticci e Matera Branda, bomber di lusso per la categoria. Il Real Tolve, in piena crisi di risultati, cerca la vittoria interna contro il Villa d’Agri, rigenerato dalla cura di Pasquale Arleo: impegno arduo al “San Rocco” per Gruosso e compagni, reduci dalla dolorosa sconfitta nel derby di Pietragalla. Sfida salvezza anche tra Pignola e Pomarico, con quest’ultima che cerca punti che rafforzerebbero ulteriormente la sua posizione di metà classifica; per il Pignola, invece, la classifica è deficitaria e la formazione è invischiata nella lotta per evitare la retrocessione e i play-out. Anche il Vitalba crede al ritorno alla vittoria, visto che ospiterà il fanalino di coda FST Rionero, reduce dalla prima gioia stagionale: mister LaCapra ha visto la sua squadra perdere troppi punti per strada e non vuole lasciarsi scappare la possibilità di conquistare i tre punti contro una diretta concorrente. Chiude il programma il match tra due squadre non troppo tranquille e desiderose di vincere: Vultur Rionero-Angelo Cristoforo Oppido.
Tredicesima giornata anche in Promozione dove le capoliste Lavello e Latronico cercano di isolarsi in classifica: per farlo dovranno superare rispettivamente Foggiano Melfi e Sant’Angelo. Impegno esterno per l’inseguitrice Ruoti che sarà di scena a Ferrandina. Le altre partite: Bella – Rotonda; Salandra – Miglionico; Satriano – Sporting Matera; Sporting Palazzo – Lauria; TursiRotondella – Brienza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here